Anno 6°

sabato, 19 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

Forte dei Marmi

La magia della "Marguttiana" in via Pascoli, il presidente Edmondo Nardini: "L'arte è per tutti, siamo una grande famiglia"

martedì, 11 agosto 2020, 14:52

di chiara bernardini

L'arte non fa mai sentire soli. Questo è il pensiero di Edmondo Nardini, fin da quando - quattro anni fa - diventa presidente dell'associazione artistica Marguttiana di Forte dei Marmi. Dal 2016, infatti, mette anima e corpo nella gestione delle esposizioni pittoriche, scultoree e fotografiche che ogni anno d'estate sfilano in via Giovanni Pascoli e alternandosi l'un l'altra creano un'atmosfera del tutto suggestiva. "È una grande ricchezza poter esporre all'aria aperta, in questo modo tutti possono accedervi e lasciarsi trasportare dalla meraviglia delle opere - spiega Nardini - Lo scopo principale delle mostre, infatti è proprio quello di riuscire a toccare il cuore di ognuno, senza alcun tipo di distinzione".

Quest'anno, a detta del presidente, l'inaugurazione, avvenuta il 15 luglio, è stata ancor più significativa: "Nel periodo di lockdown il futuro era incerto, non avevamo idea di cosa sarebbe potuto accadere, ma abbiamo continuato a lavorare senza demordere mai - continua - Gli artisti vengono scelti di anno in anno e quando è cominciata l'emergenza Coronavirus è stato difficile comprendere cosa ne sarebbe stato del nostro mestiere. Dico nostro perché in questo mondo ognuno vale esattamente quanto l'altro e nessuno resta indietro. Non esiste una gerarchia, soltanto l'arte e il rispetto del prossimo. In quei mesi tanta è stata la preoccupazione, certo. La voglia di non mollare e continuare a sperare, però, ha superato tutto il resto. Così quando mi hanno dato il permesso di fare la richiesta di partecipazione l'emozione è stata immensa. Forse più della prima volta".

A causa dell'apertura tardiva hanno dovuto ridurre il numero di opere, ma anche qui Nardini è riuscito a trovare l'aspetto positivo della vicenda: "Quest'anno sono quaranta gli autori ed ad oggi sono già 32 coloro che hanno partecipato. Il fatto di aver cominciato dopo, paradossalmente ha dato modo a ognuno di loro di avere il proprio spazio e tempo. Certo ci sarebbe piaciuto dare la possibilità a tutti, ma speriamo nel prossimo anno".

Quella che per molti è una semplice via che fa da sfondo alle grandi firme della moda, per altri è casa. Per Edmondo Nardini è ciò che gli fa battere il cuore e dona energia: "Gli artisti esponendo le proprie opere si mettono a nudo, raccontano la propria storia - prosegue - Non esisterebbe la Marguttiana senza di loro ed è per questo che ribadisco il fatto che nessuno debba mai essere lasciato indietro, tutti siamo importanti. Non c'è una persona che vale di meno o di più di un'altra ed è il motivo principale che annualmente mi spinge a migliorare e valutare le opere da portare in esposizione basandomi semplicemente su ciò che mi dice il cuore, su quello che riesce a trasmettere il quadro, la scultura o la fotografia".

C'è chi dice che Edmondo sia riuscito a risollevare lo spirito della Marguttiana in un periodo in cui era destinata a finire. Le parole sono dello scultore, collega e amico Angelo Mugnaini: "Ci siamo conosciuti per lavoro e da lì è nata una profonda amicizia - spiega Mugnaini, il quale proprio in questi giorni assieme agli altri artisti sta esponendo lungo la via Pascoli - Edmondo ha un animo gentile e buono, caratterizzato da una forte determinazione, credo che questo connubio sia la chiave che gli ha permesso di creare quello che oggi è un processo in espansione". Cinque sono le opere di Mugnaini che percorrono via Pascoli, tra queste un bozzetto - se così si può definire una scultura in tutto e per tutto - del progetto di quello che sarà una realizzazione decisamente innovativa. Si tratta di un labirinto spazio temporale, per la precisione un albero di trenta metri di altezza su cui poter salire e assaporare a 360 gradi il territorio versiliese.

"Sarà come un viaggio attraverso lo spazio. Arrivati all'ultimo scalino si potranno ammirare le Alpi Apuane e il mare nello stesso momento con l'aiuto di un telescopio - spiega Mugnaini - L'idea è quella di posizionarlo a Marina di Pietrasanta, nello spazio di fronte a La Bussola in modo tale che l'effetto a tutto tondo possa riuscire al meglio. Sarà inoltre dotato di un'ascensore per far sì che davvero tutti, nessuno escluso, possano salire in cima al belvedere". Dunque che dire, riprendendo le parole dei due ormai amici prima che colleghi: "L'arte è quasi magia". 


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda

tuscania

gesamgaseluce

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Forte dei Marmi


venerdì, 18 settembre 2020, 15:20

48° Premio Satira Politica, la cerimonia di premiazione in Capannina

Sabato 3 ottobre alle ore 17:00 si terrà alla Capannina di Franceschi la Cerimonia di premiazione del  48° Premio Satira Politica


mercoledì, 16 settembre 2020, 13:02

Tentò di rapinare del Rolex un minorenne, individuato e denunciato dai carabinieri

I carabinieri della stazione di Forte dei Marmi, al termine di una minuziosa attività d’indagine, hanno deferito alla Procura di Lucca un diciannovenne italiano, residente a Firenze, con precedenti, ritenuto responsabile dei reati di tentato furto e tentata rapina ai danni di due minori


Prenota questo spazio!


mercoledì, 16 settembre 2020, 12:28

Bellezza oltre il limite, mostra fotografica di Massimo Sestini

Dal 16 settembre al 31 ottobre 2020, gli spalti del Forte di Belvedere, affacciati su Firenze, ospitano la spettacolare mostra fotografica di Massimo Sestini “Bellezza oltre il limite”, curata da Sergio Risaliti


martedì, 15 settembre 2020, 17:48

Violenza sessuale su una minore, la polizia fa luce sul pestaggio del quindicenne nella notte Ferragosto

Violenza sessuale su una minore, la polizia fa luce sul pestaggio del quindicenne nella notte Ferragosto a Tonfano: "Si tratta di due reati distinti, il ragazzo non c'entrava niente"


martedì, 15 settembre 2020, 12:54

A Villa Bertelli protagonista la pianista Maria Giulia Lari

Domenica 20 settembre 2020 si terrà il quarto concerto della II edizione della rassegna "Sentieri Musicali" e avrà come protagonista la pianista Maria Giulia Lari. Il programma prevede musiche di Beethoven, Liszt, Mozart, Debussy e della pianista stessa


lunedì, 14 settembre 2020, 17:35

Il Museo Ugo Guidi incontra nuovamente la Cina

Il Museo Ugo Guidi – MUG è stato invitato dal Centro Sino-Italiano di Design Shanghai – Firenze ad organizzare insieme a loro una serie di mostre d'arte online