Anno X

martedì, 27 luglio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura : Le voci della città

Games: l'urlo di chi amava il bambino alla fermata dell'autobus

venerdì, 3 gennaio 2014, 16:15

di Marco Bellentani

Più che la sua scomparsa, ormai ridotto a rifiuto urbano solido da vari atti di vandalismo ,"Games", l'ormai celebre  bambino seduto alla fermata dell'autobus in via Garibaldi, a firma Giovanni Monreale, offre oggi lo spunto per la riflessione di chi, intenditore o semplice passante, aveva espresso un qualsiasi sentimento per il progetto di riqualificazione urbana dell'artista locale. 

Numerosi gli attestati giunti a Monreale da diversi personaggi locali, come dire: c'è il vandalismo, c'è il brutto, ma anche la riscossa di chi, in qualsiasi maniera, anche la più periferica, anela un ritorno del bello.

"Sono molto dispiaciuto, per la maleducazione che purtroppo ci circonda," - dice Marcello Giorgi (scultore) - "un gesto come quello che ha deturpato l'opera è solo frutto di stupidità, un sentimento di delusione mi coglie ogni volta che vedo l'ignoranza che ci circonda. Ma l'opera rimane una grande opera, e  sprono l'artista a rimediare il danno, per non lasciare che siano gli imbecilli a vincere..."


Philippe Delenseigne, artista, tuona: "Che tristezza! con le dita tagliate diventa un simbolo d'impotenza generale d'avanti a pochi. ..." 

L'architetto Francesco Del Greco si unisce al coro: "Notevole, era qualcosa di significativo in giro per le strade!", insieme al gallerista Claudio Francesconi: "Sulla gestione culturale dell'amministrazione preferisco non commentare... credo che le mie vicende siano già fin troppo note. Certe dimissioni note non placano certo il mio disgusto...solidarietà a Giovanni da Monreale" 

Nostalgica la musicista Lara Vecoli "Prima che fosse distrutto ho visto un tipo che ci si è fotografato insieme...e una vecchietta che lo accarezzava!"

Dopo la scomparsa dell'opera, due bambini hanno affisso alla fermata dell'autobus un disegno di Games con scritto il loro malessere per l'accaduto.

Chiude, non privo di amarezza, ma determinato l'artista stesso, Giovanni Monreale:

"
Dietro ogni "artista" c'è sempre un uomo o una donna. In un mondo imperfetto l'ego deve lasciare spazio alla consapevolezza. Non smetterò mai di esprimere i miei pensieri, cosciente del fatto di prendermi delle multe, ma anche cosciente di entrare nei cuori di tanta gente. Torino, sto arrivando."

L'arte non si ferma.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

toyota

prenota_spazio

prenota_spazio

auditerigi


Altri articoli in Cultura


martedì, 27 luglio 2021, 12:42

Incontro con l’autore: Giorgio Gori nel giardino di Villa Paolina

L’appuntamento è per domenica 1 agosto alle 18. Sul palco, insieme all’autore, il sindaco Giorgio Del Ghingaro. Modera l’incontro la vicesindaca di Viareggio Federica Maineri


martedì, 27 luglio 2021, 11:15

Il talentoso Nicholas Ceragioli apre il concerto della Netrebko e di Eyvazov

Gala super esclusivo con ospiti internazionali a Forte dei Marmi, al bagno Alpemare di Andrea Bocelli. Tra i più importanti eventi privati dell’estate Italiana, nella serata del 3 agosto avrà luogo il concerto lirico della diva Anna Netrebko e del marito Yusif Eyvazov.


Prenota questo spazio!


domenica, 25 luglio 2021, 10:03

Applausi a scena aperta per 'Turandot'

La nuova produzione di Turandot del Festival Puccini, coprodotta con il Teatro Goldoni di Livorno, porta la firma alla regia di Daniele Abbado, e di Angelo Linzalata per le scene. Sul podio John Axelrod. Foto


domenica, 25 luglio 2021, 09:51

Nelle foto del versiliese Gianluca Franceschi rivive il mito dell'Incantatrice

Negli scatti dell'esperto fotografo versiliese Gianluca Franceschi e nel carboncino su carta della promettente artista apuo-versiliese Laura Lorenzini Nadine rivive la struggente leggenda dell'Incantatrice


sabato, 24 luglio 2021, 13:52

'Tosca', l'immortale opera del maestro apre la 67^ edizione del Festival Puccini

Con la 'Tosca', l'opera che fece dire a Puccini "questa musica la può scrivere Dio e poi io", si aperta le sessantasettesima edizione del Festival intitolato al grande maestro


sabato, 24 luglio 2021, 10:16

L’Associazione Medici Scrittori presente alla P.Galleria Engel

Domenica 25 luglio alle ore 18.30 la p.Galleria Engel accoglie l’AMSI (associazione medici scrittori) con la sua Presidente Dott.ssa Patrizia Valpiani ed il Dott. Giorgio Pini (socio) in una doppia presentazione di autori


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!