Anno 6°

domenica, 9 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Cronaca

Rete per la Tutela del Parco MSRM: "Chiediamo risposte"

sabato, 27 giugno 2020, 08:22

Domenica 21 giugno alle 17:30 si è conclusa l’azione in due tappe per la tutela dell’integrità del Parco Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli.

"Arrivare a questo felice risultato - esordisce la Rete per la Tutela del Parco MSRM - è stato un percorso lungo e complesso che ha visto interagire in rete diverse realtà ambientaliste tra movimenti e associazioni.  Amici Della Terra Versilia, Extinction Rebellion Toscana, Earth Strike Lucca, Fridays For Future Versilia, Fridays For Future Pisa, Legambiente Versilia e WWF Alta Toscanae LIPU Pisa hanno cooperato insieme per sensibilizzare l’opinione pubblica sul Parco: un valore spesso dimenticato, per molti quasi sconosciuto, ultimo polmone verde in una delle aree più urbanizzate d’Europa".

"Con la sua Biodiversità - spiega - il Parco costituisce anche l’unico  baluardo nel contrastare i cambiamenti climatici in atto perlomeno a livello locale. Viviamo in un periodo storico che ci impone di prendere coscienza degli ormai incontestabili limiti del mondo in cui viviamo e dell’emergenza climatica. Questo  ci porta a riflettere su come vogliamo vivere nei prossimi decenni ed agire tutelando i nostri territori per creare le alternative che auspichiamo a livello globale. Il nuovo Piano Integrato del Parco è in elaborazione e nei  documenti finora pubblicati abbiamo riscontrato   ambiguità nella ridefinizione delle “aree esterne”, descritte non come parti strutturali del Parco, ma come “aree contigue” che la legge nazionale non considera aree protette e quindi gestite dai Comuni e non direttamente dal Parco come avviene invece per le attuali “aree esterne.“ Ciò ha causato preoccupazione e diverse  realtà ambientaliste  temendo il ridimensionamento del Parco e la perdita di biodiversità, hanno deciso di sensibilizzare l’opinione pubblica per ricordare il perchè sia necessario difendere il Parco,  invitando ad esprimere con contributi la propria  opinione all’interno del processo partecipativo della Regione".

"Ci è stato risposto - afferma la Rete - che i nostri timori erano infondati e la nostra campagna ingiustificata. A queste affermazioni non possiamo che dire: “speriamo di esserci sbagliati”. Ma il valore della nostra scelta e azione politica rimane, chi ci amministra deve  riflettere oggi più che mai sul valore delle aree protette e in tal senso nulla deve essere dato per scontato e tutti devono essere informati adeguatamente del processo amministrativo in corso. Se l’amministrazione regionale conferisce un valore al processo partecipativo da lei avviato, non può che riconoscere l’importanza della campagna mediatica finora svolta.  Se dobbiamo partecipare è giusto essere in molti  e noi abbiamo lavorato affinché ciò avvenisse". 

"La nostra azione a Viareggio e Pisa - conclude - è servita a promuovere e diffondere con forza quel sentimento di dignità ambientale indispensabile a capire che non abbiamo  più tempo per risolvere il problema dell’emergenza climatica ed è un dovere politico fare qualcosa, nei nostri confini come nel resto del pianeta. Per rassicurare noi e i cittadini  sulla tutela dell’integrità territoriale del Parco, chiediamo di avere risposte sulle seguenti richieste: Che la superficie del Parco rimanga quella attuale di 23.139,98 ettari, ed eventualmente sia aumentata; Che le “aree esterne” non diventino “aree contigue”, ma continuino ad essere parte strutturale del Parco come avvenuto finora senza cambiare nulla. Che le selve centenarie vengano tutelate e non tagliate. Che si intervenga sull’erosione anche rivedendo il progetto della Darsena Europa di Livorno; Che venga ripensato il sistema della Bonifica per contrastare il fenomeno di salinizzazione; Che si provveda a risanare il Lago di Massaciuccoli e la qualità dell’acqua del Fiume Morto; Che non si colga l’occasione per sanare i tanti piccoli abusi che il Parco non ha avuto finora la forza di impedire".


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio

il Panda

auditerigi

prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


domenica, 9 agosto 2020, 13:00

Incredibile a Carrara: il sindaco non rivela che i contagiati sono nigeriani perchè siamo in campagna elettorale

Incredibile decisione adottata consapevolmente dal primo cittadino di Carrara che chiama in causa la portavoce Cinzia Chiappini per non aver specificato la nazionalità dei contagiati


domenica, 9 agosto 2020, 12:29

Sanzionato esercizio commerciale per occupazione di suolo pubblico

Anche ieri sera, a Forte dei Marmi e a Pietrasanta, si svolto un servizio antidegrado interforze con la partecipazione di polizia, carabinieri, guardia di finanza, e polizie locali di Forte e Pietrasanta


Prenota questo spazio!


sabato, 8 agosto 2020, 11:30

Lotta alla criminalità: il nuovo questore emana 14 fogli di via obbligatori

Grazie all'attività svolta dai commissariati di Viareggio e Forte dei Marmi e dei carabinieri, nella settimana appena trascorsa, il questore Faranda Cordella ha emanato ben 14 fogli di via obbligatori dalla provincia di Lucca, nei confronti di soggetti ritenuti pericolosi per l'ordine e la sicurezza pubblica


sabato, 8 agosto 2020, 11:19

Il Covid non frena la criminalità in Versilia

Con l’arrivo dell’estate, nonostante lo stato di emergenza, migliaia sono le persone che, soprattutto nel fine settimana, si riversano sul litorale e, con loro, anche la criminalità


venerdì, 7 agosto 2020, 12:49

Violenze fisiche e psicologiche sulla madre, donna allontanata da casa

Nella mattinata di ieri la polizia di Viareggio ha dato esecuzione alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare con relativo divieto di avvicinamento, a carico di una donna di 50 anni di Viareggio, che è stata denunciata per maltrattamenti e lesioni contro l’anziana madre di 80 anni


giovedì, 6 agosto 2020, 14:19

Ospedale "Versilia": attivati quattro nuovi posti letto di terapia subintensiva

Anche al Pronto Soccorso dell’ospedale “Versilia” sono attivi 4 posti letto di terapia subintensiva (HDU “High dependancy Unit”), inseriti in un’area di assistenza di alta intensità di cura dove possono essere accolti pazienti giunti in pronto soccorso e che necessitano di un livello “intensivo” di inquadramento, trattamento ed assistenza medico...