prenota_spazio

Anno 6°

mercoledì, 20 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cronaca

Primo corso mascherato 2019: Carnevale bagnato, Carnevale fortunato?

sabato, 9 febbraio 2019, 23:21

di chiara bernardini

Burlamacco ha sfidato la pioggia e ne è uscito vincitore. Con il gran ritorno della tradizionale sfilata è partito ufficialmente il Carnevale di Viareggio 2019. Ondina e Burlamacco sulla Burlacar guidata dallo speaker ufficiale della manifestazione, Daniele Maffei, hanno percorso via Mazzini arrivando all’omonima piazza accompagnati dalla musica della banda ufficiale. Un momento di ritrovato tradizionalismo che però non ha soddisfatto i veterani.

Sicuramente il maltempo ha giocato la sua parte, ma i minuti precedenti al triplice colpo di cannone sembrava non entusiasmassero le poche persone in quel momento presenti.

A smuovere gli animi ci ha pensato Daniele Maffei, ordinando di “mettere tristezza e malinconia al bando a favore della felicità” e lasciando spazio sul palco a Lorenzo Ghiselli che ha permesso a tutti un’immersione in un’emozionante “tuffo tra i coriandoli”. Questo è il titolo della canzone ufficiale di quest’edizione, la quale paradossalmente esprime in pieno il tempo che oggi ha coperto la città. A seguire, un doveroso omaggio al maestro Renato Verlanti scomparso il mese scorso e ringraziamenti da parte del sindaco Giorgio Del Ghingaro e della presidente della Fondazione Marialina Marcucci. I due, dopo aver issato la bandiera di Burlamacco - che lì resterà per i prossimi trenta giorni - hanno dato ufficialmente inizio alla festa con mezz’ora di anticipo sull’orario previsto.

“La pioggia poi fa posto al tempo bello” canta Jovanotti in una delle sue canzoni e forse un po’ di ragione ha il caro Lorenzo. Dopo l’ingresso del carro fuori concorso a lui dedicato ecco che, come per magia, Viareggio vince sul meteo. Con la pioggia terminata e i cittadini che pian piano escono alle loro case per riempire la passeggiata fanno il loro ingresso i carri allegorici di prima categoria.

La “Teoria del Kaos” rompe il ghiaccio. I fratelli Cinquini mettono in scena la frenetica quotidianità. Imprevedibile e talvolta difficile da sopportare. La giostra della vita è lastricata dalla confusione e gli autori immaginano possa essere tutto frutto di un disegno prestabilito dal potere economico.

Dietro di lui Alessandro Avanzini racconta il mito di “Medea”. Sul carro le maschere ballano e cantano rappresentando la donna che, privata del diritto materno e ridotta al ruolo di concubina, reagisce a tanta violenza attraverso la vendetta e il rito sacrificale dei figli. A seguire la famiglia Lebigre Roger “in compagnia” di Frida Kahlo commenta il brutto tempo esclamando un ironico, ma speranzoso “C’è il sole, è bellissimo!” ed ecco che un timido raggio arancione si fa vedere, per poi ritirarsi subito dopo.

Oggi è andata così. Emozioni contrastanti e tempo birichino hanno fatto da contorno all’immensa voglia dei carristi di sfilare, i quali hanno affrontato il lungo giro che da Piazza Mazzini arriva fino alle vicinanze dell’hotel Principe di Piemonte con allegria. Il loro entusiasmo ha così contagiato tutti quanti trasformando la demotivazione iniziale in vera e propria serenità.

“Non vedevamo l’ora di uscire e il Carnevale deve andare avanti, pioggia o non pioggia” ha espresso Roberto Vannucci davanti alla creazione dell’enorme balena impegnata nel tentativo di salvarsi la vita a causa della spazzatura gettata in mare. Stesso il pensiero di Jacopo Allegrucci e Luca Bertozzi che – a parere delle persone presenti - quest’anno hanno superato loro stessi creando vere e proprie opere d’arte, riuscendo a rappresentare al meglio la società odierna.

Il tema della donna, come già avevano annunciato, è ricorrente su ogni carro. Una tematica molto delicata, che per troppo tempo è rimasta un tabù. La figura femminile è accompagnata da un velo di tristezza e di paura verso il futuro. Un domani incerto, la cui esistenza è messa continuamente alla prova.

Carnevale, non dimentichiamo, rimane una festa. Nonostante la pioggia, nonostante la paura.

A dimostrarlo la presenza di persone provenienti da ogni dove per assistere alla sfilata dei grandi carri allegorici. Tanti viareggini, ma altrettanti arrivati per l’occasione e non solo dall’Italia. Un evento nazionale che con gli anni si è espanso sempre più a livello internazionale.

Tutti coloro che oggi a passo con il meteo hanno riempito la passeggiata sono rimasti a dir poco soddisfatti del risultato finale che si è concluso con il tradizionale spettacolo pirotecnico, il quale -pur quanto sprovvisto di sottofondo musicale - è stato molto suggestivo.

A seguito dell’ultimo colpo di cannone, Daniele Maffei chiude il primo Corso mascherato dando ufficialmente inizio al mese più significativo per la città, ricordando a tutti il secondo appuntamento previsto la prossima domenica alle 15.

Foto Giacomo Mozzi

 

 

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


alfrun


autotecnica


il Panda


q3


prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


mercoledì, 20 febbraio 2019, 14:29

Latitante finisce la benzina sull’A/12: arrestato dalla polstrada

Si tratta di un 39enne originario del Marocco. La polstrada lo ha denunciato per ubriachezza, scoprendo pure che doveva scontare due anni di reclusione per una vecchia condanna per furto e guida in stato di ebbrezza. L'uomo è stato arrestato e ora si trova presso il carcere di Pisa


mercoledì, 20 febbraio 2019, 13:43

Smantellato mercato della droga in pineta: tre marocchini indagati

Associazione finalizzata all'acquisto, trasporto, cessione, vendita e detenzione illecita di ingenti quantità di sostanze stupefacenti, concorso nel traffico e possesso di una pistola: queste le accuse per i tre marocchini pregiudicati che sono stati indagati da parte dei carabinieri di Viareggio al termine di una lunga attività investigativa


Prenota questo spazio!


martedì, 19 febbraio 2019, 16:53

Vigili di prossimità, via libera dalla giunta: ecco dove opereranno gli 80 agenti pagati dalla regione

Arriva in Toscana la sperimentazione sui ‘vigili di quartiere', ottanta in quindici comuni. E la Regione è pronta a sostenerne i costi per tre anni. Una spesa di 3 milioni ogni anno. Un modo per alzare la percezione di sicurezza nelle città, con pattuglie a piedi che, lavorando nelle strade...


martedì, 19 febbraio 2019, 11:33

Azimut-Benetti, vertice in regione sul futuro di Viareggio e Livorno

Domani, 20 febbraio, l'unità di crisi. Il segretario della Uilm Area Nord Toscana, Giacomo Saisi: "Tornare a produrre tutte le imbarcazioni in vetroresina a Viareggio. Chiarezza sul futuro del cantiere di Livorno"


martedì, 19 febbraio 2019, 11:04

Irregolarità nel cantiere edile, denunciato titolare della ditta e segnalato committente dei lavori

Il nucleo Ispettorato del lavoro, a seguito di una verifica presso un cantiere edile a Viareggio, ha denunciato all’autorità giudiziaria il titolare della ditta e segnalato il committente dei lavori presso lo stesso cantiere, per non avere verificato l’idoneità tecnica dell’impresa affidataria dei lavori


lunedì, 18 febbraio 2019, 19:24

Si presenta in ospedale dichiarando di essere stata vittima di violenza sessuale: indagano i carabinieri

Una donna, italiana, si è presentata la mattina di sabato 16 febbraio al pronto soccorso dell’ospedale Versilia dichiarando di essere stata vittima di una violenza sessuale. Nella notte tra venerdì e sabato si era recata in pineta per acquistare sostanze stupefacenti