prenota_spazio

Anno 6°

giovedì, 18 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cronaca

Colombini fa appello contro il Pucciniano: ribadita la richiesta di un risarcimento danni da 3 milioni di euro

sabato, 23 marzo 2019, 13:24

Andrea Colombini ricorre alla Corte di Appello di Firenze contro la sentenza del Tribunale di Lucca che nello scorso settembre, in primo grado, pur riconoscendo la legittimità della causa intentata nei confronti del Festival Puccini di Torre del Lago, si opponeva alla richiesta di un risarcimento danni da 3 milioni di euro per intervenuta prescrizione dei termini di legge.  

L'antefatto è ormai noto: dopo oltre 11 anni di processi la battaglia sul marchio tra i due enti, quella cioè sull'opportunità di poter sfruttare i termini "Puccini" e "Festival" per i propri eventi si era conclusa con l'assoluzione di Colombini. La corte d'appello di Firenze, infatti, lo aveva scagionato da tutte le accuse mosse dal Pucciniano e, dopo anni di patimenti, nel 2014 Colombini aveva deciso di presentare una causa civile contro la stessa Fondazione per risarcimento danni, quantificati appunto in 3 milioni di euro. 

Una richiesta respinta, come precisato, in sede di primo grado di giudizio. I legali del Puccini e la sua Lucca Festival, gli avvocati Chiara Bimbi e Armando Pasquinelli, contestarono fin da subito questa ricostruzione, ritenendola erronea e lacunosa poiché il giudice ometteva di applicare il terzo comma dell'art. 2947 del codice civile. Lo stesso, infatti, afferma che "Se il fatto è considerato un illecito penale, i termini di prescrizione decorrono a partire dalla sentenza passata in giudicato". Il giudice di prime cure, invece, si era limitato a dare applicazione al primo comma della norma, quello che recita "Il diritto al risarcimento del danno derivante da fatto illecito si prescrive in cinque anni dal giorno in cui il fatto si è verificato". L'azione legale presentata da Colombini, dunque, era tutt'altro che prescritta. 

Una posizione, quella dei legali del Puccini e la sua Lucca Festival, ampiamente suffragata da una pluralità di sentenze della Corte di Cassazione, puntualmente inserite nell'atto di citazione in appello.  

Questo scenario, come spiegano i legali, si è verificato poiché il giudice di primo grado ha qualificato in modo errato ed arbitrario il comportamento posto in essere dalla Fondazione Festival Pucciniano. La stessa, infatti, aveva presentato una denuncia infondata nei confronti della persona sbagliata - citando in giudizio Andrea Colombini in luogo del legale rappresentante della Caledonian Academy, il dottor Luciano Colombini. Un fatto che è stato qualificato dal giudice come semplice reato di diffamazione ex art. 595 c.p, quando invece, dichiarano gli avvocati, "E' assolutamente palese che si trattasse del reato di calunnia, di cui all'art. 369 c.p.".   

Riguardo alla quantificazione del danno patito da Colombini, personaggio pubblico vistosi per anni ingiustamente vessato, non ci si smuove dalla cifra richiesta: 3 milioni di euro. 

Ingiusta, secondo i legali, anche la condanna alle spese legali: "Considerato che il giudice aveva disposto la reciproca soccombenza delle domande avanzate - argomentano - avrebbe consequenzialmente dovuto disporre la compensazione delle spese". 

Una vicenda, dunque, che vedrà un ulteriore e fondamentale passaggio nelle aule giudiziarie: "Noi non ci fermiamo - dichiara Andrea Colombini - e con l'appello continuiamo a far valere le nostre ragioni, confortati dalle motivazioni di una sentenza di primo grado che si sono rivelate lacunose ed erronee in troppi passaggi fondamentali". 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


alfrun


autotecnica


il Panda


auditerigi


prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


giovedì, 18 aprile 2019, 16:06

Sea, servizi aggiuntivi nelle festività

Nei giorni festivi di sabato 20 aprile, domenica 21 aprile, lunedì 22 aprile, giovedì 25 aprile e mercoledì 1 maggio, in aggiunta ai normali servizi, saranno previsti due operatori sulla Passeggiata di Viareggio in turno pomeridiano dalle 14 alle 18.20 e due operatori in turno serale dalle 15.40 alle 22


martedì, 16 aprile 2019, 16:34

Approfittava del mercato per rubare nei negozi: arrestata

Si tratta di una 43enne, originaria di Pistoia e residente Viareggio, disoccupata e censurata, sul conto della quale era stata emessa, il 18 marzo, un’ordinanza di custodia cautelare dal G.i.p. del Tribunale di Lucca, che l’ha ritenuta responsabile delle ipotesi di reato di furto aggravato continuato in concorso con recidiva


Prenota questo spazio!


martedì, 16 aprile 2019, 14:43

Guida il bus senza aver riposato: la polstrada interrompe la gita scolastica

La polizia stradale di Lucca ha sanzionato l’autista di un bus che stava conducendo a Grosseto una scolaresca, poiché stava guidando da troppo tempo. E’ accaduto ieri in A/12, presso l’area di servizio Versilia ovest, quando una pattuglia della sottosezione di Viareggio ha fermato il mezzo con  58 persone, tra...


martedì, 16 aprile 2019, 10:10

Orgoglio Bianconero, consegnate le ultime donazioni all'Aipd Versilia e a 'In gioco per la solidarietà onlus'

Ancora due donazioni - siamo arrivati a nove, dopo la prima all'associazione 'Il mondo che vorrei' nel gennaio scorso - grazie ai proventi del libro 'Orgoglio bianconero 1919-2019 Cento anni di calcio a Viareggio'


lunedì, 15 aprile 2019, 19:45

Guardia costiera: cinque esercizi commerciali nel mirino

Una vasta operazione di polizia sulla filiera ittica è stata portata a termine in tutta la Regione, a terra ed in mare, dagli uomini della Guardia Costiera Toscana, sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Livorno, sede del 2° Centro Controllo Area Pesca


lunedì, 15 aprile 2019, 16:30

Capitaneria di porto di Viareggio, continuano gli incontri con le scuole

Quella appena trascorsa è stata la settimana dedicata all’ambiente marino, con vari eventi sul tema organizzati anche a Viareggio, culminati giovedì 11 aprile nella “Giornata del mare e della cultura marinara” con l’inaugurazione del simulatore di plancia presso l’Istituto Tecnico Nautico “Galilei-Artiglio”