prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 3°

venerdì, 24 febbraio 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

Alta Versilia

Indagine in comune: Cavirani e Luisi chiedono spiegazioni alla maggioranza

venerdì, 17 febbraio 2017, 18:20

di giovanni acuto

Una denuncia anonima, che parla di festini negli uffici comunali, in barba agli orari di ufficio, avrebbe fatto scattare il blitz dei carabinieri nel palazzo comunale. L'opposizione chiede che il sindaco prenda posizione sull'accaduto, visto che ad oggi non esiste una posizione ufficiale della maggioranza che governa il comune di Seravezza.

"Chiediamo a gran voce -scrivono i consiglieri di opposizione Cavirani e Luisi- che la maggioranza ci dia spiegazioni su quello che sta accendendo, per questo chiediamo una convocazione straordinaria del consiglio comunale a porte chiuse data la delicatezza dell'argomento, ma necessaria e dovuta alle opposizioni. Non accettiamo che da parte della maggioranza ci sia questo assordante silenzio: il sindaco è il padrone di casa del palazzo comunale ed è quanto mai surreale che non sappia che cosa accade sotto i suoi occhi.

Il comune di Seravezza è per sua natura un comune tranquillo e non siamo abituati ad episodi di questo genere. L'arrivo degli uomini dell'arma nel palazzo è un evento del tutto eccezionale e quindi sarebbe giusto da parte dell'amministrazione comunale cercare, nei limiti del possibile, di fornire delle spiegazioni: non basta dire che si è dispiaciuti; non solo per noi dell'opposizione ma soprattutto per i cittadini che dalla politica, dalle istituzioni e dalla cosa pubblica si aspettano sempre il massimo, oltre che un servizio per la comunità".

L'episodio ha colto ovviamente tutti di sorpresa, e l'amministrazione comunale, nella persona del sindaco, che ha tra l'altro la delega al personale, ha fornito tutti i documenti richiesti. La lettera anonima che pare essersi trasformata in un esposto alla procura della Repubblica, lancia pesanti accuse su dipendenti comunali, e non nasconde il fatto che anche alcuni esponenti politici del centrosinistra seravezzino fossero a conoscenza da tempo della situazione.

"Se fosse davvero confermata una inchiesta dopo la denuncia de "il corvo" -dicono Cavirani e Luisi- ci chiediamo se non sia opportuno dedicare parte del prossimo consiglio comunale a questo caso, eventualmente convocando una seduta dello stesso a porte chiuse, vista la delicatezza dell'argomento in questione. Noi saremo sempre garantisti fino a prova contraria e abbiamo fiducia nell'operato della magistratura, ma non possiamo restare indifferenti".

 


Questo articolo è stato letto 628 volte.



gesam2016


salani

il Panda


Prenota questo spazio!


Terigi auto 2014-15


Prenota questo spazio!


Franco Mare


Altri articoli in Alta Versilia


giovedì, 23 febbraio 2017, 15:07

Festa della donna: una settimana di iniziative a Seravezza

Numerosi gli appuntamenti promossi dall’assessorato alla promozione e valorizzazione del territorio, dal settore politiche giovanili del comune di Seravezza e dalla biblioteca comunale per la ricorrenza dedicata alle donne


giovedì, 23 febbraio 2017, 15:05

Volontariato: contributi per 520 mila euro alle associazioni che si consolidano e fanno squadra

Contributi alle associazioni di volontariato che stringono rapporti più stretti con il territorio e le comunità locali, con particolare attenzione alle fasce giovanili. Li mette a disposizione il Cesvot


alfrun


giovedì, 23 febbraio 2017, 15:03

Decoro: controlli più rigidi e sanzioni contro i bisognini dei cani

Controlli più rigidi e sanzioni in arrivo per i proprietari di cani che non rispettano le disposizioni in materia. L’iniziativa rientra nelle azioni per il decoro degli spazi pubblici e di cui fanno parte anche le attività di monitoraggio legate all’abbandono dei rifiuti


mercoledì, 22 febbraio 2017, 14:34

Caso Le Poiane: prende forza l'ipotesi di avvelenamento da cibo

Resta ancora un mistero la morte dei due giovani migranti nigeriani ospitati nell'agriturismo Le Poiane di Stazzema. I corpi di Maxwel Emiantor e di Olaide Adeniyi saranno sottoposti ad esame autoptico nella giornata di oggi a Lucca


Prenota questo spazio!