Anno 6°

domenica, 9 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Cronaca

Chiede permesso di soggiorno, ma è ricercato per droga: arrestato marocchino

sabato, 27 giugno 2020, 13:32

Stamattina l’ufficio immigrazione della questura ha arrestato un cittadino marocchino, Jarmouni Said di 32 anni, in esecuzione di un ordine di carcerazione disposto dal GIP di Lucca dr.ssa Aracri per il reato di spaccio di sostanze stupefacente.

L’uomo aveva inviato on line, per mezzo del presunto datore di lavoro (un’azienda agricola della provincia), la domanda di sanatoria presso lo sportello unico per l’immigrazione della prefettura, ritenendo di avere le carte in regola per ottenere il permesso di soggiorno.

Una volta esaminata la pratica, i poliziotti hanno rilevato che sull’uomo gravava un ordine di cattura, per cui si sono recati nel domicilio che il marocchino aveva dichiarato nella richiesta, e lì lo hanno arrestato, per poi condurlo nel carcere di Lucca.

L’attività che ha portato all’ordinanza del giudice è stata condotta dal commissariato di Viareggio nel febbraio scorso, quando una sera due operatori si sono recati in località Capezzano Pianore, per verificare la presenza di spacciatori.

I poliziotti hanno visto che vi era un traffico consistente di automobili, nonostante l’ora e la zona, per cui si sono incamminati all’interno di una strada buia con l’aiuto di una torcia, e l’uomo gli si è avvicinato fino a quando non si è accorto che erano poliziotti. A quel punto il marocchino si è dato alla fuga, gettando per terra 52 involucri di cellofan che contenevano in totale 54 grammi di cocaina.

Successivi accertamenti, hanno consentito ai poliziotti del commissariato di Viareggio di accertare l’identità del soggetto, ricostruendo anche il suo modus operandi, che voleva che lui porgesse la sostanza ai clienti, che lo chiamavano con un fischio, solo dopo aver avuto il pagamento all’interno di un secchio che porgeva con una canna da dietro un cespuglio.
Grazie all’attività di indagine il GIP ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare che ha consentito stamattina l’arresto dell’uomo.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio

il Panda

auditerigi

prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


domenica, 9 agosto 2020, 13:00

Incredibile a Carrara: il sindaco non rivela che i contagiati sono nigeriani perchè siamo in campagna elettorale

Incredibile decisione adottata consapevolmente dal primo cittadino di Carrara che chiama in causa la portavoce Cinzia Chiappini per non aver specificato la nazionalità dei contagiati


domenica, 9 agosto 2020, 12:29

Sanzionato esercizio commerciale per occupazione di suolo pubblico

Anche ieri sera, a Forte dei Marmi e a Pietrasanta, si svolto un servizio antidegrado interforze con la partecipazione di polizia, carabinieri, guardia di finanza, e polizie locali di Forte e Pietrasanta


Prenota questo spazio!


sabato, 8 agosto 2020, 11:30

Lotta alla criminalità: il nuovo questore emana 14 fogli di via obbligatori

Grazie all'attività svolta dai commissariati di Viareggio e Forte dei Marmi e dei carabinieri, nella settimana appena trascorsa, il questore Faranda Cordella ha emanato ben 14 fogli di via obbligatori dalla provincia di Lucca, nei confronti di soggetti ritenuti pericolosi per l'ordine e la sicurezza pubblica


sabato, 8 agosto 2020, 11:19

Il Covid non frena la criminalità in Versilia

Con l’arrivo dell’estate, nonostante lo stato di emergenza, migliaia sono le persone che, soprattutto nel fine settimana, si riversano sul litorale e, con loro, anche la criminalità


venerdì, 7 agosto 2020, 12:49

Violenze fisiche e psicologiche sulla madre, donna allontanata da casa

Nella mattinata di ieri la polizia di Viareggio ha dato esecuzione alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare con relativo divieto di avvicinamento, a carico di una donna di 50 anni di Viareggio, che è stata denunciata per maltrattamenti e lesioni contro l’anziana madre di 80 anni


giovedì, 6 agosto 2020, 14:19

Ospedale "Versilia": attivati quattro nuovi posti letto di terapia subintensiva

Anche al Pronto Soccorso dell’ospedale “Versilia” sono attivi 4 posti letto di terapia subintensiva (HDU “High dependancy Unit”), inseriti in un’area di assistenza di alta intensità di cura dove possono essere accolti pazienti giunti in pronto soccorso e che necessitano di un livello “intensivo” di inquadramento, trattamento ed assistenza medico...