Anno X

giovedì, 9 dicembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Massarosa

Barsotti vincitrice soddisfatta, Bigongiari forse non si ricandiderebbe. Coluccini, invece, si dice preoccupato

lunedì, 18 ottobre 2021, 23:06

di diego venturini

È sempre così. Le elezioni si portano dietro vincitori e vinti: non si esce "sconfitti a metà", come cantava Arisa, perché alla fine a diventare sindaco è una persona sola, pur essendo l'obiettivo di molti. 

E a questo giro la sinistra si è ripresa Massarosa dopo i due anni di amministrazione Coluccini, candidando una donna, Simona Barsotti, che diventa la prima ad essere eletta sindaco nella storia del comune. "Ma non importa che io sia donna. In politica devono essere premiate competenza e serietà. Tutte caratteristiche che io ho dimostrato di possedere negli anni di militanza nel mio partito. Ho con me una squadra con tante donne giovani, competenti e serie, e ne vado orgogliosa. Devono esserci pari opportunità". 

Simona Barsotti è stata assessore della giunta Mungai fino al 2019. "Il comune che andrò a guidare sarà diverso da quello che ho lasciato. Il dissesto è la prima realtà da affrontare: se precedentemente avremmo potuto recuperare subito qualcosa, adesso, trascorsi due anni, sarà difficile. La ricetta pronta per sistemare le cose non ce l'ha nessuno: bisognerà dialogare con il ministero e con i tecnici del comune per trovare una via d'uscita". Per la Barsotti il dialogo è sicuramente cruciale, lo abbiamo capito, ma poi servono gli atti. "Un sindaco deve prendere decisioni, ci mancherebbe. Ma il confronto con gli esperti e i professionisti dev'essere alla base". 

Ma è stata una vittoria del centrosinistra o una sconfitta del centrodestra, presentatosi diviso alle elezioni? "È stata una vittoria nostra – risponde il neo eletto sindaco -. Le persone hanno capito che l'unità e la serietà è da questa parte. La nostra campagna elettorale, lineare, rispettosa e all'insegna del futuro, ha pagato e ne siamo orgogliosi". 

Un centrodestra diviso che è comunque riuscito ad accedere al ballottaggio, fermandosi però al 46,81%. Carlo Bigongiari, sostenuto dalla sua lista civica, Lega, Forza Italia e, con l'apparentamento per il secondo turno, anche da Fratelli d'Italia (prima a sostegno di Coluccini), si dice comunque soddisfatto del risultato uscito dalle urne. "Sapevamo di partire largamente svantaggiati – spiega il secondo classificato -. In queste due settimane abbiamo lavorato per colmare questo gap e siamo arrivati quasi al 47%. Credo sia comunque un dato politico importante". 

Un recupero consistente, che forse sarebbe potuto essere maggiore (e forse anche vincente) se Bigongiari non avesse chiuso le porte a Coluccini e alla sua Civica. "Come si dice a Massarosa, col senno di poi son piene le fosse. Questa decisione è stata frutto di un confronto all'interno delle forze politiche, della quale ho preso atto ed alla quale mi sono allineato. Se tornassi indietro non farei il candidato sindaco, a meno che non si fossero create le condizioni per un centrodestra unito. Insieme avremmo vinto al primo turno". 

Centrodestra che, però, si troverà unito all'opposizione. Bigongiari non ha ancora deciso se fare o meno il consigliere di minoranza, "a mente fredda deciderò", ci ha detto. Coluccini, invece, in consiglio siederà. "Faccio i miei complimenti e un grande in bocca al lupo al nuovo sindaco Barsotti: è doveroso, anche se non successe con me due anni fa. Spero che, questa volta, riesca ad amministrare bene il comune". 

L'ex sindaco si dice rammaricato per il fatto che Massarosa sia tornata in mano alla sinistra, "la stessa che lo ha distrutto. Questo è colpa di chi ha spaccato il centrodestra, decidendo di non proseguire il percorso iniziato nel 2019 e che stava dando i suoi buoni frutti. A Bigongiari, comunque, i miei complimenti. Ha lottato come un leone per cercare di rimediare ad una situazione complessa, creata da Lega e Forza Italia, che ha impedito di vincere nuovamente il comune". 

"Adesso farò il consigliere di minoranza – conclude Coluccini –, e non di opposizione, perché metterò sempre al primo posto il bene di Massarosa e dei massarosesi. Ma conosco bene il Pd e chi ha amministrato questo comune nei dieci anni prima di me. Sono fortemente preoccupato e so che ci sarà molto da lavorare, ma io ci sarò".


Questo articolo è stato letto volte.


il Panda

tuscania

prenota_spazio

auditerigi


Altri articoli in Massarosa


martedì, 7 dicembre 2021, 20:02

"Siamo attoniti nel leggere le dichiarazioni dell'ex candidato sindaco Bigongiari"

Così i consiglieri di Sinistra Comune Michela Sargentini e Federico Gilardetti riguardo, appunto, le parole del secondo arrivato alle ultime elezioni amministrative


martedì, 7 dicembre 2021, 19:00

Da Nara Bomboniere grande festa per l'inaugurazione dei nuovi locali

Nara bomboniere cambia dimensione e lo fa alla grande da mercoledì 8 dicembre 2021! Nuovo look, più grande, più bello, più rosa, nei già conosciuti saloni del Ristorante Nara fra Massarosa e la stazione di Bozzano sulla Statale Sarzanese Valdera al n. 718


corsica


lunedì, 6 dicembre 2021, 17:53

Tetto della scuola Pellegrini, ci sono le risorse: la gara entro fine dicembre

Nella variazione di bilancio approvata dal Consiglio Comunale l'Amministrazione è riuscita ad inserire i 35 mila euro necessari a far partire i lavori al tetto della scuola Pellegrini di Massarosa. Le risorse si aggiungono ai 150 mila euro già previsti in bilancio, ma non sufficienti a dare il via all'intervento


lunedì, 6 dicembre 2021, 17:43

Keu a Montramito: avviato l'iter per la caratterizzazione del sito

La situazione sui terreni di Montramito oggetto di possibile presenza di KEU - il materiale inquinante che come noto proviene dal recupero dei fanghi di depurazione delle concerie - è stata tenuta costantemente sotto controllo dall’amministrazione fin dal suo insediamento


sabato, 4 dicembre 2021, 19:57

Coluccini: "Via della Sassaia, oltre ai meriti c’è di più"

L'ex sindaco e attuale consigliere d'opposizione Alberto Coluccini vuole fare chiarezza sul tema che in questi giorni, a Massarosa, tiene banco


sabato, 4 dicembre 2021, 16:33

Evade dai domiciliari e viene sorpreso con un’auto rubata: arrestato

I.G., di 48 anni, è stato sorpreso su un’auto rubata alcune ore prima all’interno del garage di una abitazione poco distante rispetto al proprio domicilio 


Ricerca nel sito


directo web agency


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!