prenota

prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

martedì, 18 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Caso Diciotti, una farsa con i 5Stelle nel ruolo di giullari

lunedì, 18 febbraio 2019, 19:30

di aldo grandi

Per chi ha la memoria - e non soltanto - sufficientemente buona per ricordare gli anni della Prima Repubblica, l'autorizzazione a procedere nei confronti di un parlamentare è cosa cui le cronache del tempo ci avevano abituato. Ce n'era uno, poi, tale Giulio Andreotti, che in tutta la sua vita politica ebbe, una più una meno, quasi una ventina di richieste la maggior parte delle quali mai concesse. E i reati ipotizzati dai magistrati erano diversi, non proprio da educande. Oggi, a distanza di così tanti anni, ecco che un'altra richiesta di autorizzazione a procedere viene formulata da una procura nei confronti del ministro dell'Interno Matteo Salvini per il caso Diciotti. Ancora una volta, non possiamo non rilevare, le sorti di un Governo legittimamente eletto dal popolo sono nelle mani di una magistratura che in questo caso, a nostro avviso, è decisamente fuori strada. Invece di dare un premio a chi è riuscito a interrompere lo spaventoso traffico di esseri umani provenienti dall'Africa che sbarcavano sulle nostre coste a milioni - di questo non finiremo mai di prendercela con i Governi di sinistra - lo si mette sotto accusa con ipotesi di reato assolutamente ridicole. I buffoni del Movimento 5Stelle sono chiamati ad esprimere on line il proprio assenso alla concessione dell'autorizzazione a procedere, ma quello che nessuno, a quanto pare, ha ancora capito, è che gli italiani o, almeno, quelli più in testa e consapevoli, stanno con Salvini senza se e senza ma.

E comunque vada a finire questa farsa, Salvini ne uscirà più forte e legittimato di prima. Che si vada pure alle elezioni, così da dare un definitivo calcio nel culo a una Sinistra piagnona, parassitaria, politicamente corretta purché tutto funzioni come vuole lei. Quanto ai Pentastellati, comunque vadano le cose, alle prossime elezioni, qualunque esse siano, saranno ridimensionati perché nella vita si può essere ignoranti, ma non incapaci. Non capire che il Governo sarebbe stato ancora più forte con una decisa presa di posizione contro la richiesta dei giudici assolutamente priva di senso oltreché di fondamenta, è un errore che i Grillini pagheranno a caro prezzo sul fronte del prossimo futuro elettorale. La comica poi della consultazione referendaria on line è quanto di più assurdo si possa immaginare.

La gente sta con Salvini perché è l'unico che ha capito quali sono le emergenze del nostro Paese: in primis la sicurezza e poi l'immigrazione e i due aspetti sono profondamente legati tra loro. Chi non vuole vederlo è perché ha gli occhi foderati di prosciutto ideologizzato a un tanto al chilo. La nostra soddisfazione sarà celebrare le esequie politiche di chi ancora pensa di poterci prendere in giro.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


Avvocato Francesconi


prenota_spazio


auditerigi


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


lunedì, 17 giugno 2019, 13:36

Vescovo anguilla, ma dubbi, perplessità e amarezze su papa Bergoglio restano e sono destinati ad aumentare

Se monsignor Italo Castellani era seguace di papa Bergoglio, il suo successore, monsignor Paolo Giulietti da Perugia, nuovo vescovo della diocesi di Lucca, ne è il segugio. Le sue risposte alle nostre domande, in una interSvista vis à vis senza limiti né obblighi o censure, ne sono la testimonianza più fedele e...


giovedì, 13 giugno 2019, 10:35

Va, se ci riesci, dove ti porta il cuore

Era la fine degli anni Novanta. Oreste del Buono, un mito dell'editoria e non solo, propose a questo scribacchino di provincia con aspirazioni nazionali, di pubblicare con Baldini&Castoldi la biografia di Ruggero Zangrandi. Chi scrive, allora, si recò a Milano dove ebbe anche modo di conoscere personalmente Alessandro Dalai, l'editore,...


Prenota questo spazio!


lunedì, 3 giugno 2019, 16:48

A Massarosa il Pd si lecca le ferite

Pare che questa sera, a Massarosa, ci sia un'assemblea del Pd per affrontare ed individuare le ragioni di una sconfitta elettorale che ha condotto ad essere sindaco Alberto Coluccini da Pian di Mommio. Che cosa, in realtà, ci sia e ci sarà da dire in questo incontro non è dato...


martedì, 28 maggio 2019, 00:48

Massarosa non è Media Valle né Garfagnana: l'effetto Marcucci si ferma sul Quiesa

Quando, nel tardo pomeriggio di ieri, abbiamo letto il comunicato diffuso da Aldo Rosati, portavoce, scudiero, braccio destro e, pare, anche sinistro del capogruppo al Senato Andrea Marcucci, abbiamo subito pensato che l'effetto omonimo - effetto Marcucci - se ha avuto il solito, prevedibile esito in Media Valle e Garfagnana, tradizionali...


giovedì, 23 maggio 2019, 11:08

Industriali ed imprenditori désengages

Una volta, alle origini del capitalismo italiano, notoriamente cresciuto non solo per meriti propri, ma anche grazie all'apporto di capitali stranieri, c'erano famiglie che, come nel resto del mondo occidentale, vivevano la propria condizione sociale non tanto come un diritto o un privilegio, ma come una sorta di compito assegnato...


sabato, 18 maggio 2019, 20:09

Barra dritta e avanti tutta

Chi, come il sottoscritto, fa questo lavoro di merda da trent'anni, ha, ormai, compreso quali sono i meccanismi in base ai quali funziona il sistema di quella che, pomposamente, viene definita libertà di informazione. Ci sono insegnanti, giornalisti, editori che si sciacquano la bocca cercando di spiegare ai ragazzi delle...


Ricerca nel sito


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!