prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

martedì, 21 agosto 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Economia

In Toscana ricchi e poveri sempre più lontani: maglie nere a Massa-Carrara, Pistoia e Lucca

mercoledì, 13 giugno 2018, 13:06

I ricchi (con redditi superiori a 120 mila euro annui) e i poveri (con redditi inferiori a 10 mila euro annui) sono sempre più lontani in Toscana. Il divario tra benestanti e meno abbienti, tra il 2008 e il 2015, è aumentato del 6,7% nella nostra regione, più di due punti percentuali rispetto alla media italiana (+4,3%). È uno dei dati che emerge dal rapporto 'Il modello toscano alla prova della crisi' elaborato da Iref e presentato da Acli Toscana. La ricerca punta a misurare gli effetti della crisi economica sui nostri territori. "Nonostante l'economia toscana abbia attutito i contraccolpi della recessione – afferma Giacomo Martelli, presidente di Acli Toscana – la depressione economica ha causato un palese peggioramento delle condizioni sociali".

Torniamo ad analizzare nel dettaglio le disuguaglianze in termini di ricchezza in Toscana. Le asimmetrie tra gli strati sociali della popolazione assumono infatti un peso diverso a seconda delle province di riferimento. Le maglie nere vanno alle province Massa-Carrara (+14,8%), Pistoia (+11,5%) e Lucca (9,5%), dove la distanza di chi non riesce ad arrivare a fine mese e la neoborghesia è cresciuta a dismisura. Significativa la crescita anche a Grosseto (7,4%) e Livorno(6,9%). Sono sotto la media regionale invece Prato (6,4%) e Firenze (5,3%) e invece sotto quella nazionale: rezzo (3,1%) e Pisa (2,9%). Degno di nota è invece il caso di Siena che è in netta controtendenza: il divario in questa provincia si è attenuato – 0,1 %.

In generale le imprese toscane sono fuoriuscite dalla recessione con una maggiore capacità di estrarre valore economico dalla produzione di beni e servizi. Il valore aggiunto per ora lavorata infatti è stato pari a 32.500 euro nel quinquennio 2005-2010, per arrivare a 35.000 euro nel 2015. Dati che fanno posizionare la Toscana subito dietro il Nord Italia e l'Emilia Romagna. Altro dato positivo è quello relativo all'export: la Toscana si posiziona quinta in Italia.

Per quanto riguarda invece il tema del lavoro, la Toscana nel 2016 è tornata ai livelli di impiego pre crisi con un tasso di occupazione del 69,9%, ben 8,3 punti sopra la media nazionale. Ad essere peggiorata però è la qualità del lavoro con un aumento dei lavoratori part-time passati dal 13,7% nel 2004 a 19,3% nel 2016, dei lavoratori a tempo determinato: dall'11,8% al 14%. "La flessibilità – dice il presidente Martelli – non ha funzionato sino in fondo a fronte di un mercato del lavoro ingessato, che non riesce ad assecondare la mobilità sociale dei lavoratori verso impieghi dignitosi. Le principali vittime sono stati in particolare i giovani e le donne". La disoccupazione femminile è salita tra il 2008 e il 2016 dal 7,2% al 10,8%. E i giovani disoccupati, nella fascia d'età 15-24, sono più che raddoppiati in Toscana nell'arco di soli 8 anni: dal 14,6% el 2008 al 34% nel 2016. Di tutto questo si parlerà a 'Fest'Acli', a San Piero a Grado (PI), il prossimo 22 giugno, alle ore 18.30.

 


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda


Terigi auto 2014-15


Avvocato Francesconi


prenota_spazio


essegi


Altri articoli in Economia


giovedì, 16 agosto 2018, 14:13

Le cinque migliori offerte che potete trovare online

Ormai non è più un segreto per nessuno: in rete ci sono molte possibilità per chi vuole fare acquisti spendendo poco. E non stupisce davvero che i siti che offrono tali possibilità abbiano tanto successo. Noi italiani siamo sempre stati piuttosto attenti al nostro portafogli, nonostante l'apparente focosità del carattere...


venerdì, 10 agosto 2018, 16:11

Aumentano gli accessi in tutti i pronto soccorso dell'azienda USL Toscana nord ovest

Un aumento di accessi che ha coinvolto sia le strutture dell’entroterra che quelle presenti sulla costa, a prescindere dai flussi turistici. E’ il fenomeno a cui sta assistendo in questo caldo agosto


Prenota questo spazio!


venerdì, 10 agosto 2018, 11:40

Debole la dinamica imprenditoriale in provincia di Lucca

Della debole dinamica economica risente soprattutto il comparto artigiano, in calo del -1,7 per cento sui dodici mesi, che scende a 11 mila 357 unità attive a fine giugno arrivando a rappresentare il 31,1 per cento del complesso imprenditoriale provinciale


martedì, 7 agosto 2018, 14:19

Al via il recupero delle abitazioni utilizzate impropriamente: in arrivo 2milioni di euro dalla regione

Nei giorni scorsi il dirigente dell'ufficio casa, ha firmato la prima ordinanza di decadenza dall'assegnazione ad un assegnatario di un immobile in emergenza abitativa in via Delle Catene che si era reso responsabile di violazione delle regole di corretta conduzione del rapporto concessorio


lunedì, 6 agosto 2018, 11:18

Peperoncino Day, i complimenti di Coldiretti: “Kermesse di qualità”

Una rassegna di qualità da tutti i punti di vista. Peperoncino Day, la kermesse dedicata alla Coltura e alla Cultura del Peperoncino organizzata dall’azienda Carmazzi in collaborazione con la Città di Viareggio ed il patrocinio della Regione Toscana che si è tenuta questo weekend a Villa Borbone incassa i complimenti di Coldiretti,...


martedì, 31 luglio 2018, 16:34

Case popolari: via libera a ristrutturazioni per 5 milioni e 600 mila euro a Lucca e provincia

La giunta regionale toscana ha infatti approvato una delibera, presentata dall'assessore alla casa Vincenzo Ceccarelli, che autorizza il re-investimento per interventi di manutenzione straordinaria di circa 5 milioni 629 mila euro tratti dalle risorse che il Lode di Lucca ha ricavato dalla gestione del proprio patrimonio immobiliare nelle annualità tra...


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio