prenota_spazio

Anno 6°

mercoledì, 20 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cronaca

Il mondo che vorrei: "Moretti, la solita arrogante demagogia"

lunedì, 11 febbraio 2019, 21:19

L'associazione Il mondo che vorrei onlus, tramite il suo portavoce e presidente Marco Piagentini, ha risposto alle dichiarazioni rilasciate durante l'udienza di appello a Firenze dall'imputato ed ex amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti:

Facciamo seguito alle dichiarazioni di Mauro Moretti nella quale ritroviamo l’arrogante demagogia che da sempre ha qualificato negativamente le difese degli imputati. Era prevedibile una sua rinuncia alla prescrizione di fronte alle sconto esiguo di pena che gli deriva da questo atto, atto che tuttavia deve essere compreso se di rinuncia alla prescrizione di tutti i reati o solo dei due reati prescritti.

La nostra richiesta di rinuncia era rivolta a tutti i manager di stato pagati con soldi pubblici, per un chiaro e dovuto principio di trasparenza. Ciò che ci offende e indigna fortemente è l’affermazione che ha fatto, in base alla quale la sua scelta sarebbe derivata dal rispetto delle vittime.

Questo è totalmente falso, mai in 10 anni il Cavalier Moretti ha avuto atteggiamenti di serio e doveroso rispetto a partire dalla non rinuncia del Cavalierato, e anche oggi nell’atteggiamento di fuga anticipata senza aspettare e rispettare la conclusione dell’udienza.

Nella sua chiusura dichiarandosi “innocente”, tuttavia non tiene conto delle enormi responsabilità emerse attraverso le migliaia di prove portate dalla Procura, atteggiamento chiaro e forte di deresponsabilizzazione del suo ruolo apicale, che per chi sa leggere attentamente le parole dette ne rivelano la continuità di arroganza e di affermazione di potere anche davanti alla morte di 32 persone bruciate vive.

Atteggiamento ancor più grave considerando che si tratta di un azienda di Stato che ad oggi non risulta aver dato seguito alle pesanti sollecitazioni in materia di sicurezza ferroviaria emerse dalla sentenza di primo grado del processo sulla strage di Viareggio.



 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


alfrun


autotecnica


il Panda


q3


prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


mercoledì, 20 febbraio 2019, 14:29

Latitante finisce la benzina sull’A/12: arrestato dalla polstrada

Si tratta di un 39enne originario del Marocco. La polstrada lo ha denunciato per ubriachezza, scoprendo pure che doveva scontare due anni di reclusione per una vecchia condanna per furto e guida in stato di ebbrezza. L'uomo è stato arrestato e ora si trova presso il carcere di Pisa


mercoledì, 20 febbraio 2019, 13:43

Smantellato mercato della droga in pineta: tre marocchini indagati

Associazione finalizzata all'acquisto, trasporto, cessione, vendita e detenzione illecita di ingenti quantità di sostanze stupefacenti, concorso nel traffico e possesso di una pistola: queste le accuse per i tre marocchini pregiudicati che sono stati indagati da parte dei carabinieri di Viareggio al termine di una lunga attività investigativa


Prenota questo spazio!


martedì, 19 febbraio 2019, 16:53

Vigili di prossimità, via libera dalla giunta: ecco dove opereranno gli 80 agenti pagati dalla regione

Arriva in Toscana la sperimentazione sui ‘vigili di quartiere', ottanta in quindici comuni. E la Regione è pronta a sostenerne i costi per tre anni. Una spesa di 3 milioni ogni anno. Un modo per alzare la percezione di sicurezza nelle città, con pattuglie a piedi che, lavorando nelle strade...


martedì, 19 febbraio 2019, 11:33

Azimut-Benetti, vertice in regione sul futuro di Viareggio e Livorno

Domani, 20 febbraio, l'unità di crisi. Il segretario della Uilm Area Nord Toscana, Giacomo Saisi: "Tornare a produrre tutte le imbarcazioni in vetroresina a Viareggio. Chiarezza sul futuro del cantiere di Livorno"


martedì, 19 febbraio 2019, 11:04

Irregolarità nel cantiere edile, denunciato titolare della ditta e segnalato committente dei lavori

Il nucleo Ispettorato del lavoro, a seguito di una verifica presso un cantiere edile a Viareggio, ha denunciato all’autorità giudiziaria il titolare della ditta e segnalato il committente dei lavori presso lo stesso cantiere, per non avere verificato l’idoneità tecnica dell’impresa affidataria dei lavori


lunedì, 18 febbraio 2019, 19:24

Si presenta in ospedale dichiarando di essere stata vittima di violenza sessuale: indagano i carabinieri

Una donna, italiana, si è presentata la mattina di sabato 16 febbraio al pronto soccorso dell’ospedale Versilia dichiarando di essere stata vittima di una violenza sessuale. Nella notte tra venerdì e sabato si era recata in pineta per acquistare sostanze stupefacenti