Anno 6°

sabato, 19 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Cronaca

Incredibile a Carrara: il sindaco non rivela che i contagiati sono nigeriani perché siamo in campagna elettorale

domenica, 9 agosto 2020, 13:00

di aldo grandi

Quello che è accaduto in queste ultime ore a Carrara è, incredibilmente, la dimostrazione di come anche l'informazione sia, ormai, prigioniera di un politicamente (s)corretto che impregna le istituzioni le quali, per prime, al contrario, dovrebbero dire la verità ai cittadini. 

A Carrara, all'interno di una struttura destinata all'accoglienza, sono stati scoperti 21, dice il sindaco, 18, secondo le ultime notizie, casi di Covid-19. Ieri sera, dal comune, è stato diffuso un comunicato nel quale non è stata specificata la nazionalità, per cui si poteva, tranquillamente, pensare che potesse trattarsi di italiani e/o anziani. Invece no. Non erano e non solo né italiani né anziani. Anzi sono tutti in carne, ma extra-comunitari, migranti o clandestini che dir si voglia. 

Peccato, però, che nessuno, all'interno dell'amministrazione comunale di Carrara, si sia sentito in dovere, morale, etico, professionale, di dare la giusta informazione. Così, noi abbiamo pensato di chiedere direttamente al sindaco Francesco De Pasquale le ragioni di una decisione, a nostro avviso," raccapricciante". 

Sindaco buongiorno, sono Aldo Grandi, il direttore delle Gazzette, la disturbo?

No, ci mancherebbe. 

La chiamavo per sapere qual è la reale portata del focolaio di Covid-19 individuato nella casa di riposo Betania.

A me risultano 21 contagiati - a noi, al contrario, 18 (ndr) - ma sono tutti asintomatici e stanno bene. Sotto controllo è tenuta una donna che sta per partorire e, allora, le autorità sanitarie stanno un po' più attente. Ci tengo, però, a rassicurare la popolazione.

Ieri sera avete diramato un comunicato ufficiale nel quale avete parlato di 21 contagi, ma non avete scritto che si trattava, come abbiamo saputo solo questa mattina, di immigrati nigeriani.

Guardi, il comunicato lo ha redatto la mia portavoce Cinzia Chiappini che, in questo momento, è anche fuori. Abbiamo deciso di dare una informazione neutrale.

Perchè, scusi, scrivere che i contagiati erano nigeriani o, comunque, non italiani sarebbe stato non essere neutrali?

Vede, siamo in campagna elettorale e abbiamo volutamente evitato di scrivere la nazionalità per impedire, a chi avrebbe potuto cavalcare la cosa, di fare polemica. 

Sindaco, ma lei era al corrente di questo comunicato e della decisione di non rivelare la nazionalità dei contagiati?

Io ho una portavoce che si occupa di scrivere i comunicati per la stampa. 

Ci perdoni, ma un portavoce agisce su indicazione di colui dal quale dipende o lei mi sta dicendo che la Chiappini può scrivere quello che vuole?

Vede, tra noi esiste un rapporto fiduciario per cui non sempre è obbligatorio sentirci. 

Finisce qui il nostro, allucinante, colloquio telefonico col sindaco grillino di Carrara. Siamo arrivati al punto in cui, come accade ormai regolarmente in Francia, la verità viene tenuta sistematicamente nascosta da coloro che detengono i mezzi di informazione che si assumono la responsabilità di non far conoscere ciò che veramente accade alla popolazione. Il tutto con la scusante di non voler solleticare, sollecitare, destare, le proteste di chi avrebbe tutto il diritto di sapere, ma viene, per questo, tacciato di essere populista, sovranista, razzista e financo fascista. A voi l'ardua sentenza.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio

il Panda

auditerigi

prenota_spazio


Altri articoli in Cronaca


venerdì, 18 settembre 2020, 18:43

Il principe del Qatar a Viareggio

In occasione del varo di alcune imbarcazioni commissionate presso il cantiere Fincantieri di Spezia, ha fatto visita in Versilia ed in particolare soggiorna presso "Hotel Principe di Piemonte" il principe del Qatar


venerdì, 18 settembre 2020, 14:02

Combina il matrimonio della figlia 15enne: allontanato da casa pakistano violento

La richiesta di aiuto era pervenuta, in lingua inglese, sulla linea 113 da parte della figlia maggiore. Sul posto, gli operatori hanno potuto constatare che l’appartamento era a soqquadro, con suppellettili rotti e stoviglie disseminate sul pavimento, tra cui due grossi coltelli da cucina con tracce ematiche


Prenota questo spazio!


venerdì, 18 settembre 2020, 10:38

Emergenza abitativa: 40 case Erp assegnate entro fine anno

Assegnazioni di 40 case ERP e contributi economici agli affitti: un nuovo importante sforzo del comune per contrastare l'emergenza abitativa


giovedì, 17 settembre 2020, 15:50

Copertura della Cittadella del Carnevale di Viareggio, concluso il lavoro di ricerca

Si è concluso il lavoro di ricerca per la copertura della Cittadella del Carnevale di Viareggio. Un progetto che coniuga leggerezza della struttura, cura dell’estetica, valore architettonico, integrato con la tecnologia fotovoltaica, con un concept modulare, adattabile a diversi contesti, indipendentemente dalle dimensioni dello spazio da coprire


giovedì, 17 settembre 2020, 15:06

Coronavirus, 20 nuovi casi in Versilia

Nell’Azienda USL Toscana nord ovest i casi positivi di oggi, 16 settembre, sono 70. Nella sola provincia di Lucca sono 23: 3 in lucchesia e 20 in Versilia


giovedì, 17 settembre 2020, 13:13

Furti in abitazione, due persone arrestate dai carabinieri

Nella mattinata di martedì 15 settembre i carabinieri della Sezione Radiomobile sono intervenuti a Viareggio, Via Nino Bixio dove segnalavano una donna che con fare sospetto si era introdotta, dopo aver forzato un cancello, all’interno dell’area condominiale di una palazzina