Anno X

domenica, 23 gennaio 2022 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Cultura

Lo Stile Liberty a Viareggio dovrebbe essere patrimonio Unesco

domenica, 26 dicembre 2021, 09:45

di Anna Mahjar-Barducci

Lo stile Liberty è parte integrante dell'identità di Viareggio. L'ingegnere Alfredo Belluomini (1892–1964) e il pittore-ceramista Galileo Chini (1873–1956) hanno regalato alla nostra cittadina opere architettoniche di rara bellezza che si distinguono per i loro motivi orientaleggianti. Lo stile Liberty viareggino presenta caratteri di unicità, il cui valore dovrebbe trovare riconoscimento attraverso l'ammissione al patrimonio mondiale dell'UNESCO.

A Bruxelles, dove è nata l'Art Nouveau (la variante italiana ha poi preso il nome di Stile Liberty), esistono quattro edifici, ideati dall'architetto belga Victor Horta (1861-1947), maggior esponente di questo stile, che sono inseriti nel patrimonio UNESCO. Gli edifici liberty viareggini sono di non minore bellezza e anch'essi sembrano rispondere ai criteri previsti nelle Linee Guida Operative per l'iscrizione nella Lista dell'UNESCO.

In verità, per presentare la candidatura, il sito culturale deve rispondere solo a uno dei dieci di questi criteri. Nel caso di Viareggio, però, i nostri edifici liberty ne rispondono ad almeno tre:

I) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.

II) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all'interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.

III) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.

Per quanto riguarda il secondo criterio, va ricordato infatti che gli ornamenti orientaleggianti del liberty viareggino nascono da contaminazioni culturali con l'Oriente. Infatti, Chini era stato chiamato alla corte di re Rama V a Bangkok, per la decorazione della sala del trono nel palazzo reale. In Thailandia, pertanto, Chini trovò nuovi stimuli dall'arte locale, che poi ha cercato di trasporre nelle sue opere viareggine. Per Chini, infatti, "Liberty" significava interscambio fra culture e libertà di espressione. Non è quindi un caso che il Liberty trovi nella nostra cittadina di mare la sua massima espressione. L'identità del Liberty si fonde infatti con quella di Viareggio, perché entrambe sono figlie della stessa vocazione di apertura verso il mondo e all'esplorazione di conoscenze e culture diverse.

Viareggio ha già richiesto l'inserimento del proprio Carnevale nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale. La nostra cittadina, che ambisce a diventare capitale della cultura, dovrebbe provare anche a richiedere il riconoscimento dei palazzi liberty. Questo costituirebbe un forte incentivo al turismo di tutte le stagioni per visitatori che verrebbero a Viareggio per scoprire percorsi e itinerari guidati tra arte e architettura liberty.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

prenota_spazio

prenota_spazio

auditerigi


Altri articoli in Cultura


giovedì, 20 gennaio 2022, 20:17

Burlagame tra i promossi da Italy for movies

Burlagame, il game dedicato al Carnevale di Viareggio e lanciato nel 2021, è tra i videogiochi segnalati da Italy for Movies, il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva, progetto promosso nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero per i Beni e...


mercoledì, 19 gennaio 2022, 18:21

’Alive’’, una lotta contro il tempo alla ricerca di se stessi

Cavalcano mari sempre più grandi la mente e la penna di Alessandro Pasquinucci, viareggino con la passione della scrittura. Ebbene sì, dopo il suo primo libro, ‘’Hypno’’, uscito nel 2021, ha riservato ai suoi lettori un secondo thriller per l’anno corrente


Prenota questo spazio!


martedì, 18 gennaio 2022, 18:31

Il piccolo Bonaparte al segretario di Maria Luisa d'Austria: "Dite a mio padre che gli voglio ancora tanto bene!"

Nell’anno 1809 Napoleone e Josephine divorziano. La conclusione definitiva del loro rapporto causa grande sofferenza a entrambi. All’imperatrice venne concesso di mantenere il rango e il titolo. Per garantire un erede legittimo e successore all’Impero, l’11 marzo 1810 Napoleone sposa in seconde nozze, per procura dell’arciduca Carlo a Vienna, senza neppure...


martedì, 18 gennaio 2022, 10:09

Si sono conclusi gli open day della scuola delle eccellenze

Le iscrizioni al prossimo anno scolastico si chiuderanno il 28 gennaio e, anche se si è concluso il programma di Open Day che dava la possibilità di conoscere i professori ed i laboratori delle due sedi (Viareggio e Seravezza) dell’ISI Marconi, è sempre possibile, per chi vuole comunque conoscere la...


lunedì, 17 gennaio 2022, 13:41

A Viareggio il grande dipinto di Catarsini nel giorno del suo compleanno

Era stato “rintracciato” a Grosseto grazie a un antiquario e ora è temporaneamente visibile nella Galleria d’arte moderna e contemporanea “Lorenzo Viani” di Viareggio, Il grano della bonifica lucchese, il grande dipinto su tela (cm 233 x 300) che il pittore viareggino Alfredo Catarsini realizzò nel 1940


venerdì, 14 gennaio 2022, 12:15

Simone Rossi in senato per presentare il suo album

Grande successo per il versiliese Simone Rossi che ha presentato a Roma al Senato il suo ultimo cd “Pezzi di Memoria”. L'artista e vocal coach di Torre del Lago è stato protagonista a Palazzo Madama di una conferenza stampa a fianco di due grandi realtà della storia della musica come...


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!