prenota_spazio

Anno 6°

martedì, 19 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cronaca

A scuola di sicurezza dalla polizia ferroviaria

lunedì, 16 aprile 2018, 11:11

I giorni 11 e 13 aprile 2018, i  poliziotti del Compartimento Polizia Ferroviaria Toscana – in forza alla Sezione Polizia Ferroviaria di Pisa e al Posto di Polizia Ferroviaria di Viareggio - hanno incontrato 80 ragazzi dell’Istituto di Istruzione Superiore Tecnico-Liceale Don Lazzeri-Stagi a Pietrasanta, nell’ambito del progetto di educazione ferroviaria  ‘Train…to be cool’ della Polizia di Stato.

Il progetto  che coinvolge numerosi istituti della Regione Toscana ha raggiunto solo nel precedente anno scolastico più di 2500 studenti.

I poliziotti della Polfer appositamente formati cercano con questi incontri di sensibilizzare gli studenti a tenere comportamenti corretti nell’ambito delle stazioni ferroviarie  e improntati alla legalità.

Infatti, considerato il gran numero di giovani che si servono del treno per raggiungere la scuola e i dati degli incidenti ferroviari che coinvolgono adolescenti, gli agenti della Polfer hanno illustrato i comportamenti da evitare (come l’attraversamento dei binari, i tentativi di salita a bordo di un treno in movimento, la distrazione dovuta all’uso di cuffiette per ascoltare la musica, il lancio di oggetti verso treni in transito, l’introduzione in aree ferroviarie interdette, l’imbrattamento e il danneggiamento di materiale ferroviario) e da adottare nelle stazioni e sui treni per evitare  situazioni pericolose  che mettono a repentaglio  l’incolumità propria e degli altri.

Gli operatori in divisa sono riusciti a catturare l’attenzione e la curiosità degli studenti; numerose infatti le domande poste in lezioni vivaci animate da domande dei ragazzi e storie di esperienze di vita dei poliziotti.

Con l’incontro all’istituto Don Lazzeri-Stagi il progetto di educazione ferroviaria  ‘Train…to be cool’ è ufficialmente approdato anche nelle scuole della Versilia e di Viareggio e gli incontri proseguiranno con lo scopo di raggiungere e sensibilizzare gli studenti di tutti  gli Istituti Scolastici della zona.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


alfrun


autotecnica


il Panda


q3


prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


martedì, 19 marzo 2019, 17:08

Giornata movimentata in porto, lavoro intenso per la guardia costiera di Viareggio

Quella di ieri è stata una giornata intensa per i militari della Capitaneria di porto di Viareggio, impegnati su più fronti nel garantire la sicurezza della navigazione e portuale, la regolare operatività delle banchine e la protezione dell’ambiente marino


martedì, 19 marzo 2019, 12:00

È morto Luigi Piacentini, fondatore di Savema

L’azienda comuncia che rimane chiusa per tutta la giornata di oggi in segno di lutto. I funerali si terranno domani alle 14:30 a Forte dei Marmi, presso la chiesa di Vittoria Apuana


Prenota questo spazio!


lunedì, 18 marzo 2019, 14:00

Tenta di recuperare un natante sequestrato, pizzicato dalle telecamere portuali

Alcuni giorni fa i militari della capitaneria di porto di Viareggio avevano proceduto al sequestro di un natante di colore bianco di circa 4.50 metri senza motore all’ormeggio, apparentemente abbandonato, che intralciava il transito delle unità navali e costitutiva un potenziale pericolo per la sicurezza della navigazione in area portuale


lunedì, 18 marzo 2019, 13:58

A Maria Cristina Mazzavillani Muti il premio Ondina

Mercoledì (20 marzo) la consegna del riconoscimento a una donna straordinaria impegnata nella valorizzazione dei beni culturali e dei valori della cultura italiana


venerdì, 15 marzo 2019, 16:34

Anziano con il cane a piedi in A/12: messi in salvo dalla polstrada

E’ accaduto ieri, nei pressi dello svincolo di Viareggio, quando alcuni automobilisti lo hanno notato nella sua andatura incerta e poco rassicurante, riuscendo appena in tempo a scansare ambedue


venerdì, 15 marzo 2019, 14:32

#FridaysForFuture in corteo a Viareggio

Tutto è nato in Svezia l'estate scorsa quando degli incendi, alimentati da potenti ondate di calore, hanno incenerito molti boschi proprio vicino a dove abitava Greta. La ragazza, sedicenne, decise quindi di scioperare, in modo solitario, dal suo lavoro, la scuola, perché salvare l'ambiente è una missione più importante