Anno X

sabato, 18 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Camaiore

Non sappiamo chi amiamo: le “Variazioni enigmatiche” in scena al Teatro dell’Olivo

domenica, 24 febbraio 2013, 22:00

«Mi scuso a nome di tutte le persone che stasera non sono venute a vedere lo spettacolo, non sanno cosa si sono persi!» Questo il commento di  uno spettatore all’uscita del Teatro dell’Olivo di Camaiore in questo sabato di “allarme meteo” in Versilia.  

Pochi gli spettatori in sala per una performance che vede nuovamente calcare le assi del palcoscenico da uno dei più importanti e conosciuti registi teatrali italiani: Saverio Marconi. Insieme a lui, solo un altro attore, Gian Paolo Valentini che, per un’ora e quaranta di spettacolo senza intervallo tengono il pubblico incollato alla quarta parete, penetrandola cerebralmente e entrando così all’interno della storia.

«A chi dici: io t'amo? A chi lo dico io? Non sappiamo chi amiamo. Non lo sapremo mai. Ti dono questa musica perché tu ci rifletta» così riflette Helene, protagonista (assente) della pièce , rendendo omaggio ai due uomini della sua vita, donando loro le Variazioni Enigmatiche (di Edward Elgar), opera che presenta modificazioni ritmiche su una melodia nota che non si riesce a individuare. La variazione numero nove diverrà il leitmotiv dell’omonima pièce teatrale (omaggiando l’opera di Elgar), andando a accompagnare buona parte dei momenti più commuoventi della scena agita.

Quello che colpisce in questo spettacolo, e che coinvolge chi vi assiste, è proprio il testo, la drammaturgia scritta in maniera sapiente da Eric Emmanuel Schmitt ( in molti lo ricorderanno per Il visitatore, commedia del 1993) che mescola una struggente storia d’amore al tema della malattia non risultando mai banale. Un presunto giornalista ordinario intervista uno straordinario e eccentrico scrittore sul suo ultimo libro/rivelazione: dopo il primo impatto con i personaggi, si entra nel vivo di una storia ricca di colpi di scena ed evoluzioni inaspettate.

L’ordinario è Gian Paolo Valentini che, attraverso una recitazione di cadenze meditate, pone le proprie domande accusatorie all’eremita scrittore (rifugiatosi su un’isola per non avere rapporti con la terraferma e le persone che la abitano): interpretato da un naturalissimo e appassionato Saverio Marconi, questi risponde con spontanei assiomi sulla vita e sull’amore.

La scenografia di Carla Accoramboni è un semplice salotto: un’ampia libreria sulla destra, qualche mobiletto sui lati. Gli elementi fondanti sono un giradischi, sulla sinistra, che emetterà le dolci variazioni di Elgar e, al centro, le due poltrone una di fronte all’altra, che permetteranno agli attori di recitare buona parte delle scene mostrando il solo profilo del volto agli astanti. La regia di Gabriela Eleonori è, appunto, volutamente statica e permette al pubblico d’immedesimarsi a pieno regime in ciò che si racconta. Lo spettacolo piace molto a chi non conosce il testo, poiché permette di meravigliarsi e di sorprendersi scena dopo scena.

Luca Lazzareschi con questo spettacolo segna un altro punto a favore della sua direzione artistica di questa stagione teatrale invernale, dove buona parte dei successi sono stati portati in Versiliana proprio in territorio “straniero” come Camaiore, nel suo bel teatrino dell’Olivo.

 I prossimi spettacoli in programmazione saranno: L’abissina di Ugo Chiti con Isa Danieli martedì 26 febbraio a Pietrasanta e Il mio Coppi…pedala, pedala… di Maurizio Panici con Pamela Villoresi che andrà in scena venerdì 1 marzo anziché sabato 2 marzo al Teatro dell’Olivo di Camaiore.

Francesca Cecconi

Variazioni Enigmatiche

di Eric-Emmanuel Schmitt

traduzione di Saverio Marconi e Gabriela Eleonori

con Gian Paolo Valentini e Saverio Marconi

Regia di Gabriela Eleonori

Scene e costumi Carla Accoramboni

luci Valerio Tiberi


Questo articolo è stato letto volte.


toyota

tuscania

il Panda

auditerigi

calimero

maxibazar


Altri articoli in Camaiore


martedì, 14 settembre 2021, 17:52

Banda ultralarga per i borghi di Camaiore: il progetto di ‘Open Fiber’

Un progetto di cui si è sentito il bisogno, soprattutto con l’avvento della pandemia, quello di Open Fiber, che realizza 45 km di fibra per coprire i borghi di Camaiore, anche i più lontani dal centro urbano


martedì, 14 settembre 2021, 14:33

Lido di Camaiore si conferma regina dell'estate

Successo per la stagione degli eventi sul lungomare organizzati dall'Associazione Balneari: oltre trenta appuntamenti in calendario tutti ad ingresso gratuito


Prenota questo spazio!


sabato, 11 settembre 2021, 17:10

Marcello Pierucci, l'uomo 'pacato' si fa sentire: "Pochi discorsi e tanta concretezza"

Dopo tanti anni da vicesindaco nei mandati Del Dotto, Pierucci riceve l'appoggio del centrosinistra, che lo sosterrà in vista del turno elettorale in programma il prossimo anno. Foto di Alfredo Scorza


mercoledì, 8 settembre 2021, 13:08

Nuove telecamere sul Comune di Camaiore per la sicurezza dei cittadini

Arriveranno nuove telecamere (e telecamere anche 'intelligenti', capaci di funzionare in rete) sul territorio di Camaiore


martedì, 7 settembre 2021, 14:35

Camaiore, Marcello Pierucci candidato sindaco del centrosinistra

Marcello Pierucci, noto commercialista, è stato vicesindaco nei due mandati dell'amministrazione Del Dotto, occupandosi in particolare di lavori pubblici, patrimonio, ambiente, bilancio e polizia municipale


lunedì, 6 settembre 2021, 16:44

"Palazzo Littorio e nuovo giardino murato? Prima troppo costosi, ora 'riciclati' per campagna elettorale"

Così la lista civica Camaiore nel Cuore nel commentare la notizia del presunto acquisto di Palazzo Littorio e della realizzazione di un giardino murato tra via Tabarrani e via delle Muretta, nell'orto della Torinese


Ricerca nel sito


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!