Anno 6°

mercoledì, 26 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

“Suor Angelica” di Giacomo Puccini in scena ad Assisi

mercoledì, 4 settembre 2019, 12:11

Venerdì 6 settembre, (ore 21.15) nella magica cornice del Chiostro della Basilica di San Francesco ad Assisi in scena “Suor Angelica” di Giacomo Puccini.

Lo spettacolo è frutto della collaborazione tra la Città di Viareggio e il Sacro Convento di Assisi che hanno prodotto con la Fondazione Festival Pucciniano e la Cappella Musicale di San Francesco in Assisi questo evento che celebra l’arte e la musica.

Il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro “La città di Viareggio esprime riconoscenza e vicinanza ad Assisi, con questo concerto che vuole essere simbolo di unità e pace nel segno dell’arte e della musica.

Puccini, che scelse Viareggio e Torre del Lago come sua casa, rifugio dell’anima in cerca di raccoglimento e silenzio, trova in questo luogo mistico centro della cristianità, lo scenario perfetto quanto inaspettato per un’opera, Suor Angelica, tanto cara al Maestro. Viareggio è legata ad Assisi per storia, qui è sepolto Inigo Campioni eroe viareggino della seconda guerra, e per tradizione: si celebrano in questi giorni i 400 anni della presenza dei frati francescani nella nostra città.

Un rapporto che oggi si rinnova e che, sono certo, porterà ad ulteriori future collaborazioni”

Padre Giuseppe Magrino, Maestro di Cappella nella, Basilica di San Francesco in Assisi “Quest’anno sarà la Regione Toscana ad offrire l’olio il giorno 4 ottobre; e prima della festa stessa, grazie alla Fondazione Festival Pucciniano di Torre del Lago e all’Amministrazione del Comune di Viareggio, avremo la possibilità di godere di uno spettacolo unico: l’esecuzione e messa in scena dell’opera lirica “Suor Angelica” di Giacomo Puccini, opera che ben si addice al contesto sacro e che per la prima volta viene rappresentata in questo magnifico chiostro di Sisto IV”

L’opera l’atto unico, il secondo, del Trittico Pucciniano, Suor Angelica narra il dramma della giovane di famiglia aristocratica, costretta ad abbracciare la vita monastica per scontare un peccato d’amore e non poteva avere una quinta migliore e una ambientazione più appropriata di quella naturale del chiostro rinascimentale eretto dal papa francescano Sisto IV nel 1476 nella Basilica di San Francesco.

Suor Angelica è, tra le tre che compongono il Trittico quella preferita da Puccini e tra le poche opere a contenere solo personaggi femminili.

La musica per Suor Angelica fu ultimata nell'aprile 1918. Ma non è sul palcoscenico che viene effettuata la «prova generale». Fu infatti il convento di Vicopelago, sulle colline lucchesi, ad ospitare (1917) il primo ascolto di questa opera e fu lo stesso Puccini ad eseguirla per un pubblico del tutto particolare: le suore agostiniane del convento, tra cui, suor Maria Enrichetta, la camerlenga, all’epoca Iginia Puccini, sorella del Maestro. E Puccini così ricorda questa audizione "Raccontai loro, con incerta trepidazione e con tutte le precauzioni e le delicate sfumature inspirate dall'ambiente e dall'auditorio, l'intreccio alquanto scabroso del libretto. Erano tutte attente, tutte commosse e con qualche lacrimuccia esclamavano compunte e timide ma sincere: - Poverina, poverina! Come fu disgraziata! Dio misericordioso certo l'ha accolta in cielo e le ha perdonato. Cattiva quella zia così dura...... Oh, la mamma che non ha veduto il suo bambino prima che quello morisse! Si direbbe quasi che le anime dei bimbi indugino a volare in Paradiso, se non ricevono prima il bacio della loro mamma! - Ed altre frasi tenere e commoventi. Io credevo che si scandalizzassero..... Invece trovai soltanto della pietà, della generosa simpatia cristiana ………….. E quando finalmente mi congedai, le monache mi fecero ala, ed arrivato in fondo alla scala, volsi lo sguardo e le vidi tutte in fila in una spontanea disposizione scenografica, quale nessun coreografo sarebbe mai capace di immaginare, e le nostre coriste e ballerine (Dio mi perdoni la profanazione) tanto meno di eseguire.” La locandina di Suor Angelica vede protagonisti, nel ruolo del titolo il soprano Donata D’annunzio Lombardi già apprezzata interprete del ruolo nelle rappresentazioni al Festival Puccini 2018 , artista come poche capace di credere fino in fondo al personaggio che interpreta e che in scena fa rivivere fondendosi con esso. Nel ruolo della zia principessa Annunziata Vestri. Sul podio guida l’Orchestra e il Coro del Festival Puccini la raffinata bacchetta di Alberto Veronesi, riconosciuto profondo interprete della partitura pucciniana.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


auditerigi


Altri articoli in Cultura


martedì, 25 febbraio 2020, 13:24

Settima edizione del Premio Letterario Nazionale Bukowski

A 100 anni dalla nascita di Charles Bukowski si aprono le iscrizioni per la VII edizione Premio Letterario Nazionale Bukowski


lunedì, 24 febbraio 2020, 19:24

Carnevale, l'incasso del quinto corso mascherato

L’incasso del Quinto Corso Mascherato che si è svolto ieri del Carnevale di Viareggio 2020 è stato di 630.000 euro. Stimati in circa 2.500 i biglietti acquistati dagli alberghi per i loro ospiti


Prenota questo spazio!


lunedì, 24 febbraio 2020, 16:04

Carnevale di Viareggio, domani il sesto corso mascherato

Alle ore 14,50 l’Anteprima del Corso in diretta nazionale su RaiTre. Alle ore 16 il triplice colpo di cannone che darà il via alla sfilata finale. Al termine la proclamazione dei vincitori e lo spettacolo pirotecnico


domenica, 23 febbraio 2020, 18:55

La paura del Coronavirus non ferma il Carnevale di Viareggio

Di fronte alla paura, oggi, Viareggio non si è fermata. I grandi carri allegorici sono tornati a sfilare sui viali a mare della città, incantando i passanti con i loro movimenti e maestosità


domenica, 23 febbraio 2020, 14:16

Il vincitore della prima "Prova del Polpo"

Lui sa bene dove dorme il polpo, e anche come si cucina. Marco Paoli è il vincitore della prima Prova del Polpo, che si è disputata sabato mattina alle cucine della darsena. Sotto gli occhi attenti dei giurati, coordinati dallo chef Cristiano Tomei, Paoli ha sbaragliato l'agguerrita concorrenza


sabato, 22 febbraio 2020, 15:29

Torre del Lago, apre il centro di aggregazione per i giovani

Un nuovo centro di aggregazione giovanile è pronto ad accogliere i ragazzi e le ragazze della frazione di Torre del Lago, a partire da mercoledì 26 febbraio. Il Centro prende vita nell'ex biblioteca comunale in via Dante Alighieri 23, vicino all'ufficio postale e alla stazione ferroviaria


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!