Anno 6°

mercoledì, 8 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura : Le voci della città

Games: l'urlo di chi amava il bambino alla fermata dell'autobus

venerdì, 3 gennaio 2014, 16:15

di Marco Bellentani

Più che la sua scomparsa, ormai ridotto a rifiuto urbano solido da vari atti di vandalismo ,"Games", l'ormai celebre  bambino seduto alla fermata dell'autobus in via Garibaldi, a firma Giovanni Monreale, offre oggi lo spunto per la riflessione di chi, intenditore o semplice passante, aveva espresso un qualsiasi sentimento per il progetto di riqualificazione urbana dell'artista locale. 

Numerosi gli attestati giunti a Monreale da diversi personaggi locali, come dire: c'è il vandalismo, c'è il brutto, ma anche la riscossa di chi, in qualsiasi maniera, anche la più periferica, anela un ritorno del bello.

"Sono molto dispiaciuto, per la maleducazione che purtroppo ci circonda," - dice Marcello Giorgi (scultore) - "un gesto come quello che ha deturpato l'opera è solo frutto di stupidità, un sentimento di delusione mi coglie ogni volta che vedo l'ignoranza che ci circonda. Ma l'opera rimane una grande opera, e  sprono l'artista a rimediare il danno, per non lasciare che siano gli imbecilli a vincere..."


Philippe Delenseigne, artista, tuona: "Che tristezza! con le dita tagliate diventa un simbolo d'impotenza generale d'avanti a pochi. ..." 

L'architetto Francesco Del Greco si unisce al coro: "Notevole, era qualcosa di significativo in giro per le strade!", insieme al gallerista Claudio Francesconi: "Sulla gestione culturale dell'amministrazione preferisco non commentare... credo che le mie vicende siano già fin troppo note. Certe dimissioni note non placano certo il mio disgusto...solidarietà a Giovanni da Monreale" 

Nostalgica la musicista Lara Vecoli "Prima che fosse distrutto ho visto un tipo che ci si è fotografato insieme...e una vecchietta che lo accarezzava!"

Dopo la scomparsa dell'opera, due bambini hanno affisso alla fermata dell'autobus un disegno di Games con scritto il loro malessere per l'accaduto.

Chiude, non privo di amarezza, ma determinato l'artista stesso, Giovanni Monreale:

"
Dietro ogni "artista" c'è sempre un uomo o una donna. In un mondo imperfetto l'ego deve lasciare spazio alla consapevolezza. Non smetterò mai di esprimere i miei pensieri, cosciente del fatto di prendermi delle multe, ma anche cosciente di entrare nei cuori di tanta gente. Torino, sto arrivando."

L'arte non si ferma.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

toyota

prenota_spazio

prenota_spazio

auditerigi


Altri articoli in Cultura


domenica, 5 luglio 2020, 08:09

Festival di Burlamacco 2021: on line il bando di concorso

E’ disponibile da sabato 4 luglio, sul sito ufficiale del Movimento dei Carnevalari, il bando di concorso del Festival di Burlamacco 2021 che il prossimo anno festeggerà i quindici annid'attività, continuando a portare avanti la tradizione musicale carnevalesca viareggina


giovedì, 2 luglio 2020, 15:33

A Torre del Lago tavola rotonda sullo spettacolo dal vivo e i festival

Alle ore 19.30 in Auditorium Concerto dell’ Orchestra Clandestina diretta da Enrico Melozzi, L’Orchestra che fa musica “classica” in modo innovativo mescolandola con vari generi. L’Orchestra che avvicina la musica alla gente. L’Orchestra che cura lo studio di uno spartito in ogni suo dettaglio.


Prenota questo spazio!


mercoledì, 1 luglio 2020, 10:15

Estate in Cittadella, inizia la rassegna di cinema all'aperto

Inizia venerdì 3 luglio la rassegna di cinema all’aperto alla Cittadella del Carnevale di Viareggio. Il primo film in programmazione è la pellicola d’animazione “Trolls – World Tour”. La proiezione inizierà alle ore 21,30. Ma già dal tardo pomeriggio la Cittadella sarà animata con le attività del Museo del Carnevale e laboratori...


martedì, 30 giugno 2020, 13:18

Sergio Castellitto e Isabella Ferrari al Festival Puccini

Venerdì 10 luglio alle 21.15, al Gran Teatro all’aperto Giacomo Puccini, andrà in scena "Ci sono giorni che non accadono mai" di Valerio Cappelli con Sergio Castellitto e Isabella Ferrari. Regia di Sergio Castellitto. Musica di Ennio Morricone. Coproduzione con Ravenna Festival


lunedì, 29 giugno 2020, 16:22

Una vera festa la ripartenza dell’opera dalla Cittadella del Carnevale di Viareggio

Una serata memorabile per il mondo dell’opera per la prima opera andata in scena dopo lo stop da coronavirus e che ha richiamato l’attenzione degli spettatori di tutto il mondo che hanno seguito anche in streaming la rappresentazione live


venerdì, 26 giugno 2020, 15:33

Danzatrice viareggina nel video dell'estate "Una vita da bomber"

Federica Bianchini, danzatrice presso Keos Dance Project di Viareggio, allieva di Stefano Puccinelli, tra le protagoniste del simpatico video per la nuova canzone delll'estate "Una vita da bomber" firmata Bobo Vieri, Nicola Ventola e Lele Adani, da oggi su tutti i canali social italiani (distribuzione Vevo on YouTube)


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!