prenota

prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

mercoledì, 20 giugno 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Economia

In Toscana ricchi e poveri sempre più lontani: maglie nere a Massa-Carrara, Pistoia e Lucca

mercoledì, 13 giugno 2018, 13:06

I ricchi (con redditi superiori a 120 mila euro annui) e i poveri (con redditi inferiori a 10 mila euro annui) sono sempre più lontani in Toscana. Il divario tra benestanti e meno abbienti, tra il 2008 e il 2015, è aumentato del 6,7% nella nostra regione, più di due punti percentuali rispetto alla media italiana (+4,3%). È uno dei dati che emerge dal rapporto 'Il modello toscano alla prova della crisi' elaborato da Iref e presentato da Acli Toscana. La ricerca punta a misurare gli effetti della crisi economica sui nostri territori. "Nonostante l'economia toscana abbia attutito i contraccolpi della recessione – afferma Giacomo Martelli, presidente di Acli Toscana – la depressione economica ha causato un palese peggioramento delle condizioni sociali".

Torniamo ad analizzare nel dettaglio le disuguaglianze in termini di ricchezza in Toscana. Le asimmetrie tra gli strati sociali della popolazione assumono infatti un peso diverso a seconda delle province di riferimento. Le maglie nere vanno alle province Massa-Carrara (+14,8%), Pistoia (+11,5%) e Lucca (9,5%), dove la distanza di chi non riesce ad arrivare a fine mese e la neoborghesia è cresciuta a dismisura. Significativa la crescita anche a Grosseto (7,4%) e Livorno(6,9%). Sono sotto la media regionale invece Prato (6,4%) e Firenze (5,3%) e invece sotto quella nazionale: rezzo (3,1%) e Pisa (2,9%). Degno di nota è invece il caso di Siena che è in netta controtendenza: il divario in questa provincia si è attenuato – 0,1 %.

In generale le imprese toscane sono fuoriuscite dalla recessione con una maggiore capacità di estrarre valore economico dalla produzione di beni e servizi. Il valore aggiunto per ora lavorata infatti è stato pari a 32.500 euro nel quinquennio 2005-2010, per arrivare a 35.000 euro nel 2015. Dati che fanno posizionare la Toscana subito dietro il Nord Italia e l'Emilia Romagna. Altro dato positivo è quello relativo all'export: la Toscana si posiziona quinta in Italia.

Per quanto riguarda invece il tema del lavoro, la Toscana nel 2016 è tornata ai livelli di impiego pre crisi con un tasso di occupazione del 69,9%, ben 8,3 punti sopra la media nazionale. Ad essere peggiorata però è la qualità del lavoro con un aumento dei lavoratori part-time passati dal 13,7% nel 2004 a 19,3% nel 2016, dei lavoratori a tempo determinato: dall'11,8% al 14%. "La flessibilità – dice il presidente Martelli – non ha funzionato sino in fondo a fronte di un mercato del lavoro ingessato, che non riesce ad assecondare la mobilità sociale dei lavoratori verso impieghi dignitosi. Le principali vittime sono stati in particolare i giovani e le donne". La disoccupazione femminile è salita tra il 2008 e il 2016 dal 7,2% al 10,8%. E i giovani disoccupati, nella fascia d'età 15-24, sono più che raddoppiati in Toscana nell'arco di soli 8 anni: dal 14,6% el 2008 al 34% nel 2016. Di tutto questo si parlerà a 'Fest'Acli', a San Piero a Grado (PI), il prossimo 22 giugno, alle ore 18.30.

 


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda


Terigi auto 2014-15


Avvocato Francesconi


prenota_spazio


essegi


Altri articoli in Economia


martedì, 19 giugno 2018, 12:14

Patronato Epasa-Itaco: “Assegni rivalutati per molti pensionati”

Sono diverse le categorie di pensionati che hanno la possibilità in questo periodo di avere una rivalutazione sulla propria pensione o un’integrazione per i contributi versati. Il patronato EPASA-ITACO della CNA è intervenuto in questi mesi su molte casistiche che riguardano un buon numero di titolari di pensioni


lunedì, 18 giugno 2018, 14:07

Ospedale Versilia: opportunità per gli studenti in alternanza scuola-lavoro

I ragazzi verranno accolti nella centrale operativa del 118 Alta Toscana, i cui responsabili Andrea Nicolini e Sabrina Pieroni, dopo lo svolgimento di un percorso formativo sulle manovre di rianimazione cardiopolmonare, rilasceranno a tutti gli studenti il relativo certificato


Prenota questo spazio!


venerdì, 15 giugno 2018, 12:55

In crescita le vendite all’estero in provincia di Lucca

In crescita del 3,6 per cento (+31 milioni) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente le vendite all’estero della provincia di Lucca nel corso dei primi tre mesi del 2018, che ha registrato un importo totale pari alla quota 910 milioni di euro


martedì, 12 giugno 2018, 12:50

Come creare locandine pubblicitarie efficaci

Le locandine continuano ad essere uno degli strumenti di marketing più utilizzati ed efficaci. Se un tempo però bisognava destinare una buona fetta del budget per la realizzazione e la stampa di questi materiali pubblicitari, oggi le cose sono notevolmente cambiate e per fortuna è diventato tutto molto più semplice...


domenica, 10 giugno 2018, 15:25

Conflavoro Pmi scrive al premier Conte: “L’Italia riparte se riparte il lavoro, ecco il nostro manifesto di priorità”

L'Italia riparte se riparte il lavoro. È questo il messaggio che Roberto Capobianco, presidente nazionale di Conflavoro Pmi, associazione datoriale delle piccole e medie imprese ha indirizzato ieri al neopremier Giuseppe Conte


domenica, 10 giugno 2018, 13:26

Consegnati i premi per la fedeltà al lavoro e del progresso economico

Si è svolta stamani nell’Auditorium Chiesa di San Francesco, la cerimonia di premiazione della "Fedeltà al lavoro e del Progresso economico", promossa come ogni anno dalla Camera di commercio di Lucca durante la quale sono stati consegnati 95 premi a dipendenti, imprese, imprenditori e amministratori della provincia di Lucca


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio