Anno 6°

domenica, 24 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Alta Versilia

La Grassina, moglie del Linchetto, in un carboncino di Laura Lorenzini

mercoledì, 30 dicembre 2020, 08:44

Un mito da raccontare, o meglio da tramandare di generazione in generazione, come tanti anni fa accadeva, meglio se di fronte a un accogliente camino d'inverno, specialmente sulle Apuane e in Lucchesia. E' quello della Grassina, figura femminile che accompagna il Linchetto, lo scherzoso folletto 'maniaco' dell'igiene, celebre per i suoi giocosi scherzi, come intrecciare crini di cavalli e lunghi capelli.

Madre, moglie attempata o compagna del Linchetto? Non è dato saperlo con estrema precisione. Certo è che questo singolare folletto femmina ha le sembianze di una piccolissima vecchina dal sorriso un po' beffardo. Frequentatrice assidua delle cantine e delle dispense toscane, lì spesso dimora, quasi sempre vestita di un abito realizzato con brandelli di tessuto da lei stessa rattoppati in un eterno moto. Si tramanda abbia un carattere assai cortese e sia sovente disponibile a collaborare alle faccende domestiche. 

Secondo la tradizione, se ogni settimana viene lasciato in cucina un bicchierino di latte, o ancora meglio di buon vino, sul pavimento della cantina dinanzi alle botti, la riconoscente Grassina - per ringraziamento - veglierà sulla casa e lascerà in dono prelibati dolciumi preparati con rare spezie. Qualora - invece - sia trattata senza alcun riguardo, la Grassina finirà per servirsi da sola e, per dispetto, lascerà aperti i rubinetti delle botti.

L'artista rappresenta nel carboncino la Grassina un po' in carne, con i capelli neri, il vestito interamente a pezze, mentre il consueto sorriso le illumina il furbo e simpatico volto. Porta un foulard sulla testa, recante delle piccole esoteriche lune. La maglia evidenzia un fiocco e, a lato, un fiorellino di stoffa a spilla. In stoffa sono anche le scarpe del folletto.

Laura Lorenzini (Nadine), nata il 1° gennaio 1988 a Viareggio, dove adesso vive e opera, ha trascorso a Carrara molti anni della sua adolescenza. La sua arte è legata ad immagini mitiche ed esoteriche, a leggende popolari, italiane ed europee. Si ricordano - in particolare - opere come “La Sirena Apuana”, dedicata al mito della Sirena del fiume Carrione, "Il satiro Mezzacapra", “La Sirena di Viareggio”, “Matelda”, "La Chimera di Arezzo", “Ecate misteriosa”, “La magia della Luna, ovvero la leggenda del vampiro di Birmingham”, opera - quest'ultima - alla quale il sito britannico "The Birmingham Press" ha recentemente dedicato un articolo.

Adesso sta lavorando a un proprio progetto per la diffusione - in Europa e America - di tradizioni popolari toscane, come le leggende riguardanti il Linchetto e - appunto - la Grassina.


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda

tuscania

auditerigi

toyota


Altri articoli in Alta Versilia


venerdì, 22 gennaio 2021, 15:53

Seravezza, servizi comunali a portata di smartphone

Gabrielli annuncia la volontà del Comune di promuovere anche la diffusione dello SPID, sistema di autenticazione per accedere alle pratiche dell'ente o ad altri servizi locali e nazionali


giovedì, 21 gennaio 2021, 09:54

Collaborazione nell’anno di Dante dalla pianura alla montagna e fino al mare

Anche nelle varie fasi del Coronavirus l’impegno dell’Associazione Mangia Trekking ha continuato a valorizzare la vita sportiva negli ambienti naturali


Prenota questo spazio!


mercoledì, 20 gennaio 2021, 19:02

Ambiente: Parco Alpi Apuane, via libera a bilancio esercizio 2019

Nella commissione del consiglio regionale presieduta da Lucia De Robertis (Pd), parere favorevole a maggioranza. Astenuto il gruppo di Fratelli d’Italia, contro la Lega


mercoledì, 20 gennaio 2021, 18:34

Misure di sostegno alla popolazione in difficoltà

Misure di sostegno alla popolazione in difficoltà: comunicata l’entità della cifra messa a disposizione dal governo. Ecco le modalità di accesso


martedì, 19 gennaio 2021, 15:30

Completate le opere di riqualificazione di quattro parchi pubblici a Seravezza, Ripa e Pozzi

I quattro giardini pubblici di Seravezza, Ripa e Pozzi oggetto dell'intervento sono stati sottoposti a manutenzione straordinaria (rifacimento delle recinzioni e piccole riparazioni) e alla sostituzione delle attrezzature ludiche esistenti o alla loro installazione ex novo come nel caso del parco di via Martiri di Sant'Anna a Pozzi


lunedì, 18 gennaio 2021, 14:14

Gruppo d'Intervento giuridico: "Il demanio civico di Vagli Sotto e Stazzema deve essere reintegrato senza dilazioni"

È chiara l'istanza portata avanti dall'associazione ecologista Gruppo d'Intervento Giuridico odv alla Regione Toscana: "Occupati illegittimamente ettari di terreno e in caso di mancata restituzione al demanio civico non sarebbero da escludere provvedimenti di sequestro preventivo"


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!