prenota

Anno 6°

lunedì, 13 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena

Alla Versiliana anche questa estate le 'passerelle' per i politici?

martedì, 19 marzo 2019, 19:29

di aldo grandi

Marco Bernardini, nipote di Sergio e collega, nel corso della conferenza stampa di presentazione della stagione della Bussola, ha spiegato che i suoi incontri con personaggi di spessore culturale e non solo, non faranno concorrenza alla Versiliana poiché ce ne sarà uno solo a settimana e anche perché non sono stati contemplati personaggi politici evitando quelle che, a tutti gli effetti, ogni anno possono essere considerate vere e proprie 'passerelle' dove la politica non viene criticata né attaccata, bensì messa in mostra. Noi lo abbiamo sempre pensato, anche e, soprattutto, dopo aver assistito ad alcuni incontri politici organizzati per l'estate della Versiliana a Marina di Pietrasanta. Se si chiamano dei politici per fare una intervista in piena estate, ebbene non è il massimo assistere a interviste che evitano accuratamente di mettere in seria e reale difficoltà il personaggio politico in questione il quale, probabilmente e altrimenti, non si farebbe certo vivo con il rischio di essere passato al setaccio dall'intervistatore politicamente non corretto. Purtroppo funziona così. I politici non gradiscono di essere messi 'in mezzo' e gli organizzatori non vogliono guastarsi le feste con interviste senza limiti che non siano quelli dettati dal buongusto e dal buonsenso. Alcuni anni fa l'ex direttore artistico della Versiliana, all'epoca stretto collaboratore dell'allora sindaco Massimo Mallegni, propose al sottoscritto di presentare il libro Biografia di un fascista su Giorgio Almirante proprio alla Versiliana come, del resto, già altre volte aveva fatto. Non si dovette attendere molto per ricevere la risposta che non era quello il momento di crearsi nemici o fare casino presentando un libro su Giorgio Almirante. Ecco, proprio qui sta il problema: si va sempre sul sicuro, evitando ipotetici imprevisti e affidandosi ad altrettanto certe probabilità.

Con il risultato, effettivamente, che sia i giornalisti che intervistano sia i politici intervistati, fanno un bagno di popolarità che accontenta tutti nel fresco della pineta versiliese. Non abbiamo dubbi che anche quest'anno funzionerà allo stesso modo. Ed è un peccato, perché è vero che durante i caldi pomeriggi estivi non si ha voglia di pensare, ma proprio a causa del relax e della disponibilità ad ascoltare, si potrebbero mettere in atto incontri più vivaci e, perché no?, anche più 'aggressivi'.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

Avvocato Francesconi

toyota

auditerigi


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


domenica, 12 luglio 2020, 20:15

Massarosa, il paese delle porcate

Quello che sta accadendo a Massarosa, piccolo comune della provincia di Lucca nemmeno tanto importante e, in fondo, nemmeno tanto noto, è qualcosa di nauseante. Lo scontro politico ha assunto livelli di mediocrità e di astio impensabili e tra la maggioranza di centrodestra al governo e la minoranza di centrosinistra...


mercoledì, 8 luglio 2020, 09:39

Gioventù bruciata? No, maturità senza spina dorsale

Innanzitutto chiediamo scusa per questa prolungata assenza, ma anche Cecco a cena, a volte, sente il bisogno di mettersi a... dieta (si fa per dire) e riflettere. Torniamo, quindi, dopo aver guazzabugliato un po' in riva al mare ed aver fatto scorta di pazienza per non incazzarci ad ogni piè sospinto...


Prenota questo spazio!


venerdì, 12 giugno 2020, 16:20

Summer Festival, la Lucca dei lunghi coltelli: stop al linciaggio

Noi non abbiamo, per fortuna, l'abitudine di frequentare facebook se non, ogni tanto, per postare un nostro articolo o una nostra immagine. I social sono, a tutti gli effetti, un boomerang devastante e nel momento in cui diventano una schiavitù, assumono la forma di una dipendenza ossessiva.


martedì, 9 giugno 2020, 15:15

Gli arredi dell'ex profumeria Ristori devono tornare dov'erano: parola di Aldo Grandi

Chi conosce la Gazzetta di Lucca e, per sua sfortuna o fortuna, il sottoscritto che ne è il direttore (ir)responsabile, sa che quando prende una posizione non si cura di guardarsi le spalle. Se sono - e se siamo - convinti della giustezza di una battaglia, andiamo avanti a dispetto...


sabato, 30 maggio 2020, 11:00

Mascherine sul viso? No, mutande di latta

Non gli basta averci terrorizzato, ridotti alla fame, allontanati gli uni dagli altri, insinuato negli animi e nei cuori oltreché, purtroppo, nei cervelli la paura di un virus che agisce a mezzo servizio e uccide soltanto in determinate circostanze.


martedì, 26 maggio 2020, 21:20

Pd commissariato, Simona ci fai specie

E' passata, stranamente, sotto silenzio la vicenda che ha visto protagonisti il segretario regionale toscano del partito democratico Simona Bonafè - fino a qualche tempo fa e forse, chissà, ancora oggi, renziana di ferro - e la sezione viareggina del partito stesso, commissariata perché non si è voluta piegare agli...


Ricerca nel sito


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!