prenota

prenota
prenota_spazio

Anno 6°

mercoledì, 5 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Dopo tre mesi riparte l'Enoteca Marcucci: Pietrasanta torna a sorridere

domenica, 14 giugno 2020, 18:44

Tre mesi senza Enoteca Marcucci. Si può? Non esageriamo, certo che si può, ma, a nostro avviso, non si deve. E non si deve per tutta una serie di motivi a cominciare dal fatto che a Pietrasanta, nonostante i molti bei locali dove si mangia divinamente, ce n'è solamente uno in grado di dare quell'atmosfera che resta immutata nel tempo, covid o non covid, e che segna il trascorrere delle stagioni e, soprattutto, l'arrivo dell'estate.

Diranno che siamo dei leccaculo, ma non è così. Noi da Michele sbarchiamo da anni e da allora siamo sempre stati aficionados, mai un tradimento, mai una scappatella e questo non perché, da Michele, si mangi meglio che altrove, ma per il semplice motivo che soltanto qui, a Pietrasanta la piccola Atene, ci si sente immersi in un tempo infinito che non fa distinzione tra presente e passato lasciandoci l'illusione di poterci appropriare, sempre e comunque, del futuro.

Siamo, così, saliti in via Garibaldi insieme all'immancabile fotografo Cip e all'amico e avvocato Marcantonio (Jep) Gambardella che anche se non fa il giornalista come nella Grande Bellezza, è persona squisita, professionista impeccabile e personaggio gaudente e amante del buon cibo, del buon vino e della buona compagnia.

Michele Marcucci è sempre uguale a se stesso, passano i lustri e lui non cambia: forse un po' sovrappeso, ma chi non lo sarebbe dopo questa epidemia e clausura forzate?, è ancora una volta al pezzo, animato del medesimo entusiasmo e della stessa carica anno dopo anno. Ci sono delle novità questa estate, portate proprio da una emergenza sanitaria che ha costretto a rimettersi in discussione, ma nemmeno, poi, tanto: innanzitutto gli i tavoli, distanziati e tutti dello stesso colore, azzeccatissimo peraltro. Luci di candela per una strategia comunicativa ed emozionale che non hanno pari a queste latitudini. Pochi i volti vecchi, altrettanti quelli nuovi per un mix che condurrà le danze fino al termine della stagione e, probabilmente, anche oltre.

La serata è mite, è un lunedì, c'è, nell'aria, la voglia, percepibile, di tornare a vivere. Michele accetta una videointervista dove racconta i suoi mesi di lockdown e dove parla di presente e futuro: il suo ottimismo proverbiale è contagioso, non c'è spazio per i lamenti e le recriminazioni. Il covid-19 è alle spalle, almeno così sembra, e le mascherine sui volti dello staff ne sono una delle poche testimonianze rimaste. 

I commensali si scambiano conversazioni rilassanti e buone per la salute psicologica di chi, dopo tutto questo tempo di clausura, riscopre il desiderio di riprendersi la propria esistenza. Leggiamo il menu e ci gettiamo sugli sprnocchi viareggini, freschissimi. Ottima la melanzana con i pomodorini, salutare e appetitosa. Bene il baccalà, delicato e saporito allo stesso tempo. Non rinunciamo alle acciughe del mar Cantabrico unite alle fette di pane abbrustolito e, invece che al burro, alla ricotta. Slurp! Si beve Marcucci, con il suo Franciacorta dal perlage godibile e invitante: va giù come l'acqua, purtroppo, ma tanto guida Jep e, quindi, bando alle ciance e avanti tutta. Non possiamo rinunciare alle patate di Marcucci, semplicemente favolose: ne prenderemmo e mangeremmo a chili tanto sono morbide e gustose.

Con Michele ci conosciamo da tempo: lo accettiamo così com'è senza alcuna intenzione di cambiarlo. E', qui a Pietrasanta, una icona che appartiene alla città la quale, e diciamolo una volta tanto, con la sua enoteca guadagna in magia. Tempi duri per tutti, questi del post coronavirus e anche i turisti, soprattutto quelli stranieri, quest'anno faranno una capatina con un po' di ritardo. Ma che importa, in fondo? Michele Marcucci non molla e non manca mai un colpo. E' un solitario che gioca a tutto campo. Noi, come sempre, pregi e difetti, facciamo il tifo per lui.  

Al. G.

Foto e video di Ciprian Gheorghita


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota_spazio

prenota_spazio

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Enogastronomia


mercoledì, 5 agosto 2020, 20:34

Effetto Zenzero: le pizze di Stefano Bonamici sbarcano in Versilia

Ventata di aria (possibilmente lievitata) fresca in Versilia, grazie ad un'apertura che porta nell'olimpo della ristorazione un altro principe: Stefano Bonamici, genio della pizza già conosciuto per la sua Tre Spicchi Gambero Rosso a Pisa con Zenzero. Aperto da pochissimo, infatti, è Effetto Zenzero.


martedì, 28 luglio 2020, 08:49

Mentre l'Italia muore lentamente, in Costa Azzurra la gente vive e non ha paura

Ci vogliono inculcare che a causa del Covid-19 è meglio stare in casa e rinunciare a vivere: peccato che, appena varcate le frontiere, ci si accorge che gli unici imbecilli siamo proprio noi. Tornare dalla Francia un'odissea autostradale per decine di migliaia di turisti, bel biglietto da visita


domenica, 19 luglio 2020, 20:44

Se hai bisogno di essere coccolato vai al Casone di Profecchia per essere accontentato

A 1314 metri sul livello del mare, nel comune di Castiglione Garfagnana, c'è un luogo ristoratore dove l'accoglienza, la semplicità e la gentilezza sono ingredienti naturali


giovedì, 2 luglio 2020, 08:30

Il Posto, Vetitia: cena d'incanto nel giardino del Palazzo Mediceo di Seravezza

Tartare di Fassona, Ravioli di Borraggine, Guancia di maiale con souffle di zucchine e barbabietola rossa, Tiramisù di Cantucci. E' questo il menu...


martedì, 30 giugno 2020, 08:56

Degustazione Fivi Lucca e Massa: vicini, indipendenti e invincibili

Non ce la farà, questa profonda crisi caduta sui campi arati come una sagitta divina, a distruggere il senso di territorialità, unione, voglia di fare di quel vignaiolo che fa della rappresentazione del territorio, di una qualità propria e di sudore e gioia, ogni suo singolo giorno


venerdì, 19 giugno 2020, 23:14

Franco Mare, il paradiso non può attendere

Per qualcuno il paradiso, ammesso che esista, corrisponde all'aldilà: noi, perdonateci, ma preferiamo accontentarci, si fa per dire, dell'aldiquà. Video


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


directo web agency


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!