prenota_spazio

Anno 6°

sabato, 25 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cronaca

Daniele Franceschi, indagati tre sanitari del carcere di Grasse

venerdì, 16 agosto 2013, 15:00

di Letizia Tassinari

E' stata chiusa in Francia l'indagine sulla vicenda di Daniele Franceschi, il viareggino morto nel carcere francese di Grasse il 25 agosto 2010.

E' stato il legale della famiglia Franceschi, l'avvocato Aldo Lasagna, a comunicarlo: "Gli indagati sono tre - ricorda il legale - due infermieri e un medico della struttura sanitaria interna al penitenziario".

Secondo la magistratura francese, i tre indagati non sarebbero intervenuti con efficacia sul malore che accusò Daniele Franceschi, 36 anni, prima di morire.

Fu una vicenda drammatica, e assurda, quella che vide protagonista un viareggino di 31 anni. Daniele Franceschi, carpentiere, padre di un bimbo di 9 anni, morto in una cella del carcere di Grasse, nell’entroterra della Costa Azzurra in Francia.  L’uomo era stato arrestato nel marzo dello stesso anno dalla Gendarmerie francese al Casino’ di Cannes, con l’accusa di falsificazione e uso improprio di carta di credito. A Daniele venne contestato il fatto di aver utilizzato alcune carte di credito non a lui intestate nel momento in cui era andato a prendere le fiches per giocare. Franceschi si era recato nella cittadina francese per una breve vacanza insieme ad alcuni amici. Dopo l’arresto era pero’ iniziato, a suo avviso, un vero e proprio calvario. Alla madre, Cira Antignano, aveva infatti scritto, subito dopo l’arresto, in varie lettere, di essere oggetto quotidiano di una serie di soprusi, maltrattamenti e di non essere stato curato quando si era ammalato di una febbre molto alta nel giugno. Tant’è che la famiglia del 31enne era sempre piu’ preoccupata per questa situazione, oltre al fatto che la detenzione si stava prolungando asenza ancora, a 5 mesi di distanza dall’arresto, si vedesse l’ombra di uno spiraglio o del processo cui avrebbe dovuto essere sottoposto. Il decesso, secondo quanto dichiarato dalle autorità francesi, sarebbe avvenuto nella notte, ufficialmente per “arresto cardiaco”. E i familiari sarebbero stati informati solo tre giorni dopo.

''In base a quanto ci è stato comunicato dalla Francia - aggiunge l'avvocato Lasagna - i risultati non evidenziano chiare responsabilità da parte dei medici dell'ospedale civile di Grasse, perche' dovevano essere i sanitari del carcere a constatare la gravità delle condizioni di Daniele''.

Le richieste di rinvio a giudizio dovrebbero arrivare a fine ottobre. Se la tabella di marcia verra' rispettata, a inizio 2014 potrebbe cominciare il processo al Tribunale di Grasse.

Intanto, il ministro degli Esteri, Emma Bonino, ha scritto alla famiglia Franceschi rispondendo della Lega Italiana dei Diritti dell'uomo e assicurando il massimo impegno del Governo per fare chiarezza sulle vicende sia di Franceschi sia Claudio Faraldi, 29 anni, l'altro italiano morto nel carcere di Grasse, l'8 maggio scorso.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


alfrun


autotecnica


il Panda


auditerigi


prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


sabato, 25 maggio 2019, 17:04

Tentano estorsione, ma trovano i carabinieri: arrestate due persone

Nel pomeriggio di ieri, la centrale operativa della compagnia carabinieri di Viareggio ha ricevuto una chiamata sull’utenza “112” da parte di una donna che riferiva di aver subito alcuni giorni prima il furto, all’interno della propria autovettura parcheggiata in una pubblica via, di uno zaino contenente un pc portatile “Apple”...


sabato, 25 maggio 2019, 16:55

Spiagge pulite e non solo 2019

Oggi, sabato 25 maggio, sulla spiaggia della Lecciona (Riserva Naturale del Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli), si è tenuto il consueto appuntamento “Spiagge Pulite” che ogni anno Legambiente organizza sulle spiagge d’Italia nell’ultimo week-end di maggio


Prenota questo spazio!


sabato, 25 maggio 2019, 14:25

Tentano la "truffa dello specchietto", ma vengono scoperti da agenti in borghese: denunciati

Nella giornata di ieri il personale della squadra anticrimine del commissariato di polizia di Viareggio ha denunciato due cittadini italiani, entrambi originari di Napoli, per il reato di tentata truffa in concorso


sabato, 25 maggio 2019, 12:20

Inigo Campioni: la cerimonia di commemorazione a 75 anni dalla morte

Si è tenuta questa mattina, sabato 25 maggio, alle 10,30 in piazza Campioni, la commemorazione della memoria dell’Ammiraglio Inigo Campioni, medaglia d’oro al valor militare, organizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia


sabato, 25 maggio 2019, 12:08

Corteo studentesco per la strage di Viareggio

L’ISI Piaggia, su proposta del vicepreside, professor Andrea Nardi, durante il primo collegio docenti dell’anno scolastico, ha deliberato all’unanimità di dedicare simbolicamente l’attività scolastica dell’anno al decennale della strage ferroviaria del 29 giugno 2009


sabato, 25 maggio 2019, 09:06

Centri per l'impiego: confronto tra regione, enti locali e sindacati

Tutelare i lavoratori e non disperdere il bagaglio di professionalità maturato in tanti anni di attività. Sono questi gli obiettivi che regione, provincia e comuni del territorio si sono dati per affrontare la situazione del futuro professionale del personale dei centri per l'impiego