Anno 6°

giovedì, 13 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Forte dei Marmi

L'amministrazione comunale di Forte dei Marmi interviene in merito alla vicenda ERSU

martedì, 7 luglio 2020, 11:07

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento dell'amministrazione comunale di Forte dei Marmi in merito alla vicenda Ersu:

Quello che in questi giorni sta accadendo su ERSU è il solito copione visto e rivisto nella politica del PD toscano in tema di rifiuti. Una forza che si ritiene egemone, straccia gli accordi fatti e, con la benevolenza di un organismo Istituzionale, in barba ad ogni prudenza e decisione presa, autonomamente indica spazi da occupare e strategie da seguire come ad esempio la nomina, non da tutti condivisa, di un amministratore Unico per ERSU, con l’intento di procedere alla fusione con SEA Ambiente che gestisce la raccolta di Viareggio e che forse trarrà da questa operazione i maggiori vantaggi derivanti da un ipotizzato salvataggio.

Eppure non è necessario andare troppo indietro nel tempo per trovare che il Comune di Camaiore, oggi in prima fila nella auspicata fusione, fuggiva da un contratto con SEA Ambiente definito “un servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti che presenta troppe criticità“ ma anche “Anni di controllo sulla qualità del servizio, che hanno portato ad una transazione milionaria per inadempienze di SEA Ambiente e SEA Risorse, trovano una soluzione“ (La Nazione, 1 Novembre 2017). Altrettanto noti sono i ricorsi al TAR e Consiglio di Stato che hanno condotto alla definitiva interruzione del contratto con conseguente e affidamento ad ERSU. Un accordo per una fusione sembrava quindi fino a qualche mese fa impensabile visti gli “stracci” che erano volati tra Viareggio e Camaiore …oggi non più e chissà come mai?

Poco conta se fino a pochi mesi fa il PD Versiliese ricercava posizioni comuni con le Amministrazioni oggi dissenzienti nell’ottica di ribattere alle obiezioni di Reti Ambiente circa la nomina di Ramacciotti nel CDA di ERSU. Accordo trovato nei nominativi di un CDA che realmente rappresentava il territorio da cui ERSU proviene e per il quale lavora, garantendo quindi un ultimo baluardo di controllo sulle attività dell’Azienda che, non dimentichiamolo, trovò la propria origine in un accordo nel 1971 tra i comuni di Pietrasanta, Seravezza, Forte dei Marmi ed ha visto nel 2000 entrare Stazzema, Massarosa e poi Montignoso.

Purtroppo la politica scellerata del conferimento delle quote di ERSU, azienda sana ed efficiente, in RetiAmbiente, propugnata dal PD toscano ed eseguita pedissequamente dalle amministrazioni comunali della Versilia, in quel tempo tutte a guida PD, ha di fatto sottratto al territorio il controllo dell’ENTE. Come ha detto, con discreto cinismo e tanto realismo, il Presidente Fortini di RetiAmbiente durante una recente riunione con sindaci della Versilia, “la proprietà di ERSU non è più delle Amministrazioni versiliesi ma ERSU appartiene ormai, tramite Reti Ambiente, a cento comuni toscani“. Di fatto il suo controllo non è più delle nostre Amministrazione e tramite loro dei cittadini Versiliesi ma risiede in altri organismi che decideranno d’ora in avanti di tariffe, servizi ed organizzazione.

Eppure che l’accordo esistesse è comprovato anche dalla lettera (Prot. 0075/2020/U) inviata da RetiAmbiente ai Sindaci della Versilia non più 15 giorni fa, quando ci veniva di nuovo richiesta la conferma dei nominativi per il CDA presentati collegialmente in data 3 ottobre 2019.

La posizione di Pietrasanta, Massarosa e Forte dei Marmi non è certamente quella di voler eleggere un organismo pletorico per occupare poltrone ma invece tende a salvaguardare al territorio il controllo di ERSU. Ben vengano poi studi di fattibilità su una possibile fusione tra ERSU e SEA Ambiente, questi pero’ non possono prescindere da una attenta analisi della situazione economica ed organizzativa di SEA ambiente né tanto meno la fusione può essere il frutto della scelta precipitosa di un partito politico e di alcune amministrazioni, ma deve essere un percorso ponderato che lasci comunque una possibilità di controllo ai cittadini della Versilia storica e di Massarosa che, per primi, contribuirono alla creazione di ERSU.

Ci sembra strano che alcuni esponenti politici del PD locale, tra cui il capogruppo di Forte dei Marmi Rachele Nardini, non abbiano compreso come quello avvenuto in questi giorni rappresenta l’ultimo passo per il completo distacco gestionale di ERSU dal territorio che l’ha creata.


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda

tuscania

gesamgaseluce

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Forte dei Marmi


giovedì, 13 agosto 2020, 17:13

Divieto di accesso alla spiaggia libera durante le ore notturne: Murzi firma ordinanza

Da domani 4 al giorno 30 agosto, dalle ore 21,00 alle ore 06,00 sarà fatto divieto di accedere  su tutto l'arenile di Vittoria Apuana, dal confine lato Massa concessione Yacthing Club Versilia fino al confine comunale con il comune di Montignoso


giovedì, 13 agosto 2020, 12:43

Il mare di Forte dei Marmi supera ancora gli esami Arpat

L’Arpat - Agenzia Regionale Protezione Ambiente Toscana promuove anche per il mese di agosto il mare di Forte dei Marmi


Prenota questo spazio!


giovedì, 13 agosto 2020, 12:12

Tributo ad Ennio Morricone a Villa Bertelli

Un emozionante omaggio al grande compositore, il concerto dell'Ensemble Symphony Orchestra, in programma mercoledì 19 agosto alle 21.30 al teatro estivo di Villa Bertelli a Forte dei Marmi


mercoledì, 12 agosto 2020, 21:48

Torna il suggestivo “Concerto all’alba” sul Pontile di Forte dei Marmi

Il Concerto è nato tre anni fa, con l’amministrazione Murzi, per mano dell’Assessorato alla Cultura e Turismo in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli e l’Associazione Pescatori del Pontile Caricatore di Forte dei Marmi


martedì, 11 agosto 2020, 14:52

La magia della "Marguttiana" in via Pascoli, il presidente Edmondo Nardini: "L'arte è per tutti, siamo una grande famiglia"

L'arte non fa mai sentire soli. Questo è il pensiero di Edmondo Nardini, fin da quando - quattro anni fa - diventa presidente dell'associazione artistica Marguttiana di Forte dei Marmi


lunedì, 10 agosto 2020, 18:39

Chiude i battenti il festival del sacro

Si è conclusa ieri sera a Forte dei Marmi, nel Chiostro di San Francesco a Vittoria Apuana, la II^ edizione del Festival del Sacro, organizzato dall'assessorato alle Politiche Sociali e Salute in collaborazione con la scrittrice, autrice ed attrice Elisabetta Salvatori