prenota

prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

martedì, 23 ottobre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

gesamgaseluce


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Avevamo ragione noi!

lunedì, 22 ottobre 2018, 22:00

di aldo grandi

Ormai non sappiamo nemmeno quante querele e altrettanti esposti all'ordine professionale ci hanno interessato in questi sette anni di Gazzette. Segnalazioni per violazione di tutti i codici etimologici esistenti, perfino per quelli non ancora varati. Accuse di razzismo, fascismo, populismo, qualunquismo. All'inizio eravamo, probabilmente, più coriacei e, forse, anche più incoscienti fatto sta che molte volte le abbiamo date, un po' di meno le abbiamo prese e il bilancio, alla fine, sembra pendere ancora dalla parte nostra. Eppure, se andiamo a vedere che cosa è accaduto negli ultimi anni, non si può non affermare quello che è anche il titolo della presente rubrica di oggi: noi lo avevamo detto. Esattamente. In tempi non sospetti, quando Matteo Renzi era al potere, già prima del referendum del 4 dicembre e delle successive elezioni politiche, in un evo che, adesso, sembra lontano anni luce, con il Pd e le altre forze della Sinistra a farla da padrone, noi e in particolare chi scrive, sulle Gazzette, scrivevamo che il vero e unico argomento sul quale si sarebbe giocato il futuro politico del nostro Paese era l'immigrazione clandestina, l'invasione indiscriminata, la sostituzione etnica spinta all'inverosimile. Dicemmo che gli italiani, e non solo loro, prima o poi avrebbero reagito a quella che è stata, complici i governi traditori degli ultimi anni, una usurpazione di sovranità...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Amaro Lucano

domenica, 7 ottobre 2018, 23:38

di aldo grandi

Qualcuno ha chiesto al sottoscritto di occuparsi, nella rubrica Ce n'è anche per Cecco a cena, del sindaco di Riace, Domenico Lucano, agli arresti domiciliari per aver favorito l'immigrazione clandestina organizzando e celebrando matrimoni tra alcuni abitanti del suo paese e donne sbarcate sulle spiagge italiane grazie all'apertura massiccia delle nostre frontiere portata avanti dalla Sinistra e dai suoi alfieri istituzionali. Non conoscendo le carte in possesso del pubblico ministero chi scrive non può dare un giudizio sulla necessità o meno della misura cautelare imposta al sindaco. Avendo conosciuto e frequentato per vari motivi esponenti della Sinistra extraparlamentare riesce difficile pensare che le accuse riguardino anche illeciti di natura economica ossia diretti ad arricchire le proprie tasche. E, comunque, non sarebbe questo, a modesto parere del sottoscritto, il problema principale. La foto del sindaco con il pugno chiuso della mano sinistra alla finestra della propria abitazione la dice tutta su quali siano la formazione, la mentalità, i principi, i valori, l'ideologia di questo personaggio addirittura dai soliti sciocchi yankees considerato una delle 50 persone più influenti del pianeta. E il bello è che noi italiani, provincialotti come sempre, tutti di corsa a imitare gli ignoranti a stelle e strisce. Non ci dilungheremo, quindi, sulla vicenda giudiziaria del sindaco di Riace se non per dire che non siamo né contenti né dispiaciuti per quello che gli è successo...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Meglio populisti che gufi

lunedì, 1 ottobre 2018, 23:00

di aldo grandi

A chi scrive Il Tirreno, quotidiano livornese schierato da sempre a sinistra, non è mai piaciuto granché, salvo quando, tanti anni fa, rappresentava, con la cronaca nera, la migliore scuola di giornalismo sul campo. Oggi, addirittura, l'autore di queste righe si è visto segnalare con un esposto all'ordine professionale da parte di due colleghe, una in servizio a Viareggio e una a Massa Carrara, per ipotetiche violazioni di uno dei codici etici ispirati dal Pensiero Unico Dominante. Negli ultimi anni, poi, il giornale labronico ha perso decine di migliaia di lettori, come, del resto, le altre testate cartacee e i suoi commenti, a leggerli, appaiono come ispirati da una stessa concezione lontana anni luce da quel cosiddetto buonsenso che piace tanto, invece, alla maggioranza degli italiani. Domenica mattina, tuttavia, capitatoci sott'occhio casualmente in un bar la copia del quotidiano, ci siamo messi a leggere l'editoriale a firma del direttore responsabile Luigi Vicinanza, persona dalla quale abbia sempre percepito una forte lontananza e i cui parti domenicali non ci avevano mai entusiasmato. Questa volta, però, abbiamo fatto fatica a non rileggere quel che aveva scritto perché ci sembrava impossibile, su un giornale del gruppo La Repubblica-L'Espresso, che un direttore arrivasse a comprendere quello che sta sotto gli occhi di tutti, ma che la Sinistra radical chic-choc e del politicamente corretto non vuole vedere. Vicinanza scrive: Non si può tifare per lo spread. Non si può esultare se la Borsa va giù. E' da irresponsabili prendersi la rivincita sugli avversari politici oggi al governo - bollati come irresponsabili a tutte le ore del giorno - augurandosi il tracollo finanziario del Paese...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Una lunga rabbia

sabato, 29 settembre 2018, 00:05

di aldo grandi

Per chi non lo conoscesse e, sicuramente, saranno in molti visto il tempo trascorso, all'inizio degli anni Cinquanta fu pubblicato un libro che ebbe un certo successo. Lo aveva scritto Carlo Castellaneta, pugliese di origine, milanese di adozione e il titolo era proprio Una lunga rabbia. Era, in sostanza, la storia di un giovane alla ricerca della propria strada nell'Italia del secondo dopoguerra, devastata dalla guerra e in cerca di un futuro. Lo stesso autore, ex correttore di bozze alla Mondadori, poi giornalista al Corriere della Sera e direttore di Storia Illustrata, aveva esordito il decennio precedente con un bellissimo libro dal titolo Viaggio col padre dove si intrecciavano il passato, il presente e il futuro del protagonista durante un viaggio in treno dal sud a Milano.
A distanza di così tanti anni, in un'Italia completamente diversa dove la rivoluzione sociale ed economica ha lasciato posto e potere a quella tecnologica, c'è ancora qualcuno, il sottoscritto, che pur non essendo più giovane e nemmeno più figlio nonché padre per circostanze avverse, al termine di tre mesi di purga o di sospensione decisa dal collegio di disciplina dell'ordine dei giornalisti di Roma, che una lunga rabbia sa cosa significhi, soprattutto se ad essa si unisce la impossibilità di fare quello per cui ha sempre creduto nella democrazia e nella libertà ossia il mestiere di scrivere...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Il guerriero ritrovato

martedì, 25 settembre 2018, 14:02

di barbara pavarotti

Suonino le trombe, rullino i tamburi. Il guerriero torna in pista. Era ora. Fra qualche giorno leggerete nuovamente gli editoriali di Aldo Grandi e questa rubrica tornerà al suo legittimo ideatore. Abbiamo cercato – un po’ qui un po’ là – di sostituirlo, ma con risultati abbastanza deludenti in verità perché Grandi, nel bene e nel male, è unico. Nessuno, in queste terre di provincia, sa sferzare a destra e a manca come lui. Perché di provincia si tratta, è inutile negarlo, qui siamo lontani dagli ardori e dagli strali che altri direttori lanciano dai rispettivi giornali. Aldo Grandi, che ha un’esperienza giornalistica multiforme e soprattutto vissuta sempre da bastian contrario, mai asservito alla logica del “tenersi buoni quelli che contano”, davvero è un’eccezione. Poi la redazione si è anche un po’ stufata di questa sua “vacanza” forzata e non vede l’ora che il suo direttore torni a dirigere le proprie “creature”. L’ottima e impareggiabile Cinzia Guidetti, direttore responsabile in sua assenza, non si è staccata per tre mesi dal computer e ha trascorso l’estate col cellulare incollato all’orecchio. La dura vita di chi dirige una squadra di 40 persone. Quindi è buono e sano che Grandi torni. Ha scontato la “pena”, ovvero la sospensione imposta dall’Ordine, ed è giusto che dal 28 settembre torni a farsi il cosiddetto mazzo...


prenota_spazio


Avvocato Francesconi


prenota_spazio


Terigi auto 2014-15


Ultime notizie brevi


martedì, 23 ottobre 2018, 23:12

Colpita da un malore mentre era in sella alla bici: la salvano i volontari dell'automedica e della Croce Bianca di Querceta

Inizialmente si era pensato ad un incidente: l'episodio è accaduto nel tardo pomeriggio di oggi quando una donna di 68 anni in sella alla propria bici è caduta a terra priva di sensi in via Piave a Forte dei Marmi. A dare l'allarme il marito, il quale ha riferito alla sala...


martedì, 23 ottobre 2018, 15:59

Contributi affitto 2018: approvata la graduatoria

Approvata la graduatoria provvisoria per i contributi affitto 2018. Dopo lo stop imposto dalla sentenza della Corte Costituzionale (in virtù della quale per tutti i Comuni toscani è stato necessario riaprire i bandi per consentire la presentazione della domanda anche ai cittadini stranieri) l'ufficio casa ha esaminato nuovamente le istanze...


Prenota questo spazio!


martedì, 23 ottobre 2018, 15:32

Pietrasanta: incontri protetti, neo amministrazione "trova" uno spazio più accogliente e neutrale

Incontri protetti: uno spazio più accogliente e neutrale (estraneo al conflitto) dove i genitori non conviventi possono incontrare i propri figli. Gli incontri saranno ospitati non più all'interno degli uffici sociali del Comune di Pietrasanta dove fino ad oggi si erano tenuti ma in uno spazio moderno e familiare sicuramente più adatto ad agevolare il ricongiungimento tra...


martedì, 23 ottobre 2018, 15:32

Maura Jasoni nella Sala delle Grasce, i riflessi di Alice in mostra a Pietrasanta

"Il Riflesso di Alice" di Maura Jasoni in mostra nella Sala delle Grasce a Pietrasanta (Lu). L'artista originaria di La Spezia protagonista nell'intimo spazio del complesso di S. Agostino, nel cuore artistico del centro storico, con le sue opere pittoriche e scultoree più efficaci.


martedì, 23 ottobre 2018, 15:31

Madonna del Sole: le malattie infettive in Versilia, nella storia e nell'immaginario, convegno a Pietrasanta con esperti

Le epidemie in Versilia e di devozione popolare, i dieci ospedali tardo medievali di Pietrasanta, la storia delle grandi epidemie dalla grande peste alle ultime scoperte scientifiche: sono alcuni dei temi al centro del convegno dal titolo "A pese, fame et bello...: le malattie infettive nella storia e nell'immaginario" patrocinato dall'Istituto Storico Lucchese, sezione...


martedì, 23 ottobre 2018, 15:31

"Run for AIRC", iscrizioni aperte

E' possibile iscriversi a "Run for AIRC", la corsa non competitiva che si terrà a Forte dei Marmi domenica 28 ottobre a favore della ricerca oncologica, contattando la segreteria del Comitato Toscana Airc (tel. 055.217098 – com.toscana@airc.it), l'Ufficio Informazioni Turistiche di Forte dei Marmi (tel.


martedì, 23 ottobre 2018, 15:30

Montemagni e Alberti (Lega): “All’ospedale Versilia terminate le sonde per la colonscopia"

"Apprendiamo, con stupore-affermano Elisa Montemagni e Jacopo Alberti, Consiglieri regionali della Lega-che, almeno da quanto debitamente segnalato da un cittadino, all'ospedale Versilia mancano, da alcuni mesi, le apposite sonde per effettuare le colonscopie." "In pratica-proseguono i Consiglieri-secondo quanto evidenziato da una persona che aveva necessità di sottoporsi a questo esame,...


martedì, 23 ottobre 2018, 15:25

Tappino Tour di Piano di Mommio: per il quarto anno consecutivo la squadra di Piano di Mommio si aggiudica il titolo nazionale

Domenica a Levanto la squadra del Tappino Tour di Piano di Mommio ha conquistato un altro titolo nazionale, aggiudicandosi per la quarta volta il campionato italiano a regioni con una giornata di anticipo.


lunedì, 22 ottobre 2018, 12:35

Corsi di alfabetizzazione per la lingua italiana anno 2018/19

Il comune di Camaiore organizza, per l’anno 2018/19, corsi di alfabetizzazione della lingua italiana riservati ai cittadini stranieri, rifugiati politici e richiedenti asilo. I corsi hanno la durata di 60 ore e saranno tenuti da insegnanti volontari. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza.


lunedì, 22 ottobre 2018, 12:15

Baldini: "Politeama, si mobiliti ogni istanza interessata"

Massimiliano Baldini, capogruppo del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini, interviene in merito alla commissione congiunta cultura attività produttive sul futuro del Politeama."A seguito - esordisce - della richiesta di convocazione urgente delle Commissioni Cultura ed Attività Produttive, formulata dai membri delle forze di minoranza per discutere del...