Anno X

domenica, 23 gennaio 2022 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

L'evento

Gli auguri delle Gazzette al Bagno Biondetti

martedì, 21 dicembre 2021, 19:38

di giulia del chiaro

“Venite e non rompete le... ” Cominciano così – di solito – gli inviti a cena del direttore delle Gazzette, Aldo Grandi. Un direttore che, amato o odiato (o entrambe le cose), di sicuro ha un grande pregio: quello di offrire possibilità e mettere insieme persone al di là di qualunque differenza o confine geografico e di età. Dopotutto, non è proprio questo il senso del Natale: stare insieme?

Sabato sera le Gazzette lo hanno fatto: si sono ritrovate al Bagno Biondetti di Marina di Pietrasanta (https://www.facebook.com/Bagno-Biondetti-101688978214447/) per festeggiare insieme il Natale dopo che lo scorso anno, per ragioni note a tutti, si dovette rinunciare alla consueta cena natalizia. Non eravamo in molti, ma come sempre c’era una piccola rappresentanza da ogni Gazzetta e, anche se ci si conosce e vede solo in occasione delle cene che il direttore organizza con grande fervore romanesco, è sempre un grande divertimento, tra un piatto e una bollicina.

Questa volta le Gazzette si sono ritrovate al Bagno Biondetti di Marina di Pietrasanta. Un posto spontaneo e divertente. Ad accogliere il gruppo di giornalisti e aspiranti tali, c’era il titolare Giacomo Menici detto – lo ha precisato fin da subito – Giacomino. Giacomino è una di quelle persone che, con la sua spontaneità e simpatia, ti fanno sentire subito a casa. “La serata – ha annunciato al nostro arrivo – prevede una degustazione di focacce gourmet nate dalla passione e dall'amore di mia madre per l'arte pizzaiola”.

Così, con le giuste distanze e il contegno che (non) suole una cena di redazione, si sono aperte le “danze”: siamo partiti con la focaccia “Atelier inside” farcita con formaggi francesi, mozzarelline, pomodori insalatari, prosciutto cotto nel latte, pinoli della Versilia, pesto a base di ortiche e pistacchio e parmigiano. Si è passati, poi, all’“Inside mare” con mozzarella, noci di Sorrento, rucola, carpaccio di salmone, pomodori insalatari, julienne di porro, parmigiano e pesto. La serata ha proseguito con il gusto “Ottaviano” con mozzarella, gorgonzola dolce, formaggi francesi, prosciutto cotto, salsiccia di Norcia, melanzane grigliate con condimento al tartufo e pecorino Pratomagno. A chiudere la degustazione, infine, l’“Aristotele” con formaggi francesi, mozzarella, gorgonzola dolce, pinoli della Versilia, noci di Sorrento, carpaccio di pera, miele e parmigiano. L’ottima compagnia e il crescendo di accostamenti eccentrici e gustosi hanno reso la serata indimenticabile sia per l’umore e che per il palato. Meravigliosa la torta di auguri, un delizioso millefoglie guarnito di panna, con tanto di presepe realizzata dal pasticcere Angelo Orsi della mitica pasticceria Pinelli di via Beccheria e via Pesciatina.

La storia della cucina e delle focacce gourmet del bagno di Marina di Pietrasanta, acquisto di recente dalla famiglia Menici, ha delle radici molto più antiche: i Menici, infatti, originari di Prato, hanno inaugurato la propria attività nel campo della ristorazione nel 1935 quando la nonna Tosca aprì la prima sede pratese del Bar Vienna. Nel 1960, poi, la figlia Roberta spalancò le porte della prima pizzeria affiancata da un pizzaiolo napoletano. Fu lei stessa, nel tempo, a mettersi al banco della pizza per cominciare a creare un format tutto suo: si trattava di un nuovo modo di fare la pizza che veniva dalla tradizione napoletana rivista, però, con il gusto estetico di una donna toscana raffinata e dotata di un senso gastronomico proveniente dall’alta cucina.

“Mia madre – ha raccontato il titolare ai commensali – cominciò a cucinare davvero le pizze non limitandosi più semplicemente a farle! È da lì che ha preso vita la prima focaccia gourmet, affinata con ingredienti stravaganti e pregiati, che in poco tempo seppe attrarre sempre più clienti incuriositi per farne una degustazione. Da qui la mia idea di dividere la focaccia in spicchi per poter rendere più pratico l’assaggio”. Il grande gusto e talento della famiglia Menici, tramandato alle generazioni successive, ha condotto la loro attività al successo e all’apertura di numerose altre sedi: oltre a quella pratese, ci sono quella di Firenze, Manhattan, Miami, San Francisco e Versilia con il Vienna Luce.

“Adesso – ha concluso – l’acquisto del Bagno Biondetti crea, con il Vienna Luce, uno stabilimento balneare da sogno in cui vivere il mare in modo raffinato e ricercato accompagnati da cocktail, feste, musica e cucina di altissimo livello”.

Il locale, presente su Facebook e Instagram, è un luogo adatto per trascorrere delle serate piacevoli, leggere e gustose. Per richiedere informazioni o prenotare è possibile chiamare il numero 377.2400472.

Foto Alfredo Scorza


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

prenota_spazio

directo web agency

Prenota questo spazio!


Altri articoli in L'evento


sabato, 22 gennaio 2022, 17:04

Un luogo per non sentirsi mai soli: all’Arancio ha aperto una casa alloggio per anziani autosufficienti

Creare un luogo familiare, di cura e condivisione. È questo l’obiettivo di fondo di Villa Arancio, la casa alloggio che a fine dicembre ha aperto le porte per offrire un’abitazione sia diurna che notturna per anziani autosufficienti, pensata sia per lunghi che per brevi periodi


venerdì, 21 gennaio 2022, 21:30

Carnevale di Viareggio & Cinema, sogni di artisti

Alla Casa del Cinema di Roma dal 26 gennaio al 13 febbraio. In mostra suggestive gigantografie di alcune delle costruzioni allegoriche che hanno raccontato grandi film e straordinari personaggi tra il 1928 e il 2021


Prenota questo spazio!


venerdì, 21 gennaio 2022, 21:14

Serata "Eterna rapsodia". Via alle celebrazioni nel decennale della scomparsa di Giancarlo Bigazzi

Una vita per le sette note, cinquant’anni di storia della musica italiana, una serie di successi immortali. Tutto questo e molto altro è Giancarlo Bigazzi che esattamente dieci anni fa, ci lasciava. Giusto ricordarlo perché quello che ha tramandato è un patrimonio molto prezioso, ricco di capolavori, fatto di emozioni...


sabato, 15 gennaio 2022, 22:27

E' in libreria 'L'ultimo legionario' di Aldo Grandi: nel diario di Guido Pallotta a Fiume il sogno di una generazione

Giordano Bruno Guerri, presidente del Vittoriale, ha scritto questa introduzione all'ultimo libro di Aldo Grandi L'ultimo legionario. Un diciottenne a Fiume. Diario inedito di un'impresa impossibile edito da Diarkos


lunedì, 10 gennaio 2022, 08:58

La Gazzetta di Viareggio compie 10 anni e cerca nuovi aspiranti cronisti

Traguardo importante per la Gazzetta di Viareggio che, nell'anno di (dis)grazia 2022, compirà la bellezza di 10 anni. Per festeggiare, il suo direttore (ir)responsabile lancia un appello a chiunque volesse imparare sul campo il mestiere del giornalista 


domenica, 9 gennaio 2022, 11:23

Un cadeau per salutare le festività. Laura Lorenzini omaggia la Befana, simbolo di fantasia, libertà e indipendenza

Non passa mai di moda, lassù sulla sua scopa a lanciare doni ai bambini di tutto il mondo, senza distinzione alcuna. Utopia e tradizione allo stesso tempo: la Befana intenerisce ancora e - come sempre - riesce a farlo in una maniera tutta sua