prenota_spazio

Anno 6°

giovedì, 22 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cronaca

Guardia Costiera, accertamenti sugli autolavaggi: riscontrate irregolarità

venerdì, 18 gennaio 2019, 15:32

Nell’ambito dell’espletamento dei compiti di tutela ambientale che la legge affida al corpo, gli uomini della capitaneria di porto hanno effettuato nei giorni scorsi alcuni accertamenti su attività commerciali ed insediamenti produttivi di Viareggio, per verificare illeciti nella gestione e nello smaltimento dei rifiuti, con particolare attenzione alla tutela delle acque ed allo smaltimento dei reflui di natura industriale nel rispetto del Testo Unico Ambientale 152/2016. 

Nel dettaglio, l’attenzione dei militari si è rivolta agli autolavaggi, sia manuali con operatore che self-service a gettoni. Per tali tipologie di attività, le norme prevedono che le acque provenienti dal lavaggio degli autoveicoli devono essere considerate quali “acque reflue industriali” e, pertanto, obbligatoriamente da convogliare in appositi impianti di trattamento e depurazione per la separazione della parte contenente i residui ed i fanghi di lavaggio, raccolta temporaneamente in apposite vasche a tenuta stagna, dalla parte così depurata che può così confluire direttamente nella rete fognaria. Gli scarichi degli impianti, devono pertanto essere preventivamente autorizzati dagli Enti competenti e periodicamente controllati.  

Quanto sopra in relazione alla qualità potenzialmente inquinante delle acque reflue di lavaggio degli autoveicoli, sensibilmente maggiore rispetto a quella delle acque reflue urbane o domestiche per la presenza di oli minerali esausti e sostanze chimiche contenute nei detersivi.

Delle sei attività finora ispezionate, solo una è risultata completamente in regola e un’altra ha ricevuto alcune prescrizioni che dovranno essere ottemperate entro breve termine.

In tre diversi impianti sono stati, invece, rilevate irregolarità tali da portare all’elevazione di tre verbali amministrativi di importo da 1.000 a 6.000 euro e contestualmente imposte alcune prescrizioni in materia di gestione dei reflui stoccati, che i gestori degli impianti dovranno soddisfare per evitare l’instaurarsi di un procedimento penale a loro carico da parte dell’autorità giudiziaria.

Le irregolarità amministrative hanno riguardato, in particolare, la mancata esibizione o la corretta tenuta dei registri di carico o scarico dei rifiuti, sui quali vanno annotate le avvenute operazioni di conferimento dei fanghi di lavaggio accumulati nelle apposite vasche di raccolta, operazioni da effettuare a cadenza periodica (almeno annuale) tramite ditte specializzate.

Il caso più grave è stato riscontrato, inoltre, in un autolavaggio self-service nel centro di Viareggio, laddove i militari hanno scoperto che, seppur in presenza di un regolare titolo autorizzativo ambientale, da oltre 15 anni non veniva effettuato il conferimento dei fanghi di lavaggio ed i pozzetti di raccolta sono risultati al limite della loro capienza massima, il che non esclude l’ipotesi di trafilamenti nel tempo nel sottosuolo circostante. Ciò ha portato al sequestro d’iniziativa dell’impianto e al deferimento all’autorità giudiziaria del gestore per deposito incontrollato di rifiuti e pericolo grave di inquinamento, così da interrompere il protrarsi dell’illecito ed il pericolo per l’ambiente. 

I controlli della guardia costiera di Viareggio si inseriscono in un già avviato programma di sensibilizzazione e monitoraggio ambientale coordinato dalla direzione Marittima della Toscana, a salvaguardia dell’ambiente marino e costiero, a garanzia della tutela dei corsi d’acqua che recapitano in mare, e, quindi, della balneabilità del nostro mare. L’attività proseguirà anche per tutelare quelle attività commerciali che, invece, operano nella legalità.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


alfrun


autotecnica


il Panda


auditerigi


prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


mercoledì, 21 agosto 2019, 17:01

È morto il giovane colto da malore al bagno Sauro

È morto il giovane colto da malore al bagno Sauro. E' la quarta vittima di questa estate tra la provincia di Lucca e Massa Carrara. Il fatto era successo il giorno di ferragosto


martedì, 20 agosto 2019, 12:12

Camionista trovato morto sulla Bretella

Un camionista romeno di 48 anni, è stato trovato morto, probabilmente per cause naturali, questa mattina verso le 9 nella cabina del suo camion, parcheggiato presso l'area di sosta dell'autogrill sull'autostrada Bretella, in direzione Viareggio


Prenota questo spazio!


lunedì, 19 agosto 2019, 19:32

L'ultimo saluto ad Arnaldo Galli

Se n'è andato a 93 anni un grande maestro accompagnato dalla partecipazione di tutti i carristi e tutti i personaggi della fondazione Carnevale. Oggi sono stati celebrati i funerali nella chiesa di San Paolino


lunedì, 19 agosto 2019, 17:28

Picchia e sequestra la compagna: misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare per un 40enne di Viareggio

Nella giornata di sabato 17 agosto  il commissariato di Viareggio ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare a carico di un italiano di 40 anni residente a Viareggio


domenica, 18 agosto 2019, 13:53

Presentati i bozzetti del carnevale 2020

Una presentazione che ha avuto un gran successo di pubblico ed ha visto sul palco Daniele Maffei e Silvia Toniolo illustrare i vari bozzetti dei carri, da quelli delle mascherate isolate fino ad arrivare alle costruzioni di prima categoria


domenica, 18 agosto 2019, 11:47

Ruba in un supermercato e ferisce due dipendenti, rumena fermata dai carabinieri

Intorno alle 12 di ieri è entrata all’interno di un supermercato sul viale Carducci e si è impossessata di alcuni prodotti esposti sugli scaffali, nascondendoli sotto i vestiti. Scoperta da due commessi, per guadagnarsi la fuga, ha colpito questi ultimi con dei calci e ferendoli con un oggetto appuntito, riuscendo poi...