Anno 6°

mercoledì, 26 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Camaiore

L'idea dei Padri Cavanis: Villa Borbone delle Pianore potrebbe diventare un hotel a 5 stelle

venerdì, 6 settembre 2019, 23:27

Il progetto sembra prendere forma. La Villa Cavanis di Capezzano Pianore è in questi giorni al centro di un dialogo già ben avviato tra il comune di Camaiore e i proprietari del luogo, ovvero i Padri Cavanis, ordine religioso veneto. La proposta è quella di dare nuovo smalto alla Villa Borbone delle Pianore, che per molti anni è stata affidata al comune in comodato d'uso per rendere possibile la visita e l'organizzazione di eventi culturali e folkloristici.

Da entrambe le parti c'è la volontà di recuperare questo importantissimo luogo di interesse per il territorio camaiorese e l'idea è quella di sfruttarlo in chiave turistica: l'apertura di un hotel di lusso a 5 stelle è la prima opzione per la Confraternita dei Padri Cavanis che, attraverso la mediazione del responsabile Padre Pierluigi Pennacchi, ha fatto sapere all'amministrazione questo suo intento. Sindaco e giunta non hanno voce in capitolo, dato che il comune non è proprietario dell'edificio, ma hanno fatto sapere (attraverso l'ufficio stampa comunale) che si impegneranno per far sì che venga attuato un percorso partecipativo anche con i cittadini di Capezzano Pianore che abbia come unico fine il pubblico interesse.

Il piano di rivalorizzazione della struttura potrebbe essere un'occasione per dare nuova luce alla zona di Capezzano, visto che è stato ed è tutt'ora un'attrazione molto importante per il territorio, data la strategica posizione geografica che consentirebbe una grande affluenza di turisti. Sono stati annunciati anche probabili lavori di viabilità per facilitare le persone a raggiungere il futuro albergo, che sarà comunque visitabile esternamente anche a chi non vi alloggia.

Tra Pietrasanta e Camaiore, tra mari e monti, la vecchia tenuta dei Borbone (la casa reale non è più proprietaria dagli anni '60) fu il luogo di nascita di Zita, ultima imperatrice d'Austria, e rappresenta, dal punto di vista storico e artistico, un'eredità importante che è necessario proteggere: i Cavanis hanno fatto sapere che, qualora il progetto andasse in porto, si impegnerebbero affinché vengano mantenuti e restaurati sia la facciata che gli interni dello storico edificio, per conservare la bellezza e l'identità del luogo.

Diego Venturini

 


Questo articolo è stato letto volte.


maxibazar


tuscania


il Panda


auditerigi


Altri articoli in Camaiore


sabato, 22 febbraio 2020, 13:48

Donato un ecografo portatile all'associazione Per te Donna

È stata presentata questa mattina, sabato 22 febbraio 2020, nella sala Consiliare “Pierantonio Graziani” del Comune di Camaiore la donazione di un ecografo portatile da parte di Andrea e Marco Gassani, in memoria della mamma Maria Paola Ramacciotti, all’Associazione Per te Donna Onlus


venerdì, 21 febbraio 2020, 09:25

Folla per la festa di Giovedì Grasso a Camaiore

Il centro di Camaiore pieno di gente, famiglie e mascherine per la grande festa di Carnevale organizzata per Giovedì Grasso. Un pomeriggio quasi primaverile ha accolto le centinaia di mascherine che hanno deciso di partecipare a Camaiore


Prenota questo spazio!


venerdì, 21 febbraio 2020, 09:05

In fuga con 30 dosi di eroina: arrestato un bastardo spacciatore di morte

La Guardia di Finanza di Viareggio ha denunciato un cittadino tunisino di 40 anni per traffico di sostanze stupefacenti e proceduto al sequestro di un involucro contenente dell’hashish e 30 dosi di eroina già confezionate e pronte per la vendita


giovedì, 20 febbraio 2020, 15:41

Accordo di programma sulla balneazione: preoccupate forze di maggioranza

Le forze politiche di maggioranza di Partito Democratico, Gruppo Misto-Italia Viva e Sinistra Unita Progetto Comune, esprimono la loro massima preoccupazione circa lo stato di realizzazione delle misure dirette a salvaguardare la balneazione alla foce di Fossa dell'Abate


martedì, 18 febbraio 2020, 17:02

Ricoltiviamo la montagna, il Castagno: storia, economia, ambiente e sapori

Soddisfazione da parte del Presidente dell'Associazione Castanicoltori della Lucchesia e del referente del "Tavolo di lavoro di indirizzo permanente Agricoltura e Ambiente" per il numero di partecipanti, all'evento "Ricoltiviamo la montagna", oltre 60 i presenti; dove si è parlato del castagno presente da secoli sulle nostre colline e montagne


martedì, 18 febbraio 2020, 16:55

Assistenza oncoematologica domiciliare in Versilia: firmato protocollo d’intesa tra Azienda USL Toscana nord ovest ed AIL

La Zona distretto della Versilia e l'Associazione italiana contro le leucemie, linfomi, mielomi (AIL ONLUS) sezione di Lucca, hanno firmato il protocollo di intesa per l’assistenza a domicilio ai pazienti affetti da malattie oncoematologiche


Ricerca nel sito


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!