prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 3°

mercoledì, 26 aprile 2017 - Recte agere nihil timere

FacebookTwitterYouTubeFeed RSS degli articoli

Economia

Banchette? No, marchette

giovedì, 16 febbraio 2017, 18:37

di barbara pavarotti

Ma l’avete sentita per intero la frase di Renzi sulle banche nella direzione Pd? Quella che ben ha fatto Marcello Mancini su queste pagine a evidenziare. A leggerla integrale è esilarante.

Non vedo l’ora che parta questa commissione d’inchiesta sulle banche. Per mesi è sembrato che il problema fosse solo di due-tre banchette toscane. Ma quanto sarà affascinante e appassionante poter discutere delle banche pugliesi, della banca popolare di Bari, della 121. Ma quanto sarà interessante discutere delle banche venete, dell’acquisto di Antonveneta, della banca popolare di Vicenza. Si è fatto credere che il problema fosse di qualche banchetta territoriale. Ci sarà questa commissione d’inchiesta e potremo discuterne tutti insieme. Recuperando l’allegria! E la tranquillità, la gentilezza, la trasparenza, la voglia di costruire un partito che parli il linguaggio del futuro”.

Per chi volesse gustarsi la performance in video segnaliamo di andare sul sito del Pd, 51esimo minuto e 44 secondi.

Ma come si esprime Renzi? Crede di stare al bar sport di Rignano? Nelle “due-tre banchette toscane” non ci sono forse Monte dei Paschi di Siena e Banca Etruria? Mps così prodiga di favori: prima l’acquisizione nel 2002, a carissimo prezzo, della salentina banca 121, poi l’acquisto per 9 miliardi di Antonveneta compresi i suoi 7 miliardi di debiti. Colpo di grazia finale, tutti quei bei debitori insolventi, gente importante che ha portato la più antica banca del mondo a cumulare 47 miliardi di prestiti malati.

Insomma, non si tratta proprio di “banchette territoriali”. Ciò però che anche i più sprovveduti capiscono è che l’attacco alle banche pugliesi è un affondo diretto verso i suoi avversari. La Puglia guidata dal concorrente Emiliano in questo momento è pericolosa. Quanto alla Popolare di Bari, l’affondo sembra essere per il deputato pugliese Francesco Boccia, non renziano e presidente della commissione bilancio della Camera, che si è opposto alla riforma del governo Renzi, poi sospesa dal Consiglio di Stato, sulla trasformazione in spa delle banche popolari.

Per la 121 l’attacco è tutto per D’Alema, ritenuto – anche se lui ha sempre negato – sponsor dell’operazione.

Insomma, coltellate e veleni fioccano sotto le sembianze della disponibilità al dialogo. Quelle toscane, secondo il boy scout ridanciano, sono “banchette”, questioni da nulla. Quindi, via, allegria, come dice l’ex presidente del consiglio fan, a quanto pare, dello slogan caro a Mike Bongiorno. Ridiamoci su. Basta con queste banche toscane, il marcio è altrove, il marcio è dappertutto. Stia pur sereno Renzi, gli italiani non ne dubitano affatto. Il “linguaggio del futuro” che il Nostro auspica per il Pd? Se è questo, così approssimativo e incline alla faciloneria, aiuto. Si può tornare, cortesemente, a un po’ del linguaggio del passato? 

 


Questo articolo è stato letto 258 volte.



Studio Legale Storelli


il Panda


Terigi auto 2014-15


Avvocato Francesconi


Carismi


essegi


Altri articoli in Economia


mercoledì, 26 aprile 2017, 15:27

Attivo e operativo il progetto "Ausilio per la spesa"

E' attivo e operativo il nuovo Protocollo di Intenti tra Unicoop Tirreno e Auser filo d'argento, comprensorio della Versilia per il progetto "Ausilio per la spesa", il servizio per la spesa a domicilio riservato a anziani over 75 anni o a persone che per diverse ragioni non possono recarsi a...


martedì, 25 aprile 2017, 20:49

Crèdit Agricole 'acquista' Cassa Risparmio di San Miniato

Al termine della riunione del consiglio di amministrazione di ieri, Crèdit Agricole ha diffuso un comunicato stampa con cui annuncia la propria disponibilità ad avviare la trattativa per l'acquisto delle tre banche italiane, Cassa di Risparmio di San Miniato, di Cesena e di Rimini.


alfrun


lunedì, 24 aprile 2017, 16:06

Sabato mattina tutti a pulire i corsi d’acqua, per tutelare l’ambiente e accogliere i turisti in arrivo

21 corsi d’acqua che saranno puliti dai volontari di almeno 40 associazioni di volontariato, con venti punti di ritrovo nella costa versiliese e apuana e in Lunigiana


sabato, 22 aprile 2017, 20:00

Yare 2017: ancora un bilancio positivo per la rassegna dedicata al settore superyacht

Chiusa oggi la settima edizione di Yare, rassegna del refit e dell’aftersales del settore Superyacht dopo la giornata dedicata ai tour in Alta Versilia e a Lucca dei comandanti ospiti dell’evento


Prenota questo spazio!


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio