prenota

prenota
prenota_spazio

Anno X

venerdì, 5 marzo 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Addio ad Alessandro Filomena, lo chef gentile

domenica, 17 gennaio 2021, 22:42

di MB

Lutto nel mondo della ristorazione versiliese: è morto stasera Alessandro Filomena, 52 anni. Una malattia che già inficiò la sua ultima avventura, quella al Coquus, ultima tappa di tante battaglie, di tante soddisfazioni e di tanti sacrifici ai fornelli. Lombardo adottato dalla Versilia, si forgiò sotto la direzione di un vecchio lupo di mare come Sergio Malfatti. Dopo la gavette nelle crociere, diventa un pezzo da novanta, tra Bistrot e Hotel Principe, fino ad approdare al Franco Mare, dove con la famiglia Stefanini  da sfoggio della sua miglior cucina: tradizione italiana ed inserti contemporanei, contribuiscono ad ottenere le due forchette Michelin, proprio con l'attuale Stellato Alessandro Ferrarini, al tempo suo secondo.

Sublime nei risotti, di scuola 100% lombarda, Filomena rappresenta la figura di uno chef a 360°, di un maestro e di un fine conoscitore dell'arte culinaria. A tratti sottovalutato, Alessandro ha firmato cene e pranzi memorabili, piatti squisiti, dimostrando come si possa fare cucina senza show, senza la necessita di raccontare palle alla clientela. Schietto, guascone e burlone, Filomena badava al sodo, alla sostanza e alla materia prima, insegnando la vera cucina a tanti giovani della Versilia. Il suo sorriso beffardo e la sua maestria ci rimarranno a lungo nel cuore, senza dimenticare, per chi vi scrive un percorso non facile ma ricco di soddisfazioni e confronti. Purtroppo, proprio mentre nasce in lui la voglia di mettere una firma definitiva alla sua cucina, con il Coquus a Querceta, una malattia gravissima lo strappa neanche dopo un anno dal suo progetto. Lo abbiamo incontrato la scorsa estate, sfinito e provato, ma ancora serafico e speranzoso in un futuro, in una nuova avventura, diversa, della sua vita professionale. Purtroppo il rientro in ospedale, in questo inverno, ha segnato la parola fine ad un personaggio schietto e gentile, amichevole e profondamente buono e malinconico. 

Non ce l'ha fatta Alessandro: lascia un tipo di cucina indimenticabile, chi l'ha provata la ricorderà sempre. Lascia la moglie e due affezionatissimi figli. Lascia un vuoto creativo e tradizionalista nella nostra gastronomia e sentimentale nel chi gli ha voluto bene. Da lassù sorriderà alle nostre pene, come faceva sempre per voltare pagina e per prendere la vita con leggerezza. Addio grande Chef, Addio Alessandro.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio

prenota_spazio

prenota_spazio

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Enogastronomia


lunedì, 22 febbraio 2021, 21:39

"IoApro", nuova marcia su Roma: "Siamo al collasso, aiutateci a non morire"

Una giornata di fuoco per i sostenitori di "IoApro". Proprio in questo momento sono di ritorno da Roma dove ieri sono scesi ancora una volta in piazza per far sentire la loro voce. Chiedono risposte, chiedono di poter lavorare


lunedì, 15 febbraio 2021, 12:23

La passione di Momi: 'massacrato' anche il giorno di San Valentino

Tre video della giornata di ieri a pranzo che immortalano la passione di Mohamed El Hawi, il ristoratore che, musulmano tra i cattolici e gli atei, combatte la propria battaglia per sé e i propri dipendenti


giovedì, 11 febbraio 2021, 09:44

San Valentino...il Pozzo di Bugia a casa vostra

Gaio in moto, pronto alla consegna con tutto il suo staff: missione amore. San Valentino, ricorrenza più che mai fondamentale in questi periodi, dove come dice Gaio "c'è bisogno di tanto Love"!


giovedì, 4 febbraio 2021, 22:03

I ristoratori 'ribelli' piantano la tenda davanti al Transatlantico

"C'è un gran casino, sia a livello governativo che nelle risposte alla nostra categoria". Questo il resoconto delle due giornate a Roma che hanno visto protagonisti gli imprenditori nel settore della ristorazione


mercoledì, 27 gennaio 2021, 14:44

Michele Bertellotti e la sua storia di arte, cucina e resilienza

Michele Bertellotti è un esempio di resilienza, di positività, di incoraggiamento ed entrare nel suo mondo, significa ritrovare un pò se stessi. Accoglie la Gazzetta in un'oasi verde e tranquilla


domenica, 24 gennaio 2021, 10:47

Finalmente da Chiara e Betty al ristorante La Torre di Montecarlo

Hanno riaperto anche loro: era ora. Ieri, sabato, ovviamente a pranzo, Chiara Gambacorti ed Elisabetta Gemignani sono tornate ad allietare i loro... innamorati avventori. Potevamo mancare all'appuntamento?


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


directo web agency


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!