Anno X

sabato, 18 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Cronaca

Concerto inaugurale dell'Organo Mascioni Op. 599 della Chiesa di S. Antonio in Viareggio

venerdì, 20 dicembre 2019, 12:20

Sabato 28 dicembre alle ore 16,00, presso a Chiesa di S. Antonio in Viareggio, concerto inaugurale dell'Organo Mascioni Opus 599, dopo l'accurato restauro della Casa costruttrice Famiglia Mascioni.

Nell'aprile del 1948 Padre Orlando Santini e il fratello Alessandro, conventuali di S.Antonio a Viareggio, venuti a conoscenza che l'organo inizialmente destinato al Duomo di Sacile era in vendita, scrissero a Vincenzo Mascioni chiedendo quali fossero gli ingombri dello strumento per poter predisporre una cella muraria adeguata al suo contenimento, nella nuova chiesa in costruzione a Viareggio dopo la distruzione della vecchia a causa di un bombardamento avvenuto nel 1944.

Alla fine del 1951 l'installazione dell'organo fu ultimata e lo strumento, fortemente voluto da P. Alessandro Santini venne collaudato da quest'ultimo con grande soddisfazione di tutta la Comunità.

L' organo Mascioni, tre tastiere e pedaliera, 51 registri di cui 40 reali, per diversi anni è stato una sorta di simbolo di ricostruzione nella Viareggio del dopoguerra e oltre a servire costantemente la liturgia nel corso dei decenni è stato utilizzato a più riprese anche per i concerti.

Dopo sessantotto anni, al di là di alcuni interventi di manutenzione, lo strumento necessitava di un accurato restauro, che è stato realizzato proprio dalla Famiglia Mascioni, la stessa casa che lo aveva costruito oltre mezzo secolo fa.

Il concerto vedrà all'opera l'organista della Cattedrale di Lucca, Giulia Biagetti, la quale con questo appuntamento chiude un anno di attività concertistica che l'ha vista protagonista nel corso del 2019 in alcuni tra i più importanti festivals europei con tournèe in Spagna, Cecoslovacchia, Estonia, Danimarca, Austria e Germania. Spiccano i concerti tenuti nelle Cattedrali di Regensburg, Passau, Potsdam, Gorlitz, Tallinn ecc., sedi esclusivamente destinate ad accogliere i nomi più prestigiosi del concertismo internazionale. Non sono mancati altri appuntamenti in Italia quali quelli importanti di Perugia, Novara, Breccia e Roma (Pontificio Istituto Musica Sacra) e ovviamente in Lucca e provincia dove Giulia svolge normalmente la sua attività.

Dedicato al tema della luce e della gioia - "Dalle tenebre alla Luce" è il titolo del concerto, che si richiama al Capitolo 9 del libro del profeta Isaia - il programma dell'inaugurazione è costituito da una miscellanea di brani di autori del XIX e XX (Williams, Fletcher, Richter, Becker, Yon, Stamm). Interpellata da noi in margine a questa scelta l'organista ci ha detto: " Ho cercato di evitare il solito programma museale, ingessato, con i soliti autori per intenderci, che alla fine, quasi sempre, viene presentato in queste occasioni. Il mio desiderio è di avvicinare il pubblico a un mondo che necessita di essere ancora esplorato e conosciuto, con tanta bellissima musica di cui, in gran parte, si ignora l'esistenza. Per fare un esempio Bach, Franck, Mendelssohn, Vierne ecc. sono senza dubbio grandi autori della letteratura organistica, ma troppo spesso nei concerti il pubblico finisce con l'ascoltare sempre e immancabilmente gli stessi brani e gli stessi autori. Invece qui vorrei, attraverso pezzi e autori poco o per niente conosciuti, adatti a questo bello strumento, stimolare la curiosità della gente e tentare di ampliare la loro idea dell'organo e della letteratura organistica, soprattutto per quella parte di produzione che è più vicina a noi nel tempo, tra il XIX e XX secolo e che ci ha dato e continua a darci tanti capolavori. Un'ora di concerto in verità può mostrare solo un piccolo sprazzo di quello che c'è, ma spero ugualmente di riuscirci. Il tema della luce e della gioia nasce dal contesto liturgico natalizio al quale ritenevo necessario e opportuno fare riferimento".

Questo ci ha spiegato Giulia Biagetti in margine ad un programma assai originale e virtuosistico che renderà sicuramente interessante l' appuntamento di Sabato 28 Dicembre. Lo ricordiamo: Chiesa di S. Antonio, Viareggio, ore 16.00: inaugurazione del Grande Organo Mascioni Op. 599, dopo il restauro. L'ingresso al concerto è libero.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio

il Panda

auditerigi

prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


venerdì, 17 settembre 2021, 16:45

Carnevale al via: apertura in diretta tv nazionale

Inizia domani alle ore 18, sui Viali a Mare di Viareggio, il Carnevale Universale con il primo dei cinque Corsi Mascherati in programma. Un’edizione particolare perché per la prima volta si svolge tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno


venerdì, 17 settembre 2021, 13:08

Spacciava cocaina e hashish, arrestato marocchino

Gli operatori alle 18 circa, in Via Ponchielli, nei pressi della Casina dei Ricordi, hanno individuato A.H., 29enne marocchino, il quale, alla loro vista, si è dato alla fuga


Prenota questo spazio!


giovedì, 16 settembre 2021, 22:01

Green pass per tutti al lavoro dal 15 ottobre

Dal 15 ottobre e fino al 31 dicembre, quando è prevista la scadenza dello stato d'emergenza, il green pass diventa obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro e andrà ad incidere direttamente sulla vita di 23 milioni di italiani


giovedì, 16 settembre 2021, 17:35

Estate in Versilia, il bilancio della polizia stradale: 40 patenti ritirate

Settembre è il tempo dei bilanci per la polizia stradale di Lucca che vigila, con le sue donne e i suoi uomini, su una rete stradale a forte vocazione turistica, anche in quest’estate nonostante il Covid-19


giovedì, 16 settembre 2021, 16:42

Nicoletti per Piazza Cavour: “Il contratto non è stato ancora firmato, siamo in tempo!”

Niente più mercato e altissimi costi per i commercianti che potrebbero non riuscire a sostenerli: questo il futuro di Piazza Cavour, secondo il gruppo “Viareggio Libera” e il consigliere comunale Tiziano Nicoletti, se venisse firmato il contratto per il project finanziario


giovedì, 16 settembre 2021, 14:27

Smascherato sodalizio della droga capeggiato da una viareggina detta "la marocchina"

La donna si riforniva da un gruppo di tunisini e marocchini che operavano in Viareggio nella Pineta di Ponente ed incassavano dalle cessioni circa 1500 euro al giorno. Video