prenota_spazio

Anno 6°

domenica, 26 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cronaca

#FridaysForFuture in corteo a Viareggio

venerdì, 15 marzo 2019, 14:32

di giacomo mozzi

Le piazze oggi tornano protagoniste del nostro tempo, la piazza che accoglie il popolo per manifestare il proprio pensiero, applaudire una buona iniziativa e chiedere ai potenti, coloro che amministrano le risorse del pianeta, di guardare al nostro futuro, al loro futuro, al futuro dei più giovani. Anche a Viareggio si va in piazza, dai più piccoli ai più grandi, per il futuro del pianeta, contro il surriscaldamento globale, contro un "tumore silenzioso" che sta ammorbando anche la città dove viviamo e, come dicono in molti, se non riusciamo a fare qualcosa ora, nel giro di pochi anni, la Terra sarà molto cambiata.

Il cambiamento climatico infatti influenzerà la nostra vita e le nostre azioni l'innalzamento del livello dell'acqua infatti interesserà tutti i continenti, come lo scioglimento dei ghiacciai ed il buco dell'ozono, solo per fare alcuni esempi, ma un esempio su tutti va fatto in riferimento alla manifestazione del 15 marzo, quello di Greta Thunberg.

Tutto è nato in Svezia l'estate scorsa quando degli incendi, alimentati da potenti ondate di calore, hanno incenerito molti boschi proprio vicino a dove abitava Greta. La ragazza, sedicenne, decise quindi di scioperare, in modo solitario, dal suo lavoro, la scuola, perché salvare l'ambiente è una missione più importante.

Greta con un cartello tutti i venerdì saltava la scuola ed in occasione delle elezioni del 9 settembre si è presentata al nuovo governo per chiedere la riduzione del gas che è tra le cause maggiori dell'effetto serra. Una storia che ha fatto in poco tempo il giro del mondo, grazie all' hashtag #FridaysForFuture, tanto da diventare un vero e proprio movimento per la salvezza dell'ambiente, del il nostro futuro e Greta è stata inserita nella lista per il premio nobel per la pace. Piazza Mazzini è diventata quindi il punto di ritrovo per gli studenti delle scuole e per i cittadini che volevano partecipare a questa marcia per il clima. Una marcia per tutti,  per il nostro futuro, per sensibilizzare i politici che erano dentro al palazzo comunale, seconda ed ultima tappa del corteo, un'altra piazza, era piazza Grande, ora piazza Nieri e Paolini, dove sorge l'edificio comunale con il parcheggio. Un tempo quel luogo era un riferimento ambientale e punto di ritrovo della cittadinanza, ora il centro del potere cittadino. Ai primi cori provenienti dai tanti partecipanti, almeno un migliaio di persone,  il vicesindaco, Valter Alberici,  scende dal suo ufficio e va in mezzo ai ragazzi che stavano manifestando, tra la gente, tra alcuni consiglieri di maggioranza che avevano seguito il corteo ed avevano in mano alcuni cartelli. Per la minoranza era presente Giuseppe De Stefano che ricorda di essersi sempre battuto per l'aria pulita, per l'acqua pulita e per un'amministrazione corretta e pulita, ma in quest'ultimo caso ammette di essersi sbagliato. Presenti anche parecchi rappresentanti del Movimento 5 Stelle che da sempre si sono occupati di tematiche ambientali sul territorio. Di queste iniziativa rimarrà una traccia ben evidente all'interno del comune di Viareggio, come in molti altri palazzi comunali, un foglio protocollato dove si analizza il problema ambientale, letto davanti al municipio e reso ufficiale con la richiesta di dichiarare lo stato di emergenza climatica. Un piano a livello mondiale, ma che viene analizzato città per città e che mette in guardia le amministrazioni delle città costiere sull'innalzamento del livello del mare chiedendo di rendere pubblico quale piano operativo si intende attuare anche nel rispetto dell'Accordo di Parigi sul clima. Un messaggio importante e che mette tutti in guardia perchè il tempo stringe e sempre di più bisognerà aiutarci gli uni con gli altri, prendendoci per mano, per riuscire a garantire la sopravvivenza di tutti in un futuro più prossimo di quanto si possa pensare.  




Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


alfrun


autotecnica


il Panda


auditerigi


prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


sabato, 25 maggio 2019, 17:04

Tentano estorsione, ma trovano i carabinieri: arrestate due persone

Nel pomeriggio di ieri, la centrale operativa della compagnia carabinieri di Viareggio ha ricevuto una chiamata sull’utenza “112” da parte di una donna che riferiva di aver subito alcuni giorni prima il furto, all’interno della propria autovettura parcheggiata in una pubblica via, di uno zaino contenente un pc portatile “Apple”...


sabato, 25 maggio 2019, 16:55

Spiagge pulite e non solo 2019

Oggi, sabato 25 maggio, sulla spiaggia della Lecciona (Riserva Naturale del Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli), si è tenuto il consueto appuntamento “Spiagge Pulite” che ogni anno Legambiente organizza sulle spiagge d’Italia nell’ultimo week-end di maggio


Prenota questo spazio!


sabato, 25 maggio 2019, 14:25

Tentano la "truffa dello specchietto", ma vengono scoperti da agenti in borghese: denunciati

Nella giornata di ieri il personale della squadra anticrimine del commissariato di polizia di Viareggio ha denunciato due cittadini italiani, entrambi originari di Napoli, per il reato di tentata truffa in concorso


sabato, 25 maggio 2019, 12:20

Inigo Campioni: la cerimonia di commemorazione a 75 anni dalla morte

Si è tenuta questa mattina, sabato 25 maggio, alle 10,30 in piazza Campioni, la commemorazione della memoria dell’Ammiraglio Inigo Campioni, medaglia d’oro al valor militare, organizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia


sabato, 25 maggio 2019, 12:08

Corteo studentesco per la strage di Viareggio

L’ISI Piaggia, su proposta del vicepreside, professor Andrea Nardi, durante il primo collegio docenti dell’anno scolastico, ha deliberato all’unanimità di dedicare simbolicamente l’attività scolastica dell’anno al decennale della strage ferroviaria del 29 giugno 2009


sabato, 25 maggio 2019, 09:06

Centri per l'impiego: confronto tra regione, enti locali e sindacati

Tutelare i lavoratori e non disperdere il bagaglio di professionalità maturato in tanti anni di attività. Sono questi gli obiettivi che regione, provincia e comuni del territorio si sono dati per affrontare la situazione del futuro professionale del personale dei centri per l'impiego