prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

martedì, 20 febbraio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Alta Versilia

Bugli a Sant’Anna di Stazzema: "La memoria di questo eccidio serva all'Europa"

sabato, 12 agosto 2017, 13:51

"La memoria non è soltanto una dimensione personale ma una grande e decisiva questione politica che segna la storia di una comunità nel profondo, lasciando segni indelebili". Così l'assessore regionale Vittorio Bugli, intervenendo stamani a Sant'Anna di Stazzema, nel 73esimo anniversario dell'eccidio avvenuto il 12 agosto del '44, uno degli episodi più efferati del secondo conflitto mondiale.

"Ci troviamo in un luogo simbolo – ha detto Bugli - in cui si è concentrato tutto il dolore del Novecento". "Oltre il commosso omaggio alle vittime – ha proseguito Bugli - oltre la testimonianza del dolore, dobbiamo rinnovare la promessa di impedire che le condizioni che resero possibili così tanti lutti si ripetano e tenere sempre a mente il monito di Primo Levi sul rischio che la storia torni anche sui propri passi peggiori".

"Questa orrenda carneficina – ha quindi proseguito l'assessore- è uno degli episodi più feroci dell'estate del 1944 in territorio toscano. La nostra regione ha pagato un prezzo molto alto per la conquista della democrazia e della libertà; 4.461 le vittime degli eccidi nazifascisti, 658 i condannati dal tribunale speciale, un decimo di tutti i danni di guerra, centinaia di deportati. Sono 83 i Comuni toscani che tra il '43 ed il ‘45 subirono l'offesa della violenza nazifascista con ben 281 stragi".

"Oggi siamo in un momento particolare, dentro una congiuntura sociale ed economica che ci spinge ad allargare lo sguardo oltre le immagini raccapriccianti di questo eccidio feroce proprio per non venir meno all'impegno tante volte ripetuto di lavorare per la pace e per lo sviluppo del nostro Continente, facendone un modello di "potenza civile" nel campo dei diritti, del lavoro, della democrazia e della cittadinanza".

"Per questo l'Europa non deve avere la paura di perdere la sua "identità" e i suoi valori. Perché i "nostri valori" sono quelli indicati nella Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea: Dignità, Libertà, Uguaglianza, Solidarietà. L'Europa che dobbiamo difendere è questa : l'Europa che riconosce la dignità della persona come valore primario e che difende la libertà di espressione, di religione, di orientamento sessuale".

"In un luogo come Sant'Anna di Stazzema e di fronte ad una rappresentazione così estesa ed esplicita del dolore e del male si può talvolta perdere la speranza . Perciò voglio riprendere le parole che Hannah Arendt - ha concluso l'assessore - ha messo alla fine del suo libro 'Le origini del totalitarismo' in cui scrive: ‘Ogni fine della storia contiene necessariamente un nuovo inizio. L'inizio è la capacità dell'uomo. Politicamente si identifica con la libertà umana. Questo inizio è in verità ogni uomo'".

 


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda


Prenota questo spazio!


Terigi auto 2014-15


Prenota questo spazio!


Altri articoli in Alta Versilia


alfrun


martedì, 20 febbraio 2018, 12:19

Fiera patronale di Querceta: aperte le iscrizioni al Menù di San Giuseppe

Per arricchire il programma della festa patronale di Querceta l'Amministrazione Comunale promuove anche quest'anno un coordinamento fra ristoranti, pizzerie ed esercizi di somministrazione alimenti e bevande per dar vita a un'offerta enogastronomica originale, pensata appositamente per i giorni della fiera, a prezzo fisso o comunque speciale


lunedì, 19 febbraio 2018, 15:31

Il Percorso della Memoria: un monumento per gli sminatori che misero in sicurezza il territorio della Versilia

 Se la Versilia riuscì a rialzare la testa dopo la terribile prova dell’ultimo conflitto mondiale ed a ricostruire il proprio tessuto di infrastrutture e di servizi, i paesi, le industrie, molto si deve all’eroico lavoro degli sminatori Bonifica Campi Minati, civili volontari alle dipendenze del Genio Militare che dal 1945...


Prenota questo spazio!


lunedì, 19 febbraio 2018, 12:15

La comunità di Pomezzana: "Lotteremo fino a quando il comune non revocherà l’autorizzazione e cancellerà per sempre l’area estrattiva della Ratta"

La comunità di Pomezzana, nel comune di Stazzema, interviene dopo aver appreso gli esiti delle indagini della guardia di finanza sulle evasioni fiscali dei titolari della Società Marmo Ardesia ed Affini s.r.l.


lunedì, 19 febbraio 2018, 12:14

Teatro Scuderie Granducali: tutto esaurito in prevendita per Neri Marcorè

Sold out in ogni ordine di posto per “Quello che non ho”, lo spettacolo che Neri Marcorè porta in scena domani (martedì 20 febbraio) al teatro delle Scuderie Granducali di Seravezza


sabato, 17 febbraio 2018, 14:38

"La notte che verrà", opera prima del regista seravezzino Luca Martinelli: venerdì la prima nazionale alle Scuderie Granducali

Due trentenni, perfetti sconosciuti, si incontrano in strada di notte. Per entrambi è un momento di forte difficoltà personale e professionale. Da quell'incontro fortuito nascerà una profonda amicizia che sarà proprio la notte a suggellare al termine di una storia ricca di avventure, colpi di scena e... un po' di guai.


venerdì, 16 febbraio 2018, 22:52

Inaugurata la quindicesima edizione di Seravezza Fotografia

Ospite d’onore della rassegna il fotoreporter milanese Uliano Lucas con una possente antologica dal titolo “La vita e nient’altro - Cinquant’anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance” (fino all’8 aprile)