Spazio disponibilie
   Anno XI 
Venerdì 27 Gennaio 2023
  - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Massarosa
19 Gennaio 2023

Visite: 140

Sono partiti da qualche giorno i lavori a Massarosa sui corsi d'acqua delle zone colpite dall'incendio della scorsa estate. Si tratta dei primi due lotti degli interventi di manutenzione straordinaria resi possibili grazie al finanziamento di 342.000 che il Consorzio 1 Toscana Nord ha ricevuto dalla Regione Toscana per agire in modo strutturale sui reticoli idraulici interessati dalle fiamme sia sul fronte di Massarosa che quelli di Camaiore e Lucca. Gli altri due lotti, (ndr. uno ancora per Massarosa e l'altro per Camaiore e Lucca), sono in procinto di partire.

Subito dopo l'incendio il Consorzio si è attivato in collaborazione con tutti gli Enti Locali, affrontando il problema idraulico lungo i corsi d'acqua di competenza, ostruiti dalla incredibile massa vegetale caduta dai versanti. Le squadre degli operai hanno lavorato tutto il mese di agosto, risalendo i corsi d'acqua per togliere metro dopo metro, gli ammassi di alberi mangiati dal fuoco, crollati fin dentro gli alvei. L'attenzione è proseguita anche durante gli interventi autunnali di manutenzione ordinaria che il Consorzio ha intensificato su tutti i corsi d'acqua delle zone collinari di Massarosa.

In parallelo alle operazioni di pulizia di agosto e settembre, gli ingegneri dell'Ente progettavano gli interventi sulle opere idrauliche danneggiate, da proporre alla Regione per ottenere il finanziamento.

Un iter procedurale basato su ripetuti sopralluoghi, molti dei quali svolti anche in collaborazione con il Genio Civile e il Comune. Valutare l'evolversi della situazione è stato necessario per capire come intervenire in modo organizzato e duraturo lungo corsi d'acqua che erano stati letteralmente devastati dal rogo.

Solo dopo la prima pulizia, durante il mese di agosto sui canali Vallecava, Polla del Morto, Acquachiara, Rio di Colle e Borrone, è stato possibile progettare i lavori che sono attualmente in corso. Si è dovuto tener conto del particolarissimo fenomeno delle colate di detriti: ondate di materiali di erosione che percorrono il profilo delle colline e terminano la loro corsa negli alvei dei corsi d'acqua. Masse di fango azionate ad ogni pioggia a causa della scarsa capacità dei versanti di trattenere sabbia e terra perchè spogliati della vegetazione del sottobosco, cancellata dal passaggio del fuoco. 

"Per Massarosa abbiamo fatto tutto il possibile, destinando anche di 100 mila euro in più di lavori ordinari per il 2023. L'impegno profuso durante i mesi successivi all'incendio ha ridotto dell'80 per cento il trasporto di materiale vegetale all'interno dei canali che sono il recapito finale di tutto quello che è scivolato dagli estesi fronti collinari - spiega il presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi -. Gli ulteriori lavori straordinari ora in corso, progettati dai nostri tecnici e avallati dalla Regione, ci consentono di intervenire in modo più approfondito di quanto già fatto con le manutenzioni ordinarie, perché adesso ci occuperemo non solo di liberare i corsi d'acqua dalla consistente quantità di detriti che continuano a colare dalle colline, ma anche di ricostruire le opere danneggiate e di realizzare nuove briglie, sponde e scogliere che vanno a regolare il deflusso dell'acqua e a mitigare il rischio idraulico delle zone colpite dall'incendio."

I cantieri aperti dureranno circa 50 giorni e riguardano cinque corsi d'acqua collinari: Acquachiara, Polla del Morto e Vallecava alle spalle del centro abitato, Rio di Colle e Borrone nella frazione di Bozzano. Nei primi giorni le attività sono dedicate alla rimozione dei detriti trasportati dalle piene, quel materiale di sovralluvionamento che viene scavato in alcuni punti critici e risagomato dove possibile per ripristinare il deflusso del corso d'acqua. Gli escavatori stanno lavorando all'interno degli alvei con pale di diverse dimensioni per poter raggiungere anche i punti più stretti e impervi. A seguire, il Consorzio avvierà i lavori di ricostruzione delle opere danneggiate e di realizzazione di nuove.

Questo il dettaglio dei lavori per ogni corso d'acqua: 

Sul Rio Acqua Chiara si interviene con la risagomatura, l'eventuale scavo di alcuni sovralluvionamenti localizzati e il ripristino di un'opera di difesa idraulica nel tratto a valle.

Anche sulla Polla del Morto si fanno interventi di risagomatura e lo scavo di alcuni sovralluvionamenti, in particolare per regolarizzare le funzionalità idrauliche in corrispondenza dei tanti attraversamenti presenti sul corso d'acqua.

Sul Rio Vallecava si effettua la risagomatura dell'alveo nel tratto compreso fra l'imbocco del tombamento e la briglia in gabbioni, inoltre vengono realizzate alcune scogliere per proteggere le sponde nei punti più critici.

Particolarmente articolati i lavori sul Fosso del Borrone. Oltre alla realizzazione di una rampa di accesso all'alveo, viene movimentato il materiale solido che si trova in un lungo tratto del corso d'acqua, vengono realizzare opere di difesa in scogliera su entrambe le sponde per almeno sessanta metri di lunghezza e saranno creati dei salti di fondo, per favorire l'accumulo dei detriti in punti strategici. 

Infine, sul Rio di Colle si effettua la risagomatura e lo scavo localizzato dell'alveo nel tratto che va dalla confluenza con il Rio del Borrone alla Sarzanese.

Pin It
  • Galleria:
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Un nuovo tentativo di truffa ai danni di un utente è stato sventato nella frazione Valdicastello Carducci…

"Il Mit ha dato il via libera alla concessionaria Salt per rendere gratuita dal 1 febbraio la bretella nel tratto…

Spazio disponibilie

Pubblicata la graduatoria per il sostegno economico straordinario a sostegno…

Si terràvenerdì 27 gennaio l’assemblea regionale che la Cna terrà a Viareggio per parlare dei balneari in merito alla direttiva…

Spazio disponibilie

Un appuntamento da non perdere quello di martedì 31 gennaio alle 21 per la presentazione in esclusiva di Lullaby, il…

"A Sinistra da capo" è il titolo del libro di Goffredo Bettini, che verrà presentato sabato 28 gennaio, alle ore…

Per tracciare i segni indicanti gli spazi assegnati ai concessionari della fiera patronale…

Secondo Silvia Noferi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, uno strano silenzio è calato sull’attraversamento della Lecciona da parte…

Spazio disponibilie

Le temperature particolarmente rigide di questi giorni hanno messo a dura prova gli impianti di riscaldamento degli edifici scolastici,…

Prosegue su gran parte della Toscana interna il codice giallo per neve per la giornata di oggi, lunedì 23, a cui…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie