prenota

prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

venerdì, 23 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

gesamgaseluce


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Giornali stampati su carta da cesso: ultima trovata per frenare la perdita di copie

giovedì, 8 agosto 2019, 21:17

di aldo grandi

Pare che giri sul web o da qualche altra parte la notizia, clamorosa se vera, che alcuni Maestri della libertà di stampa e dell'ambientalismo estremo avrebbero trovato la soluzione al male che affligge, da anni, gli editori ossia l'emorragia inarrestabile di copie perdute. Ebbene, i Soloni del pensiero a una dimensione hanno deciso che, nel futuro più o meno prossimo, i giornali saranno stampati su carta da cesso con inchiostro ecologico. In sostanza il lettore e i suoi familiari, una volta spulciate le pagine e apprese le ultime novità dal globo terracqueo, potranno utilizzare la carta per pulirsi, letteralmente, il fondoschiena e, così facendo, risparmiare sul costo della carta igienica. Una trovata pazzesca che, se confermata, potrebbe risollevare le sorti ormai segnate di un settore, quello della stampa cartacea, giunto alla frutta se non, addirittura, al conto. Ovvie le rimostranze di numerose cartiere produttrici di rotoli di carta igienica le quali, nell'apprendere la cosa, hanno subito visto dimezzare i propri guadagni visto che la carta da cesso è, sostanzialmente, uno degli articoli irrinunciabili per le masse notoriamente cacone oltre ogni limite. Noi che, fortunatamente, non spendiamo da tempo immemore un solo euro per acquistare pagine scritte, non siamo rimasti sorpresi né, tantomeno, allarmati. In fondo i giornali cartacei sono, nella loro grandissima maggioranza, tutti a senso unico ed è per questo che, forse, non vendono più niente. Sdraiati sulla linea degli editori leccaculo della Sinistra con il Rolex e radical chic-choc...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Peppone è Tambellini, ma monsignor Giulietti non è più don Camillo

martedì, 6 agosto 2019, 18:31

di aldo grandi

Quando non ci sarà più posto all'inferno i morti torneranno sulla terra. Recitava, così, a metà anni Settanta, il lancio promozionale del film diretto da Cesar Romero, Zombie. Alcuni giorni fa, in occasione delle celebrazioni in onore di don Aldo Mei trucidato dai fascisti 75 anni fa - non l'altro ieri, bensì nel secolo scorso - il sindaco di Lucca che ama farsi riprendere con bandiere di etnie varie o mentre balla la danza della pioggia in piazza S. Michele, unitamente al discepolo di Bergoglio spedito a Lucca per guidare la chiesa provinciale, monsignor Paolo Giulietti, sono stati fotografati con il cartello al collo pardon al petto contro il decreto legge sicurezza bis. Ecco, a voler fare un paragone tutt'altro che campato in aria, quando, grazie alle politiche immigrazioniste spinte all'estremo della Chiesa e della Sinistra non ci sarà più posto nelle carceri, per le strade, nei centri di (dis)accoglienza, sulle navi, cani e porci finiranno, certamente, per riversarsi tutti a casa di Tambellini a S. Alessio, in arcivescovado e, magari, ma non accadrà visto che gli unici muri tirati su sono quel Vaticano, nelle sale e nelle secrete stanze del gesuita vestito di bianco a Roma. Dispiace che un evento storico come quello di don Aldo Mei, trucidato dai nazisti, quelli veri, però, sia stato strumentalizzato politicamente e storicamente e dispiace ancora di più che in questa bailamme senza senso e senza dignità ci sia finito anche un professore intelligente, arguto e intellettualmente onesto come Luciano Luciani. Sì, perché celebrare don Aldo Mei a 75 anni dalla morte non ha più alcun senso politico e dovrebbe, al contrario, essere monito di unità per tutti gli italiani che in quella guerra civile persero la vita e gli affetti più cari. Ma la Sinistra, però, non sa né vuole dimenticare, soprattutto, quando il richiamarsi all'antifascismo - a quasi un secolo di distanza - può essere utile e, in fondo, resta il solo aggancio cui aggrapparsi per non precipitare nel vuoto assoluto...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Corse, blitz sur la plage: une provocation francaise. Anche i corsi a volte, nel loro piccolo, si incazzano

venerdì, 2 agosto 2019, 23:46

di aldo grandi

Dopo alcuni giorni trascorsi su l'Ile de beauté a prenderci un po' di sole, eccoci di ritorno per tenervi compagnia fino alla fine del mese di agosto. Ebbene sì, cari amici miei, staremo insieme, più incazzati che mai, anche durante questo mese nel corso del quale, generalmente, la gente preferisce non pensare. Eravamo, dicevamo, in Corsica fino a questa mattina e alle 9, proprio mentre stavamo percorrendo la strada che conduce a Bastia per l'imbarco, all'altezza della spiaggia di Favone ecco che restiamo basiti: uno spiegamento di forze della gendarmerie che lasciava pensare a una sorta di blitz antiterrorismo o antidroga. Decine di agenti con tanto di giubbotti antiproiettile, decine di veicoli che tenevano presidiata la zona e la strada, traffico bloccato e tutti sulla spiaggia. Ci siamo fermati a fare colazione e, spinti dalla solita curiosità che è valida a tutte le latitudini, abbiamo attraversato la route e siamo andati a vedere cosa stava accadendo. Nemmeno il tempo di scattare alcune foto agli agenti che portavano via decine di lettini - o transat come dicono in francese - sistemati su due file in spiaggia ed ecco il solito poliziotto armato di Nikon che ci ha ripreso più volte. Andiamo verso di lui e senza tanti complimenti lo ringraziamo per gli scatti, è gentile, minimizza l'accaduto, dice che è solo roba amministrativa, ci chiede di che testata giornalistica siamo e quando gli diciamo che siamo italiani non dice nulla, ci lascia fare tranquilli...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Carabiniere ammazzato, ma quali lavori forzati?, pena di morte e via...

sabato, 27 luglio 2019, 20:14

di aldo grandi

Nemmeno il tempo di prenderci due giorni di riposo per celebrare il compleanno ed ecco che il colonnino del Cecco a cena rivendica i propri diritti. E la realtà, va detto, non ci pensa granché a fornire spunti per i nostri commenti. A Roma un carabiniere è stato ammazzato. In un primo momento, si è detto, per mano di un maghrebino mentre, poi, è venuto fuori che a uccidere il militare sarebbe stato un giovane americano che di maghrebino non aveva alcunché. Fortuna che noi, pur non avendo grande simpatia per l'immigrazione spinta, non facciamo grandi distinzioni in merito a chi commette delitti efferati. Bianco, verde, giallo, rosso, nero, marrone non importa. Chi ha ammazzato con otto coltellate - o sette a seconda dei punti di vista - il carabiniere, merita di essere soppresso. Via libera, quindi, alla pena di morte che, in democrazia, rappresenta una garanzia sia per la collettività sia, paradossalmente, per l'imputato. Le prime voci sul fatto che a compiere il delitto fossero stati due immigrati aveva scatenato una polemica che vedeva coinvolti da un lato coloro i quali gli immigrati li vorrebbero sistematicamente altrove e chi, all'opposto, li vorrebbe un po' ovunque tranne, ovviamente, in casa propria. Noi non siamo mai stati teneri con chi sbarca sulle nostre coste e abbiamo sempre detto che di criminali in casa nostra ne abbiamo già così tanti da non aver bisogno di aggiungerne altri...


prenota_spazio


Avvocato Francesconi


prenota_spazio


auditerigi


Ultime notizie brevi


venerdì, 23 agosto 2019, 14:55

Patrimonio e Commercio: affidati i lavori di riqualificazione del parco giochi di via Don Minzoni a Querceta. Imminente l'apertura del cantiere

Avvio ormai imminente per i lavori di riqualificazione del parco giochi di via Don Minzoni a Querceta. Nei giorni scorsi, infatti, le opere sono state formalmente affidate alla ditta Macagi di Cingoli (Macerata), unica partecipante all'indagine di mercato promossa dal Comune di Seravezza per l'esecuzione dell'intervento.


venerdì, 23 agosto 2019, 12:33

Camaiore, indagini sul territorio comunale per redazione di studi di microzonazione sismica

A partire dal 25 agosto, fino alla fine del mese di ottobre, nel territorio del Comune di Camaiore verranno svolte attività di rilievo in campagna ed esecuzione di prove sismiche da parte di tecnici professionisti per la realizzazione della "Microzonazione Sismica di 2° livello",  secondo una distribuzione planimetrica predisposta dal...


Prenota questo spazio!


venerdì, 23 agosto 2019, 12:00

Massarosa, online gli ammessi ai servizi pomeridiani dei nidi di infanzia

L'ufficio istruzione del comune di Massarosa informa che è stata approvata – con determina dirigenziale numero 627 del 21 agosto – la graduatoria definitiva degli ammessi alla frequenza pomeridiana per l'anno scolastico 2019/20 dei servizi educativi nido d'infanzia "G.Del Magro" e nido d'infanzia "Girotondo".


venerdì, 23 agosto 2019, 11:14

Massarosa, rinviata "Spadasfilando"

Massarosa, causa allerta meteo, "Spadasfilando", la manifestazione in programma oggi, venerdì 23 agosto, è stata rinvitata. La serata di moda de "I venerdì sotto le stelle" sarà recuperata venerdì 20 settembre.


giovedì, 22 agosto 2019, 15:17

Capriglia, accesi punti luce e regolamentata viabilità via della Fornace

Potenziata l'illuminazione e regolamentata con il doppio senso per un tratto di viabilità nel tratto di via della Fornace a Capriglia. Come richiesto dai residenti l'amministrazione di Giovannetti ha mantenuto altri piccoli impegni con la frazione che presto sarà nuovamente interessata dal secondo importante lotto di lavori per la messa in...


giovedì, 22 agosto 2019, 15:16

Azienda USL Toscana nord ovest, pubblicati gli avvisi per cinque nuovi primari

Sono cinque gli avvisi di selezione pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana (Burt – parte III n. 34) per il conferimento di incarichi quinquennali per i primariati della Neurologia di Massa, Neurologia di Lucca, Ostetricia e Ginecologia di Pontedera e Volterra, Radioterapia di Livorno e della Ematologia aziendale.


giovedì, 22 agosto 2019, 14:55

Pluriservizi, la risposta dell'amministrazione all'ex sindaco di Camaiore, Giampaolo Bertola e all'avvocato Marcello Mancini

L'amministrazione comunale risponde all'ex sindaco di Camaiore, Giampaolo Bertola e all'avvocato Marcello Mancini in merito al licenziamento disciplinare di un lavoratore della Pluriservizi: "Giampaolo Bertola e Marcello Mancini, nel più totale isolamento dal resto dell'opposizione che ormai non li segue più, attaccano per l'ennesima volta l'amministratore unico della Pluriservizi.


giovedì, 22 agosto 2019, 14:55

Pietrasanta Medievale, bando per partecipare al mercatino hobbisti-operatori dell'ingegno e operatori professionali

Mercatino degli hobbisti e dell'ingegno e mercatino degli operatori professionali: aperti i termini per partecipare ai due mercatini collaterali in occasione della terza edizione di Pietrasanta Medievale in programma da sabato 5 a domenica 6 ottobre nel centro storico di Pietrasanta. Tante le iniziative in agenda che accompagnano la due giorni dedicata alle rievocazioni e alla...


giovedì, 22 agosto 2019, 14:53

Proseguono i lavori a Strettoia per la sicurezza idraulica

Cresce la sicurezza idraulica a Strettoia, frazione del comune di Pietrasanta, con gli interventi di manutenzione ai corsi d’acqua che sta realizzando il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, in stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale.


giovedì, 22 agosto 2019, 14:53

Il ricordo di Luca Lunardi di Asio Vivaldi

"Per quasi 5 anni mi è stato accanto come apprezzato e pugnace Consigliere Comunale. Sempre presente, erano celebri i suoi battaglieri e vivaci interventi in Consiglio Comunale. Una attività e partecipazione alla vita politica cittadina che affondava le radici nel suo passato di attivo sindacalista e nell'amore che aveva per...


Ricerca nel sito


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!