prenota_spazio

Anno 6°

martedì, 28 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Cronaca

Tecniche biologiche per la salvaguardia del patrimonio palmizio

giovedì, 16 gennaio 2020, 12:34

«Tecniche biologiche per la salvaguardia del patrimonio palmizio», questo il titolo del workshop organizzato da Sea Ambiente, con il patrocinio del comune di Viareggio, dedicato alla lotta al punteruolo rosso e alle esperienze maturate sul campo in tale attività negli ultimi anni attraverso l’uso di prodotti biologici.

L’appuntamento è per mercoledì 22 gennaio, dalle 9,30 alle 13, a Viareggio, al Grand Hotel Principe di Piemonte.

Il programma prevede, dopo l’apertura dei lavori, affidata al sindaco Giorgio Del Ghingaro, l’intervento della entomologa Patrizia Sacchetti dell’Università di Firenze con «Le nuove sfide alla lotta alle specie aliene; un pericolo per il futuro del verde pubblico». Dopo il coffee break interverrà Stefano Foschi della Bioplanet, sponsor dell’evento, con «La lotta al punteruolo rosso sulle palme» e, a seguire, «Esperienze sul patrimonio palmizio del Comune di Viareggio, con Dario Picardi di Sea Ambiente. Chiuderà i lavori il presidente di Sea Ambiente, Fabrizio Miracolo.

Un evento formativo che è anche l’occasione per lo scambio di opinioni ed esperienze tra le Amministrazioni e gli uffici tecnici di altri Comuni toscani.

Il punteruolo rosso (Rhynchophorus ferrugineus) è un coleottero, originario dell’Asia meridionale e della Melanesia, che mette a rischio anche in Toscana la sopravvivenza delle palme ornamentali presenti nei giardini pubblici e privati situati in particolare nelle aree litoranee. Ha una lunghezza di circa 3 cm e il suo colore è marrone rossiccio: una femmina può depositare fino a 300 uova in ferite nella parte del fusto o nelle foglie in cui scava delle gallerie anche di 1 metro, distruggendo i vasi linfatici della pianta a partire dalla chioma. I primi sintomi appaiono dopo che il coleottero è installato da tempo: i rami della palma diventano gialli, partendo dal centro, finché muore tutta la chioma che collassa su sé stessa.

A causa della notevolissima diffusione del parassita, con decreto ministeriale del 7 febbraio 2011, in Italia sono state emanate misure obbligatorie per la protezione delle palme.

Viareggio attualmente è caratterizzata dalla presenza di varie tipologie di palme, in totale circa 450 piante, tra cui la Phoenix Canariensis particolarmente attaccata dal punteruolo, la Washingtonia, sia filifera che robusta, la Chamaerops Humilis. In passato (negli ultimi 15 anni circa) a causa dell’attacco di tale parassita sono state rimosse, da dati presunti dall’ufficio del verde pubblico, circa duecento palme.

Da quattro anni Sea Ambiente spa si occupa del servizio per conto del Comune di Viareggio. Sono state attivate due tipologie di intervento, entrambe naturali e senza l’utilizzo di insetticidi.

Da un lato vengono inseriti nella pianta dei “nematodi”, micro vermi antagonisti naturali del punteruolo. Questi vermi penetrano fisicamente dentro il coleottero, lo colonizzano e lo portano alla morte. Non solo, continuano la loro azione di contrasto anche diffondendosi in altri individui presenti nella pianta.

Contemporaneamente vengono utilizzate trappole a feromoni: in contenitori posizionati in punti strategici viene collocata una soluzione di feromoni attrattivi sessuali o aggreganti degli insetti. Il punteruolo entra e poi non può più uscire.

Il metodo biologico funziona, tanto che alcuni comuni limitrofi che da tempo usavano insetticidi, hanno iniziato ad adottarlo. Negli ultimi 4 anni sono state rimosse e cippate (triturate finemente in loco per distruggere il parassita) solo dieci piante che erano già infestate da tempo).


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


il Panda


auditerigi


prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


sabato, 25 gennaio 2020, 12:53

‘Orgoglio bianconero’, dal calendario 2020 il sostegno per le cure della piccola Jo

Con le donazioni raccolte in occasione delle presentazionie del calendario 2020 di ‘Orgoglio Bianconero’ – 12 scatti storici della vita sportiva di diversi club cittadini che hanno raggiunto importanti traguardi nazionali – è stato possibile sostenere le cure della piccola Jo, la bambina di 2 anni che deve essere sottoposta...


venerdì, 24 gennaio 2020, 18:51

Scompare mentre si reca a far visita al fratello: scattano le ricerche

Si cerca da giorni Viktor Qosja che ha fatto perdere le tracce di sè mentre si stava recando a far visita al fratello nel comune di Viareggio


Prenota questo spazio!


giovedì, 23 gennaio 2020, 19:46

Banda di giovanissimi tunisini aggredisce e rapina il dipendente di un ristorante in darsena (e per Giorgino e Manzo immigrazione e sicurezza non sono un'emergenza)

E' accaduto in darsena nella notte tra sabato e domenica. Individuati tre aggressori: sono tutti tunisini, con precedenti per spaccio e reati contro il patrimonio. Evvai con l'immigrazione spinta


mercoledì, 22 gennaio 2020, 15:23

Grande partecipazione per il 100° anniversario di Vera Vassalle

Grande partecipazione delle bimbe e dei bimbi della scuola primaria Vera Vassalle  di Viareggio all'incontro con i rappresentanti dell'ANPI per ricordare la Medaglia d'Oro Vera Vassalle, a 100 anni dalla nascita, martedì 21 gennaio


martedì, 21 gennaio 2020, 19:00

È approdata la barca del Nautico Artiglio

 Gli studenti dell’Istituto tecnico cittadino, da ora in avanti, avranno a disposizione un’imbarcazione scolastica per le uscite in mare. «Si tratta del modello Bavaria 49 - spiega il professore Michele Bianchi - usata, ma in ottime condizioni, anche perché è stata restaurata di recente.


lunedì, 20 gennaio 2020, 17:05

Alcol e droga in darsena: sei patenti ritirate

Alla darsena di Viareggio la Polstrada ha ritirato 6 patenti ad altrettanti conducenti che avevano nel sangue un tasso di alcool superiore al consentito. Uno di loro aveva pure assunto droghe e i poliziotti se se sono accorti grazie al drugh-test, effettuato nei suoi confronti dal Medico della Questura di...