prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

mercoledì, 20 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura : Le voci della città

Games: l'urlo di chi amava il bambino alla fermata dell'autobus

venerdì, 3 gennaio 2014, 16:15

di Marco Bellentani

Più che la sua scomparsa, ormai ridotto a rifiuto urbano solido da vari atti di vandalismo ,"Games", l'ormai celebre  bambino seduto alla fermata dell'autobus in via Garibaldi, a firma Giovanni Monreale, offre oggi lo spunto per la riflessione di chi, intenditore o semplice passante, aveva espresso un qualsiasi sentimento per il progetto di riqualificazione urbana dell'artista locale. 

Numerosi gli attestati giunti a Monreale da diversi personaggi locali, come dire: c'è il vandalismo, c'è il brutto, ma anche la riscossa di chi, in qualsiasi maniera, anche la più periferica, anela un ritorno del bello.

"Sono molto dispiaciuto, per la maleducazione che purtroppo ci circonda," - dice Marcello Giorgi (scultore) - "un gesto come quello che ha deturpato l'opera è solo frutto di stupidità, un sentimento di delusione mi coglie ogni volta che vedo l'ignoranza che ci circonda. Ma l'opera rimane una grande opera, e  sprono l'artista a rimediare il danno, per non lasciare che siano gli imbecilli a vincere..."


Philippe Delenseigne, artista, tuona: "Che tristezza! con le dita tagliate diventa un simbolo d'impotenza generale d'avanti a pochi. ..." 

L'architetto Francesco Del Greco si unisce al coro: "Notevole, era qualcosa di significativo in giro per le strade!", insieme al gallerista Claudio Francesconi: "Sulla gestione culturale dell'amministrazione preferisco non commentare... credo che le mie vicende siano già fin troppo note. Certe dimissioni note non placano certo il mio disgusto...solidarietà a Giovanni da Monreale" 

Nostalgica la musicista Lara Vecoli "Prima che fosse distrutto ho visto un tipo che ci si è fotografato insieme...e una vecchietta che lo accarezzava!"

Dopo la scomparsa dell'opera, due bambini hanno affisso alla fermata dell'autobus un disegno di Games con scritto il loro malessere per l'accaduto.

Chiude, non privo di amarezza, ma determinato l'artista stesso, Giovanni Monreale:

"
Dietro ogni "artista" c'è sempre un uomo o una donna. In un mondo imperfetto l'ego deve lasciare spazio alla consapevolezza. Non smetterò mai di esprimere i miei pensieri, cosciente del fatto di prendermi delle multe, ma anche cosciente di entrare nei cuori di tanta gente. Torino, sto arrivando."

L'arte non si ferma.


Questo articolo è stato letto volte.



prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


q3


Altri articoli in Cultura


mercoledì, 20 marzo 2019, 12:42

L'Azienda Multiservizi dona una piccola biblioteca alla scuola primaria Don Milani

L'Azienda Multiservizi, grazie all'adesione al progetto "Aiutaci a crescere -Regalaci un libro", promosso da diversi anni dalla Giunti Editore, torna a donare una piccola biblioteca di oltre cento libri


mercoledì, 20 marzo 2019, 11:46

"Come si creano i soldi": successo per l'incontro promosso dall'associazione "Meglio di ieri"

Un pubblico attento ed interessato quello che, sabato 16 marzo, ha partecipato al primo evento pubblico, organizzato dall'associazione "Meglio di ieri", al Circolo il Fienile di Viareggio, dedicato alla necessità di avviare una seria riforma del sistema monetario


Prenota questo spazio!


martedì, 19 marzo 2019, 13:28

La Rete Regionale Flauti Toscana dà via a un piccolo tour

La rete Regionale Flauti Toscana, nata in Toscana ad opera dei docenti Gloria Lucchesi e Antonio Barsanti, si è progressivamente ampliata con l’inclusione di ben venti istituzioni scolastiche, anche di altre regioni, arrivando a comprendere, fra studenti delle classi di flauto e docenti di SMIM, Licei Musicali e Conservatori ben...


martedì, 19 marzo 2019, 11:10

Presentazione dell’album “Respiro” de “Lamarea”: l’Accademia Musicale della Versilia sostiene la Band Toscana

La serata sarà incentrata sulla presentazione del nuovo album della band “Respiro” in modo da ripercorrere alcune delle tappe musicali più importanti della band in un vero e proprio percorso passato-presente, che però lascerà anche qualche indizio per il futuro


sabato, 16 marzo 2019, 21:12

Tanta allegria alla cerimonia di premiazione dei vincitori del Carnevale 2019

Quasi a voler ricordare la canzone ufficiale del carnevale 1938, “Sole e amore” sono stati i grandi protagonisti di questa giornata. La Cittadella, infatti, ha aperto le porte a grandi e piccini per premiare i costruttori che, due settimane fa, hanno sfilato per l’ultima volta di quest’anno insieme alle loro...


sabato, 16 marzo 2019, 16:36

Stefano Carlo Vecoli presenta le sue opere nella rassegna "Di mercoledì: scrittori e lettori a Villa Argentina"

Mercoledì 20 marzo, alle 17, nell'ambito della rassegna "Di mercoledì: scrittori e lettori a Villa Argentina" verranno presentati dell'autore Stefano Carlo Vecoli il romanzo "Crescevano Sogni", ambientato a Viareggio negli anni 1968/1974, ed il catalogo "Presenze Toscane" con le opere pittoriche


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!