prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

giovedì, 17 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

Sala gremita per l'incontro con il giornalista Paolo Borrometi

venerdì, 11 gennaio 2019, 18:44

«Studiate, informatevi. Solo così potrete essere davvero liberi e non essere mai schiavi di nessuno!». Si è rivolto così il giornalista Paolo Borrometi al gremitissimo pubblico di giovani che lo hanno ascoltato ed applaudito dall’inizio alla fine del suo racconto. La conferenza che si è tenuta nell’aula Magna del Nautico e alla quale hanno preso parte tutti gli studenti di quinta del dell’IIS Galilei Artiglio, è stato organizzato dalla Fondazione Antonino Caponnetto. A fare gli onori di casa ci ha pensato il dirigente scolastico Nadia Lombardi che ha dichiarato: «Sono onorata e commossa di poter ospitare Paolo Borrometi, un uomo che sta impegnando la sua vita in difesa della legalità e della nostra Costituzione. Credo che sia importantissimo per i nostri studenti poter ascoltare le sue parole e scoprire da vicino che ci sono persone che ancora oggi, soprattutto oggi, vivono per contrastare la mafia». A rappresentare la fondazione Caponnetto c’era Ornella Rosolini, che, dopo aver letto un passo del nuovo libro di Borrometi “Un morto ogni tanto”, ha aggiunto: «Paolo ha fatto e sta facendo tantissimo per il nostro paese, mettendo nero su bianco, senza timore, i nomi dei mafiosi italiani e dei loro collegamenti con l’estero. Insomma – conclude – Paolo sta rendendo visibile la battaglia alla mafia fino ad oggi invisibile».  E poi in un alternarsi di domande e risposte tra il giornalista di Canale 50 Gabriele Altemura e Borrometi, è venuta fuori tutta la vita del giornalista siciliano che non teme a raccontare neanche le sue paure: «Il timore è un sentimento che abbiamo tutti, io per primo. Hanno cercato di farmene di tutti i colori: dalle minacce telefoniche a quelle sui social, hanno anche cercato di farmi fuori. Volevano piegarmi in tutti i modi, ma non ci sono riusciti. Non bisogna cedere alla paura, perché sarebbe come cedere ad un ricatto; la paura va rielaborata senza cedere – ripete – altrimenti sarebbe come morire dentro. Uno dei problemi dei giorni nostri è la rassegnazione, è il dire che tutto va male e non ci si può fare niente. Non è vero! Il mondo può essere migliorato, basta volerlo». E poi si scaglia contro gli uomini della mafia e sottolinea: «Non chiamateli uomini d’onore perché non lo sono. Al contrario sono persone che senza remore hanno ucciso uomini, donne e bambini. Quando i sindaci dichiarano che nei loro comuni non esiste la malavita è un chiaro invito per la mafia, è come se dicessero “venite pure, tanto non vi riconosciamo”! E invece queste organizzazioni sono ovunque e dobbiamo combatterle. I giornalisti devono raccontare e informare, devono essere le loro spine nel fianco. Sempre». Paolo Borrometi, classe 1983, vive ormai da anni con la scorta, non è libero di andare ad un concerto o allo stadio a vedere la sua squadra giocare, ma il suo concetto di libertà è molto più alto e a gran voce lo ribadisce ai giovani: «La libertà più importante è quella di pensiero, di parola e questa non potrà mai togliermela nessuno. Il mio sogno fin da bambino – racconta – era quello di fare il giornalista e ci sono riuscito. Imparate a seguire i sogni perché nel momento in cui lo fate, ne avete già raggiunta una parte». Eleonora Prayer


Questo articolo è stato letto volte.




prenota_spazio


prenota_spazio


q3


Altri articoli in Cultura


giovedì, 17 gennaio 2019, 11:03

Presentazione del libro "Israele, mito e realtà"

Venerdì 18 gennaio, presso il Cantiere Sociale Versiliese di via Belluomini, presentazione del libro "Israele mito e realtà" di Michele Giorgio e Chiara Cruciati edito da Alegre


giovedì, 17 gennaio 2019, 10:10

Stage e inserimento lavorativo per gli studenti del Marconi

Riparte il progetto formativo nato dall'intesa tra Associazione Albergatori, Balneari e Commercianti di Lido di Camaiore (Abc) con l'istituto alberghiero G. Marconi di Viareggio e Seravezza. Una vera e propria academy per gli studenti versiliesi che potranno usufruire di uno stage formativo di un mese ed avere la possibilità di essere inseriti...


Prenota questo spazio!


mercoledì, 16 gennaio 2019, 18:03

Biglietti cumulativi per il Carnevale di Viareggio 2019, continua la vendita degli abbonamenti

Continua la vendita dei biglietti cumulativi per assistere a tutte e cinque le sfilate dei carri allegorici del Carnevale di Viareggio 2019. L'intero costa 35 euro e il ridotto 25 euro (under 14 anni). Per i bambini fino a 1,20 metri di altezza l’ingresso è gratuito


mercoledì, 16 gennaio 2019, 15:12

Fiona May e Luisa Cattaneo corrono la "Maratona di New York" sul palco del Teatro Jenco

Sul palco l'ex campionessa mondiale di salto in lungo Fiona May, nel suo debutto teatrale e l'attrice fiorentina Luisa Cattaneo che corrono realmente per l'intera durata dello spettacolo in un percorso immaginario tra ostacoli, fatica, sudore celebra la storia di amicizia sincera


mercoledì, 16 gennaio 2019, 14:15

#visual journalist, l'immagine è la notizia: saper leggere le immagini per usarle consapevolmente e creativamente

Evidenziare, immagine dopo immagine, il cambiamento visivo in atto nel mondo della comunicazione: come comprenderlo correttamente, che si sia visual journalist o semplici osservatori


mercoledì, 16 gennaio 2019, 13:56

Giorno della memoria e Giorno del ricordo: le iniziative sul territorio provinciale

Una mostra per celebrare i primi 10 anni di vita e di intensa attività culturale del Palazzo delle Esposizioni. A realizzarla la Fondazione Banca del Monte di Lucca e la Fondazione Lucca Sviluppo con la curatela di Riccarda Bernacchie Lucia Morelli


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!