Anno 6°

mercoledì, 8 aprile 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Cronaca

La sicurezza del Carnevale di Viareggio affidata ai viareggini

venerdì, 31 gennaio 2020, 16:43

“Affidare gli appalti a ditte locali contribuisce al Pil del territorio, all’occupazione e alla qualità della vita dei dipendenti delle aziende. Oltre agli aspetti legati ai tempi di intervento e al minore impatto ambientale visto che vengono ridotti gli spostamenti.” Per le ragioni di cui sopra Corpo Guardie di Città ritiene doveroso evidenziare, anche a suo discapito, che è stato eticamente corretto affidare i servizi di sicurezza ad aziende che hanno sede legale nel Comune di Viareggio perchè gli appalti di certi servizi dovrebbero essere quasi sempre a km zero perchè prestare attenzione alle realtà locali non è localismo, ma necessità economica.

"Il responsabile della Sicurezza del Carnevale di Viareggio Ing. Paolo Polvani - si legge nella nota del Copro Guardie di CIttà - all’esito dell’indagine di mercato ha affidato, come negli anni passati, lo svolgimento dei servizi di sicurezza del Carnevale a tre aziende di Viareggio per un importo complessivo di € 9.600,00 + I.V.A. perché ha ritenuto il “progetto relativo alle modalità di svolgimento del servizio e la formazione del personale più adeguate alle caratteristiche dell’evento “di tipo dinamico” visto che le tre imprese viareggine posseggono conoscenze ed esperienze professionali specificatamente correlate alla portata ed alle caratteristiche del Carnevale nonché hanno già prestato servizio”. Fin qui niente da dire se non che l’Ing Polvani , per evitare di ricorrere a continui affidamenti diretti, che necessitano di rotazione per garantire di non rivolgersi sempre alle stesse ditte, anche se queste hanno lavorato bene, ha effettuato questa sorta di indagine di mercato per incentivare anche altre aziende locali, come anche il Corpo Guardie di Città, a partecipare, ma alla fine, con l’escamotage di fare unire le tre società viareggine in un’ATI, il servizio, anche ad un costo superiore di € 600,00 + I.V.A. rispetto all’offerta dell’Istituto di Vigilanza Corpo Guardie di Città, è stato affidato sempre alle stesse aziende.

Partendo dal concetto che occorre più sensibilità alle priorità economiche e meno spirito burocratico da parte dei funzionari pubblici è doveroso evidenziare che diventa fondamentale un salto culturale da parte delle amministrazioni pubbliche e delle fondazioni : devono saper valutare il rapporto qualità/prezzo, cosa non facile, ed arrivare a una gestione degli affidamenti più attenta al territorio ma che abbia una visione anche più ampia visto che i servizi di sicurezza per il Carnevale di Viareggio sono molti e possono essere affidati anche a più aziende, quindi non sempre e soltanto alle stesse, per dare più opportunità di collaborare alla grande manifestazione.

Corpo Guardie di Città rivendica soltanto una mancata opportunità di farsi un’esperienza professionale all’interno di un evento che vede gli organizzatori mettere in campo ben duecento addetti alla sicurezza suddivisi nei vari servizi di vigilanza e di controllo, visto che anche il Corpo Guardie di Città è un’impresa di prossimità che valorizza l’occupazione di manodopera locale e la qualificazione derivante dalla partecipazione a corsi di formazione specifici per grandi eventi come il Carnevale di Viareggio. Inoltre il Corpo Guardie di Città ha esperienze professionali e personale altamente qualificato per svolgere servizi di stewarding negli stadi e nei palazzetti dello sport, servizi di controllo per grandi manifestazioni di piazza, per concerti, per importanti eventi pubblici ed anche per carnevali.

Si invita pertanto il Presidente Maria Lina Marcucci a far utilizzare le risorse spendibili per tradurre il Carnevale di Viareggio anche in opportunità di lavoro per molte aziende, e non solo per le stesse, perché possono avere ricadute importanti per la comunità, non solo viareggina, in termini di attrattività e di creazione di occupazione e quindi di posti di lavoro".


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio

il Panda

auditerigi

prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


mercoledì, 8 aprile 2020, 13:39

Aumentano i... furbi del Covid-19

La gente non ce la fa più a stare dentro casa e, così, fioccano le sanzioni applicate dagli uomini del commissariato di Viareggio a coloro che non rispettano le disposizioni in materia di Coronavirus


mercoledì, 8 aprile 2020, 13:34

A fuoco nella notte baracche con bestiame

I vigili del fuoco del comando di Lucca, distaccamento di Viareggio, sono intervenuti ieri sera poco dopo le ore 22 per un incendio che ha coinvolto alcune baracche in Via della Fontanella a Viareggio


Prenota questo spazio!


mercoledì, 8 aprile 2020, 13:26

Torna l'incubo Genova, crolla il ponte ad Albiano Magra

La grossa crepa che si era aperta sul ponte di Albiano Magra lo scorso novembre era stata, probabilmente, il campanello d'allarme. Stamani verso le 10,30 il ponte di Albiano è crollato sul sottostante fiume Magra. Gli interventi dei politici. Video


martedì, 7 aprile 2020, 18:30

Viareggio verso la riapertura: tavolo permanente con le categorie economiche

Aperto un tavolo permanente con le categorie economiche: obiettivo la ripartenza della città in vista della ‘fase 2’


martedì, 7 aprile 2020, 18:15

Sette nuovi casi in Versilia: tre decessi

Asl invia l’aggiornamento sui casi di Coronavirus “Covid-19”. Si ricorda ancora che il flusso di validazione dei tamponi è continuo e che gli orari di estrazione dei dati delle persone risultate positive al test dai laboratori -  da parte della Regione e dell’Azienda USL Toscana nord ovest - sono vicini (a...


martedì, 7 aprile 2020, 16:09

Mascherine, iniziata la distribuzione a Viareggio

Iniziata oggi la distribuzione delle mascherine fornite dal Sistema Regionale di Protezione Civile: in tutto 136mila pezzi, arrivate ieri in 68 scatoloni, 2000 mascherine per ogni scatolone sotto forma di 40 confezioni da 50 pezzi, del tipo Mascherina chirurgica TNT 3 strati “Toscana 1”