prenota_spazio

Anno 6°

mercoledì, 21 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cronaca

Strage Viareggio: Moretti rinuncia a prescrizione, la procura generale chiede condanne imputati, per l'ex ad Fs 15 anni e 6 mesi

lunedì, 11 febbraio 2019, 21:15

Ha aspettato la fine della requisitoria, dopo quattro udienze. Poi, annunciato dal difensore Armando D'Apote, ha detto alla corte di rinunciare alla prescrizione. Così, al processo di appello a Firenze, il gesto dell'ex ad di Fs e Rfi Mauro Moretti, tra gli imputati del disastro ferroviario di Viareggio che il 29 giugno 2009 causò 32 morti per l'esplosione di un vagone cisterna deragliato con gpl.

Moretti ha chiesto di intervenire subito dopo che il pm Salvatore Giannino aveva elencato le richieste di condanna: per lui è di 15 anni e 6 mesi, contro i 7 inflittigli in primo grado e in linea coi 16 che furono chiesti al tribunale dallo stesso Giannino, che è sostituto alla procura di Lucca.

"Ho preso atto di quello che ha detto il procuratore - ha affermato Moretti, sempre presente alle udienze di appello - Sono parecchi anni che si discute in merito alla prescrizione e sono stato spesso portato a bersaglio, per la prescrizione, per i fatti di Viareggio. Rinuncio alla prescrizione, lo faccio per rispetto delle vittime, dei familiari delle vittime e del loro dolore. Lo faccio perché ritengo di essere innocente".

Il presidente della corte Paola Masi gli ha chiesto se fosse consapevole che la rinuncia, una volta dichiarata, vale anche per i successivi gradi di giudizio (Cassazione). Moretti ha detto "sì". Poi, mentre il processo proseguiva con le parti civili, ha lasciato l'aula senza commentare coi cronisti e mentre andava verso l'uscita è stato seguito fuori da una familiare delle vittime, Daniela Rombi, che da dietro gli ha detto: "Pulisciti la bocca prima di parlare delle vittime".

Marco Piagentini, portavoce dell'associazione Il Mondo che Vorrei, dice che "la rinuncia di Moretti era prevedibile di fronte allo sconto esiguo di pena che gli deriva da questo atto, che tuttavia deve essere compreso se di rinuncia alla prescrizione di tutti i reati o solo dei due prescritti", "la nostra richiesta di rinuncia era rivolta a tutti i manager pagati con soldi pubblici".

Il 'taglio' per la prescrizione nel processo di Viareggio pesa 6 mesi e riguarda i reati di incendio e lesioni colpose. Il sostituto pg Luciana Piras lo aveva già evidenziato quando ha anticipato nella prima fase della requisitoria le richieste per i manager stranieri delle società ferroviarie dove Fs aveva noleggiato i carri merci. Giannino, pur giudicando non decoroso per lo Stato non poter più esercitare l'azione penale causa decorso del tempo, ha comunque tolto 6 mesi dai conteggi. Tra le sue richieste ci sono anche i 14 anni e 6 mesi per Michele Mario Elia (ex ad Rfi), e poi 7 anni e 6 mesi per Vincenzo Soprano (ex ad Trenitalia), 9 anni e un mese per Mario Castaldo (Trenitalia Cargo), 12 anni e 6 mesi per Giulio Margarita (ex responsabile sicurezza Rfi). Le altre richieste vanno da 5 a 8 anni e mezzo.

La requisitoria ha ripercorso tutte le carenze in controlli e manutenzione dei materiali, anche sulla loro vetustà (anni '70 in certi casi). Attenzione particolare sull'assile del carro deragliato il cui cedimento, anche per una corrosione non individuata nelle officine tedesche, avviò il disastro, e anche sul picchetto dei binari che squarciò la cisterna rovesciatasi come un 'apriscatole'. L'accusa ha chiesto di condannare le società Fs, Fs Logistica, Rfi, Trenitalia, Gatx Rail Germania, Gatx Rail Australia, Jugenthal Waggon.

(Ansa)


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


alfrun


autotecnica


il Panda


auditerigi


prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


mercoledì, 21 agosto 2019, 17:01

È morto il giovane colto da malore al bagno Sauro

È morto il giovane colto da malore al bagno Sauro. E' la quarta vittima di questa estate tra la provincia di Lucca e Massa Carrara. Notizia in aggiornamento


martedì, 20 agosto 2019, 12:12

Camionista trovato morto sulla Bretella

Un camionista romeno di 48 anni, è stato trovato morto, probabilmente per cause naturali, questa mattina verso le 9 nella cabina del suo camion, parcheggiato presso l'area di sosta dell'autogrill sull'autostrada Bretella, in direzione Viareggio


Prenota questo spazio!


lunedì, 19 agosto 2019, 19:32

L'ultimo saluto ad Arnaldo Galli

Se n'è andato a 93 anni un grande maestro accompagnato dalla partecipazione di tutti i carristi e tutti i personaggi della fondazione Carnevale. Oggi sono stati celebrati i funerali nella chiesa di San Paolino


lunedì, 19 agosto 2019, 17:28

Picchia e sequestra la compagna: misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare per un 40enne di Viareggio

Nella giornata di sabato 17 agosto  il commissariato di Viareggio ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare a carico di un italiano di 40 anni residente a Viareggio


domenica, 18 agosto 2019, 13:53

Presentati i bozzetti del carnevale 2020

Una presentazione che ha avuto un gran successo di pubblico ed ha visto sul palco Daniele Maffei e Silvia Toniolo illustrare i vari bozzetti dei carri, da quelli delle mascherate isolate fino ad arrivare alle costruzioni di prima categoria


domenica, 18 agosto 2019, 11:47

Ruba in un supermercato e ferisce due dipendenti, rumena fermata dai carabinieri

Intorno alle 12 di ieri è entrata all’interno di un supermercato sul viale Carducci e si è impossessata di alcuni prodotti esposti sugli scaffali, nascondendoli sotto i vestiti. Scoperta da due commessi, per guadagnarsi la fuga, ha colpito questi ultimi con dei calci e ferendoli con un oggetto appuntito, riuscendo poi...