Anno XI 
Martedì 9 Agosto 2022
  - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Una nuova mostra prende spazio al Mediceo, una mostra che racconta la luce, una mostra che illumina il cammino di una fondazione che quest’estate sta segnando il ritmo dell’arte versiliese.

Si inaugurerà questo pomeriggio la mostra di Francesco Stefanini, “Nel tempo. Opere 1972 – 2022” curata da Stefano Cecchetto e Giuseppe Cordoni presso il palazzo Mediceo di Seravezza. La mostra, inaugurata sabato 6 agosto alle ore 19:00 rimarrà aperta fino al 2 ottobre.

“ Quest’anno siamo stati in grado di portare delle mostre straordinarie. Un tempo il Mediceo era un punto di riferimento in grado di riposizionare artisti e correnti artistiche.” Spiega Rosi Fontana. “ Grazie soprattutto al promotore Costantino Paolicchi, Seravezza è stata e è nel panorama nei musei più importanti d'Italia. La nostra idea è di profilare un programma artistico di respiro internazionale, ma che abbia un occhio di riguardo per gli artisti internazionali toscani.” L’impegno di Rosi Fontana nell’arte è una scelta di vita e l’amore e la dedizione che nutre si riscontrano nella passione con la quale racconta e introduce una mostra che fa parte di un cammino che ha come obbiettivo l’arte. “ Questo è un posto incredibile, sono state fatte mostre in cui sono state fatte 3 edizioni del catalogo. Quando un tempo, il corriere della sera dedicava due pagine per indicare le grandi mostre in Europa, era presente il nome di Seravezza accanto a Londra, Parigi Madrid.

C'eravamo guadagnati il rispetto, poi l’amministrazione ha creato qualche problema.” Racconta Paolicchi “la nuova amministrazione vuole scommettere su una rinascita del palazzo Mediceo. C’è stato un tempo dove si facevano mostre solo dei Macchiaoli, ma per fortuna l'arte non è iniziata e finita a Livorno. Quindi ora si deve recuperare terreno, contatti e credibilità, si deve ricominciare. Noi vogliamo valorizzare gli autori locali e le presenze che hanno avuto stretti legami con la Versilia. Stiamo organizzando un gemellaggio con il museo Van Gogh. Il mediceo deve trovare il modo di aprirsi al mondo. L’idea è di aprire anche verso i pittori liguri.

Siamo impegnati per il prossimo anno, in un impegno molto grande e ambizioso, vogliamo allestire una mostra dedicata a Michelangelo. I soldi per i progetti si trovano, basta una programmazione di qualità.” Gli occhi si rivolgono tutti al direttore Davide Monaco che ci tiene a ringraziare tutti anche a nome del sindaco e a ricordare che quando ha accettato l’incarico una delle sue richieste fu proprio la presenza di Rosi Fontana e di Costantino Paolicchi. Difficile il compito assegnatogli di trovare un equilibrio tra l’arte e un bilancio disastrato, ma che lentamente con impegno e un buono staff, che Monaco ringrazia ogni volta, sta dando i suoi frutti.

Quando la parola passa a Giuseppe Cordoni, il mondo improvvisamente cambia. Non si è più ad una presentazione ma per un attimo ci ritroviamo in una bottega d’arte, con giovani artisti che disegnano, rincorrendo quel fuoco, chiamato arte e cercando di trattenerlo, domarlo, raccontarlo anche solo con una pennellata. “Se in un tempo così incasinato vi dicessi che siamo chiamati a un destino di armonia e che ognuno nasce non a caso in un punto di un pianeta ma che questo punto è in relazione con noi?” Esordisce Cordoni “Un artista segue il proprio destino di armonia. Gli artisti lo fanno per noi, di seguire il destino. Francesco Stefanini si porta dietro 3 cose: il lavoro, il bisogno di bellezza e la libertà. Il lavoro inteso come arte. La bellezza come senso dell'armonia .La libertà nella luce. Stefanini racconta una luce sognata dove la metrica riporta a Pietro della Francesca. La libertà definita come libertà delle emozioni perché lui è un poeta delle emozioni. La ricerca della luce è la più evidente è la più difficile da trovare. Si colloca all'ombra di Cosimo e di Michelangelo in un viaggio alla ricerca della luce. Ogni tela diventa l'aldilà dell'aldidentro. Lui è un mistico e la cosa più mistica che abbiamo è la luce. Lui ci fa venire alla luce. Lasciatevi venire alla luce. Cosa si dice quando uno nasce? Che è venuto alla luce. Ecco, quando guardate uno dei dipinti di Stefanini, non cercate di catalogarlo, di definirlo, ma lasciatevi andare e lasciatevi venire alla luce”.

Dopo questo intervento, le parole dell’autore sono quasi superflue, visto che le sue opere stanno già parlando per lui e stanno raccontando già la sua storia e la sua ricerca.

Una mostra tutta da scoprire e da respirare con gli occhi, in un’esperienza di nascita o rinascita che tra luci racchiuse in quadrati di finestre, lucciole, foglie o semplicemente spiragli di bianco è in grado di toccare in profondità l’animo di chi la guarda.

Pin It
  • Galleria:
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Un concerto, un docufilm e un videoclip promossi e finanziati dal Consiglio regionale in ricordo di due "personalità storiche…

Attivato presso la sede della farmacia comunale di Piano di Conca il servizio di prenotazione on-line dei farmaci prescritti da…

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

La questione dei senzatetto a Viareggio sembra non trovare mai un lieto fine. Secondo “Potere al Popolo” i senza fissa…

Repubblica Viareggina commenta quanto avvenuto nei giorni scorsi: "Il bombardamento del 5 agosto a Gaza da parte dell'esercito sionista…

Tornano gli appuntamenti del lunedì sera tra cultura e spettacolo in Piazza…

Spazio disponibilie

Indossate qualcosa di comodo, perché stasera a “LidoCult” si balla. La rassegna di libri pop che…

La Fondazione Versiliana comunica che lo spettacolo "Canta e ridi con i Legnanesi" previsto per lunedì 8 agosto al…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie