prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

sabato, 21 ottobre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Politica

Unione Inquilini e Brigata Sociale Anti Sfratto manifestano per il diritto alla casa e il blocco degli sfratti

giovedì, 12 ottobre 2017, 09:19

Come ogni anno, il 10 ottobre "Giornata nazionale contro gli sfratti", Unione Inquilini e Brigata Sociale Anti Sfratto manifestano in tutta Italia per ribadire l'importanza del diritto alla casa e per chiedere il blocco degli sfratti. A Viareggio, anche quest'anno, hanno contribuito a questo evento nazionale, creando una tre giorni ricca di contenuti politici e di azioni popolari.

"Si parte - hanno esordito - con la prima giornata, domenica 8 ottobre, dove abbiamo organizzato una merenda popolare nella casa occupata a Torre del Lago, immobile di proprietà del Comune, lasciato all'abbandono e al degrado da molti anni e riqualificato dalla Brigata Sociale Anti Sfratto e dall'Unione Inquilini. In questa casa, domenica, abbiamo voluto dare ulteriore dimostrazione di come l'autorganizzazione dal basso e le nostre proposte per le politiche abitative, siano di gran lunga più efficaci di quelle prodotte dalle varie amministrazioni comunali. Persone di ogni età e nazionalità sono venute a trovarci nel giardino di questa splendida casa, bambini e artisti hanno colorato striscioni e dipinto i muri della casa con murales, arricchendo di ulteriore pregio il lavoro di ristrutturazione dell'immobile (grazie anche alla partecipazione del collettivo Dada Boom). Questo immobile prima era in mano alla criminalità e al degrado e furono gli stessi appartenenti alle forze dell'ordine a riferirci che la situazione di degrado in quella zona, da quando abbiamo occupato la casa, era totalmente cessata".

"La seconda giornata di lotta - hanno continuato - ha visto partecipare una bellissima componente meticcia, organizzata e determinata, impegnata nel denunciare in città alcuni degli immobili pubblici e privati lasciati in abbandono. L'azione si è caratterizzata in un blitz notturno ad alcuni edifici abbandonati, sui quali sono stati apposti degli striscioni per denunciare il loro stato di degrado e per chiedere il loro utilizzo per l'emergenza abitativa. Quattro sono gli immobili sanzionati, due privati, di cui uno della della fondazione Pezzini, una ONLUS che professa opere di bene, ma che sfratta e abbandona immobili al degrado, la stessa fondazione che opera nel campo della speculazione edilizia a fianco della Chiesa. Un'altro immobile privato è l'albergo in Via Leonardo da Vinci, murato e abbandonato da tantissimi anni e che, a quest'ora, avrebbe potuto ospitare decine di famiglie in emergenza abitativa. Gli immobili pubblici  denunciati nel blitz sono l'ex centro per immigrati in Via Matteotti, cadente su se stesso e anch'esso abbandonato; il Collegio Colombo, sul quale ci furono fatte precise promesse, sistematicamente non mantenute, per quest'ultimo immobile chiediamo che i lavori per gli studenti promessi subito dopo la fine della nostra occupazione, vengano attuati nell'immediato".

"Un ultimo striscione - hanno incalzato - è stato attaccato al Comune per ribadire come la loro distanza dai problemi sociali della città sia per noi uno stimolo ulteriore per nuove lotte. In fine l'ultima giornata, si è conclusa il 10 ottobre con un ritorno massiccio nelle strade da parte del movimento; ci siamo divisi il quartiere Varignano, per tornare casa dopo casa, famiglia dopo famiglia, a ricordare a tutti i propri diritti e per ricordare he noi continueremo a militare e a difendere chiunque sia privato dei propri bisogni primari".

"Noi - hanno concluso - continuiamo a stare a fianco di chi viene colpito dai soprusi dei più forti, dei più ricchi e dei politici di professione, vogliamo che le case abbandonate a Viareggio vengano censite e utilizzate per l'emergenza abitativa".

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


ughi


Terigi auto 2014-15


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Altri articoli in Politica


alfrun


sabato, 21 ottobre 2017, 18:21

Salemi: "Dal mio annuncio niente attacchi, 300 persone che tifano per me: sono lusingato!"

Rodolfo Salemi è da quando ha 17 anni che fa politica. A 21 sbarca a lavorare in consiglio regionale e a 26 viene eletto, come più votato, in consiglio comunale a Viareggio. Oggi la sua posizione si colloca nel gruppo misto e da nemmeno 48 ore ricopre la carica di...


sabato, 21 ottobre 2017, 16:35

Baldini: "I rappresentanti delle categorie si ascoltano anche quando sono contrarie ai progetti che il comune porta avanti"

Massimiliano Baldini, a nome del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini, ha sollecitato l'amministrazione comunale ad un dialogo con le associazioni di categoria per ogni progetto di sviluppo del territorio e per qualsiasi piano di rilancio commerciale


Prenota questo spazio!


sabato, 21 ottobre 2017, 16:29

Baldini: "La società della Salute è un carrozzone: al fianco di Fials e del segretario Soddu"

Il Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini condivide a pieno le posizioni assunte da Fials Versilia e dal suo Segretario Daniele Soddu ed si dichiara a loro fianco nel sostegno di questa battaglia


sabato, 21 ottobre 2017, 16:16

Pietrasanta Civica: "Il futuro di Pietrasanta non aspetta"

"L’ambiente e la qualità della vita come fulcro dei progetti futuri per Pietrasanta". Così "Pietrasanta Civica" che passa in rassegna i temi che il gruppo vorrebbe fossero discussi tra tutte le forze progressiste del comune


venerdì, 20 ottobre 2017, 17:16

Marcello Mancini nel consiglio nazionale Anci, bolkestein subito sul tavolo assise

Marcello Mancini, avvocato camaiorese e consigliere comunale di Forza Italia nell'assise cittadina (è stato eletto lo scorso giugno), classe 73', entra a far parte del consiglio nazionale dell'Anci, l'associazione dei comuni italiani


giovedì, 19 ottobre 2017, 13:02

Consigliere di minoranza riceve la delega dal sindaco. Baldini: "O si sta da una parte o dall'altra"

Massimiliano Baldini, capogruppo del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini, fa notare come non si possa sedere tra i banchi della minoranza e, allo stesso tempo, accettare un incarico dal sindaco