prenota

prenota
prenota_spazio

Anno 6°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

6 perle (tra tante) di Terre di Toscana 2019

Ristoratori e chef, in allegria

martedì, 5 marzo 2019, 11:00

di Marco Bellentani

Vini blasonati, assaggi d'autore. Ne scriveranno a fiumi del bel parco enologico messo in mostra dall'edizione di Terre di Toscana conclusasi ieri con il consueto successo. Perciò, con una piccola lente di ingrandimento, non per fare gli originali per forza, abbiamo selezionato 6 momenti che ci hanno, in un modo o nell'altro, emozionato nel marasma generale di una folle domenica di Carnevale.

1. L'allevatore Michelangelo Masoni
In coppia con Scuola Tessieri e il cioccolato coltivato Noalya, di cui Tessieri stesso è produttore e organismo di controllo nella coltivazione nella terre Venezuelane, Michelangelo Masoni adotta definitivamente l'ideologia della Filiera Totale e cresce e controlla direttamente i capi di bestiame che poi forniranno la sua macelleria. " Carne allevata" - ci dice il Nobile Beccaio - "con quello che viene prodotto dalla fattoria. Successivamente viene portata direttamente al macello, non facendo camera di attesa per la macellazione. Scaricata e macellata. Poi gestita sempre e solo a zero gradi: non si butta via nulla. Tra l'altro i bovini, con le loro deiezioni, sono anche produttori di materia per biocombustibile." Delfino di Masoni è Stefano Cipollini che ci presenta una fantastica lingua cotta 24h a bassa temperatura in riduzione di brodo, aceto, spezie come cumino, senape in grani, abbinata ad una salsa che ricorda il dolce forte toscano con miele, succo d'arancia, cacao e il cioccolato Noalya. Una delizia con l'occhio strizzato all'ecosistema.

2. Il Metodo Classico di Mariani
Ido Mariani è il precursore delle spumantizzazioni effettuate col Metodo Classico in Versilia. La sua azienda è cresciuta parecchio, soprattutto in questa tipologia, nella finezza e nella capacità di racchiudere sensazioni nelle bollicine locali. Uno sforzo economico, uno sforzo di coraggio che in questa bottiglia ripaga non poco il produttore di Tenuta Mariani.

3. Il Metodo Classico, da Trebbiano, di Baracchi Winery

Il marito della stella michelin del Falconiere produce questa bolla da Trebbiano in purezza che uno dei suoi amici versiliesi, Giuseppe Grammauta, da anni ci sponsorizza. Beh, ammettiamolo, la versione 2015 è davvero azzeccata. Bolla vivace e persistente e quella cremosità di spirito transalpino che ben si confà al corpo e alla strattura del Trebbiano. Un ottimo calice.

4. Il Syrah di Giardini Ripa di Versilia

Sta crescnedo, La Costa, il neonato Syrah in purezza dei Fratelli Svetlich, Lorenzo e Paolo, meglio conosciuti come la casa vitivinicola di Ripa di Seravezza, Giardini RipadiVersilia. Rispetto all'assaggio di due mesi fa, il Syrah in purezza mostra più decisione, profondità e un affinarsi dei tannini verso lo scopo per cui è stato prodotto: la lunga conservazione. Non mancano le note classiche della bacca internazionale e uno spirito montano, fresco, freschissimo.

5. Il Syrah di Amerighi

L'apice 2006 di Stefano Amerighi parla da solo. Un capolavoro.

6. Il Borghetto
Clante s.g.d.v. è un Sangiovese vendemmiato il 3 ottobre 2015, non diraspato e macerato sui raspi. 42 giorni in un singolo contenitore per le uve migliori (denominate maniacalmente in etichetta una per una) per una delle sorprese della manifestazione. Viene da San Casciano Val di Pesa questa piccola casa che ci regala altre tre versioni di cui spicca il Montigiano 2016.

20190304 13514220190304 14092420190304 14440920190304 14515120190304 14553420190304 144650


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Enogastronomia


mercoledì, 19 giugno 2019, 16:01

Fubi's Pietrasanta compie un anno con la serata anteprima menu estivo

Stefano Fubiani, dopo il grande appeal della sua esperienza in Viareggio, inaugura i festeggiamenti per il trasferiemento di Fubi's a Pietrasanta. Proprio un anno fa, oramai, il noto ristorante si faceva abbracciare dalla bellezza della Piccola Atene e da Corte Lotti, nuova sede del locale.


martedì, 18 giugno 2019, 22:46

Franco Mare, che l'estate abbia inizio

Un luogo da fiaba, un ambiente dove si può stare in silenzio anche mentre si parla. Piatti cucinati con delicatezza e passione dallo chef Alessandro Ferrarini, accoglienza e servizio al top da parte di tutto lo staff


mercoledì, 12 giugno 2019, 15:46

Versilia Gourmet, inizia l’estate in Versilia con la Cena, la Premiazione e il Gala sulla Cucina d’autore

Lunedì 24 giugno, accolta dal suggestivo scenario marino del Bagno Ariston di Lido di Camaiore, andrà in scena la decima edizione del Gran GalaVersilia Gourmet


sabato, 1 giugno 2019, 17:55

Franco Mare, cena a quattro mani: la stella lo Basso e Ferrarini

Appuntamento stellare, sabato 8 giugno al Franco Mare. Una cena gourmet, tra ricerca e confronto, rigorosamente a quattro mani. Alessandro Ferrarini...


giovedì, 30 maggio 2019, 08:58

B'Art: un altro morso al drink!

Il B'Art è senza dubbio uno dei più famosi e vitali cocktail bar di un movimento, quello della mixology pietrasantina, senza eguali. Per numero di abitanti e espansione territoriale...


lunedì, 27 maggio 2019, 21:39

Una stella sul mare

Un'atmosfera rilassante e coinvolgente al tempo stesso, un tempo senza tempo in cui potersi dedicare al convivio senza fretta né patemi d'animo, un servizio impeccabile, un menu delicato e dai sapori intatti: tutto questo e anche qualcosa di più al ristorante Franco Mare


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


directo web agency


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!