prenota

prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

venerdì, 18 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'interSvista

Del Ghingaro 'riapre' Passeggiata, marine, pinete e viale dei Tigli: "Conte? Mi ha fatto cascare le braccia"

lunedì, 27 aprile 2020, 16:05

di aldo grandi

Giorgio Del Ghingaro, un uomo solo al comando. Tutti ce l’hanno con il sindaco e gli sparano addosso. Possibile che non ci sia un cane che stia con lei?

A me sembra esattamente il contrario. Perché dovunque sono andato ho vinto. E, quindi, vuol dire che la maggioranza è con me.

Ma le forze politiche che sono a sinistra e dovrebbero, almeno a parole, stare con lei, la criticano un giorno si e l’altro pure.

In realtà, se lei guarda bene non sono le forze politiche, ma singole persone che rappresentano un passato che Viareggio vuole dimenticare.

Ultimamente ci si è messo anche un certo Manfredi di Articolo 1. Ma non stavano con lei questi?

Lui è una di quelle persone inconcludenti e incapaci complici del disastro che abbiamo ereditato a Viareggio cinque anni fa. Altra cosa sono i simpatizzanti o gli iscritti ad Articolo 1 con i quali ho un ottimo rapporto.

Tra cui, immaginiamo, ci sia il gauleiter della regione Enrico Rossi?

Enrico ha abbandonato Articolo 1 per iscriversi, di nuovo, al partito democratico. Come sa, a lui mi legano un forte rapporto personale e politico nonché amicizia e stima. Uno dei politici che sono stati punti di riferimento per la mia formazione.

Sorvoliamo che è meglio. Lei ha adottato per primo certe misure in aiuto delle categorie economiche e altri, vedi a Lucca, l’hanno seguita. Eppure c’è chi qui ha appoggiato le sue decisioni mentre a Lucca le ha criticate. Come lo spiega?

Paese che vai idee che trovi. Io credo che, invece, alcune misure proposte dalla giunta Tambellini siano misure serie e sicuramente efficaci in un momento così delicato per l‘economia dell’intera nazione.

Viareggio sta soffrendo. Vogliamo fare qualcosa di più per andarle incontro e farla ripartire?

Direi proprio di sì. Dopo il primo pacchetto di interventi che abbiamo varato e approvato in consiglio comunale la scorsa settimana, stiamo lavorando a nuove misure che andranno incontro alle difficoltà non solo della piccola imprenditoria locale, ma anche delle famiglie e dei singoli individui.

Lei ha più volte lamentato di essere criticato, a prescindere, da qualche giornalista locale. In particolare sappiamo che la collega Donatella Francesconi non le perdona niente, anche quello che non avrebbe bisogno di essere perdonato. Perché questo rapporto così conflittuale?

Questo lo deve chiedere a lei.

Ma è colpa della Francesconi o del giornale per il quale scrive ossia Il Tirreno?

Penso che sia colpa mia. Perché sono solito dire sempre quello che penso e quando qualche giornalista racconta fandonie o si inventa le cose, non gliele mando a dire.

In compenso, per qualcuno che la critica sempre, c’è qualcun altro che non la critica mai.

Conferma il fatto che a Viareggio stiamo amministrando bene.

Lei ogni sera si rivolge ai suoi cittadini commentando i dati forniti dalla Asl in materia di Coronavirus. Lo fa in maniera garbata, cercando di non andare mai sopra le righe. Il suo collega di Pietrasanta, Alberto Giovannetti, ha pubblicato un video amatoriale nel e col quale non ha certo fatto una bella figura. Lei lo ha visto?

Me lo hanno mandato, così come mi hanno mandato anche il secondo video dove Alberto precisa i termini della questione. Non mi sembra il caso di continuare a parlare di una cosa che lui stesso ha chiarito.

Ma non faceva meglio stare zitto secondo lei? In fondo non è mica obbligatorio fare video quando non si è capaci di parlare?

In questi momenti di grande difficoltà sanitaria e di pandemia un sindaco ha l’obbligo di informare i propri cittadini e garantisco che ci sono un coinvolgimento e una partecipazione emotiva molto forti. Quindi, fanno bene i sindaci, compreso Alberto, a mettere anche le proprie emozioni nella trasmissione ai propri cittadini dei dati giornalieri.

Sorvoliamo anche questa volta. Lei è un libero professionista nella fattispecie tributarista e revisore legale. Quindi, ha a che fare con la quotidianità dei conti e i numeri, come lei sa, non mentono mai. Qual è la situazione reale degli impenditori della nostra provincia?

Il mondo dell’economia è in grande difficoltà. Ci sono imprenditori che hanno le spalle più forti e che riescono a fare fronte a questo dramma con maggiore forza, ma c’è la stragrande maggioranza della imprenditoria locale che è veramente in grandissima difficoltà e siccome su di loro si regge l’intero sviluppo dei nostri territori, è necessario che gli enti locali assieme agli enti sovraordinati, riescano a creare le condizioni per una ripartenza efficace entro pochi mesi.

Siamo cattivi se pensiamo che questo virus le ha dato un grande calcio nel sedere proiettandola sulla poltrona del secondo mandato consecutivo?

Questa pandemia, al contrario, mi ha dato modo di riflettere e di pensare a tante cose, soprattutto, del mio futuro. E’ una riflessione che è in corso e che mi sta aiutando a concentrarmi sempre di più sulle possibilità che ha questo territorio di uscirne il prima possibile. Insieme al territorio, ogni singola persona. E tra le singole persone, mi permetta, anche il sottoscritto.

Sia sincero: è stanco?

Molto.

Di cosa?

Io so che in politica non esiste riconoscenza e aspettarsela sarebbe da allocchi. Ma rispetto sì. Deve esistere in politica e tra le persone nella normale convivenza. Questo mi fa male. Il perdurare da parte di alcuni a non avere rispetto per la mia persona, il mio lavoro, la mia famiglia, i miei affetti più cari. Di questo sono stanco.

Ascoltando le parole di Giuseppe Conte ieri sera sulla riapertura il 4 maggio, non le sono cascate le braccia?

Sì.

Eppure lei, fino ad oggi, ha tenuto ermeticamente chiuse Passeggiata e spiagge.

Esattamente. In ossequio alle indicazioni e alle prescrizioni che gli organi competenti, compreso il Governo, ogni giorno ci fornivano. Da ieri sera mi sembra che ci sia un cambiamento di rotta e conseguentemente io, rispettoso delle leggi e dei provvedimenti delle istituzioni, mi adeguerò e non adotterà più nessun provvedimento restrittivo non previsto nell’ultimo decreto del Governo.

Scusi ma non capiamo. Che intende dire?

Intendo dire che nel prossimo fine settimana a Viareggio saranno aperte le marine ossia le spiagge, la Passeggiata, il viale dei Tigli, il Belvedere Puccini e le pinete. Rimane un mio dubbio il senso di un provvedimento di questo genere se le persone, comunque, sempre per legge, non possono uscire se non nei limiti stringenti di distanza previsti.

Quindi se noi abitassimo a duecento metri dal mare o dalla Passeggiata, ci potremmo andare tranquillamente?

Certo, rispettando le distanze di sicurezza e le protezioni personali.

Scusi, ma se io, al contrario, abitassi a 220 metri dalla Passeggiata o dal mare, chi viene a misurare la distanza?

I venti metri glieli abbuona il sindaco.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda

prenota_spazio

prenota_spazio

auditerigi

prenota_spazio


Altri articoli in L'interSvista


giovedì, 10 settembre 2020, 15:17

'Compagno' Vittorio, bastian contrario: un Fantozzi candidato alle regionali

Vittorio Fantozzi, 42 anni, ex sindaco di Montecarlo per dieci anni e figura di spicco della destra lucchese. Candidato per Fratelli d'Italia alla carica di consigliere regionale


mercoledì, 5 agosto 2020, 11:30

Massimiliano Simoni scende in pista: "La Versiliana? Da rifondare"

Per 14 edizioni è stato il direttore artistico della manifestazione più importante della Versilia. Oggi, al momento di candidarsi alle Regionali di settembre, Simoni affronta e affonda senza esitazioni


Prenota questo spazio!


lunedì, 20 luglio 2020, 12:28

Barbara Paci, la... Barbie con un cuore e, soprattutto, un cervello grande così

Per demonizzarla l'opposizione le ha già affibbiato il soprannome di Barbie bionda e stupida: ma della bambola più famosa al mondo ha soltanto la bellezza, oggettiva, oltre a un'eleganza innata e a una intelligenza e simpatia immediate


venerdì, 3 luglio 2020, 10:19

Cristiana Francesconi senza peli sulla lingua: "Se avesse ucciso e arrostito il mio gatto, mi sarei fatta giustizia da sola"

Lei è conosciuta, nel foro, come una pantera non può, certo, tollerare quello che è accaduto a Campiglia Marittima: "Chi non rispetta ci rispetta, torni a casa propria, non ne abbiamo bisogno"


giovedì, 2 aprile 2020, 11:23

Giovanni Barco: "Coronavirus, così curo e guarisco i miei pazienti"

Medico chirurgo, professore di cure palliative e terapie ossidative con ossigeno poliatomico liquido, specializzato in farmacologia, biochimica e biochimica clinica, consulente esperto Aifa (agenzia italiana del farmaco), il professor Barco prende di petto l'infezione e spiega qual è la sua terapia


mercoledì, 1 aprile 2020, 15:38

Coronavirus, Lord George non cede nemmeno di fronte al Viminale: "Tutti a casa punto e basta"

Il sindaco Giorgio Del Ghingaro ribadisce la 'linea dura' e conferma controlli a destra e a manca. In più sottolinea nuovamente le misure anti emergenza a favore dell'economia locale: "La passeggiata genitore-figlio? C'è sempre stata"