prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

lunedì, 18 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

prenota

Pietrasanta

Michele Marcucci in sella alle biciclette della sua vita

mercoledì, 12 dicembre 2018, 17:08

di aldo grandi

Dopo le sue immancabili ferie autunnali, Michele Marcucci ha scelto la nuova scenografia per la sua Enoteca a Pietrasanta: motivo ispiratore, la bicicletta in tutte le sue forme, selle comprese. 

Patron Michele ha tante passioni, dal ping pong alla pesca sportiva alla canoa, ma ce n'è una che pur non avendo la stessa intensità delle altre ne ha, quantomeno, molta più funzionalità. Non è un caso, infatti, che Michele Marcucci lo si incroci per le vie del centro di Pietrasanta in sella alla sua Bianchi con tanto di borse laterali e, in estate, le borse con il ghiaccio per conservare l'immancabile bottiglia di champagne da portare al mare. 

Sì, perché questo amante del vino, questo tre bottiglie del Gambero Rosso la bicicletta la usa come normale mezzo di locomozione e quest'anno, a partire, cioè, dal week-end dell'Immacolata, la scenografia all'interno della sua enoteca in via Garibaldi è dedicata proprio alle due ruote grazie anche alla fantasia di Tommaso Pratesi, il progettista che ha ideato il tutto allestendolo con gusto e cura maniacali.

Si comincia dall'ingresso, e nel salone appena varcata la soglia eccoti una decina di selle da bici di vario tipo e, subito dopo, appese al soffitto come se fossero impegnate in una volata, quattro biciclette da corsa, da una Bianchi donata dallo stilista inglese Paul Smith ad altre due donate da Fiorenzo Aliverti, ex ciclista professionista agli inizi degli anni Ottanta e titolare, oggi, di un attrezzatissimo negozio di biciclette a Pietrasanta. Infine una bici particolare, la n. 4035 L'Eroica, appartenuta all'avvocato Massimo Berti che l'ha utilizzata nell'Eroica, la gara che ad ogni ottobre si svolge sulle strade del Chianti.

Bella anche la sala interna dove sono state messe in bella mostra le maglie delle squadre partecipanti al Giro d'Italia collezionate da Paul Smith nel periodo in cui fu sponsor della manifestazione ciclistica. Sempre in questo locale, appesa al soffitto, una bicicletta con telaio Passoni in titanio, un gruppo Superrecord Campagnolo Cinquantenario e ruote in legno per affrontare il pavé della Parigi-Roubaix.

In un altro salone i fratelli Cinquini del Carnevale di Viareggio hanno realizzato una straordinaria ed enorme sella da bici modello Brooks con tanto di mega-molle sottostanti. 

L'altra sera, alla riapertura del locale, seduti al tavolo c'erano alcuni amici di Massa e Carrara tra cui il viticoltore Marco Verona, 47 anni, nato a Viareggio, ma residente a Massa località Mirteto, sulle colline, dove ha acquistato un ettaro di terreno terrazzato con pendenze del 40 per cento in cui produce due vini, un bianco e un rosso, il Sedì (sei giorni) e il Bacca nera, in tutto circa 5 mila bottiglie.

Per spostarsi su e giù tra i filari e la casa, un trenino metallico fatto costruire appositamente in Alto Adige e che consente all'agricoltore di potersi muovere con facilità nonostante la ripidità del terreno. 

"Mi sono laureato a Firenze in architettura - spiega Verona che si è sposato un mese fa e ha voluto vivere con la moglie nella casa in cima all'appezzamento di terreno coltivato a vite - dopodiché sono tornato a Massa per lavorare in un ufficio di informatica, poi, però, la passione per il vino, acquisita a Firenze, mi ha portato ad acquistare una enoteca che ho tenuto per tre anni. Quindi, sono voluto passare dalla vendita alla produzione vera e propria del vino, e i miei due bianco e rosso nascono per esaltare il territorio delle colline apuane con lo stesso modo di vinificare che era del contadino di una volta pur con tutte le accortezze di oggi. La mia è una viticoltura eroica visto che avviene su pendenza del 40 per cento. Volevo un vino artigianale contadino che rappresentasse il territorio. Nasce per me, poi, però, troppe bottiglie mi hanno spinto a etichettarlo e metterlo in vendita".


Questo articolo è stato letto volte.


Prenota questo spazio!


gesamgaseluce


q3


prenota_spazio


Altri articoli in Pietrasanta


lunedì, 18 marzo 2019, 16:04

Rifiuti: attivata isola mobile del verde a Strettoia, amministrazione Giovannetti anticipa servizio di un mese

Raccolta del verde: attivato il punto di raccolta mobile al cimitero di Strettoia. Con un mese di anticipo rispetto allo scorso anno l'amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti ha già provveduto a far installare il "cassone" per la raccolta del verde


lunedì, 18 marzo 2019, 16:01

Ponterosso: acceso il semaforo veloce in via Lungo Fiume, stop a Far-West e automobilisti prepotenti

Acceso il semaforo veloce in via Lungo Fiume a Ponterosso. E' una delle azioni sul fronte della viabilità e della sicurezza stradale più attese messe in campo dall'amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovanetti


Prenota questo spazio!


lunedì, 18 marzo 2019, 15:58

Chi si cela dietro la Gioconda? A Pietrasanta "Le infinite ragioni" di Giuseppe Bresciani

Prosegue il ciclo di iniziative nell'anno del 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci: appuntamento mercoledì 20 marzo alle ore 17 nel Chiostro di S. Agostino 


lunedì, 18 marzo 2019, 15:51

Giovani: bullismo e cyberbullismo, un convegno nel Chiostro

Giovani: bullismo e cyberbullismo, un convegno nel Chiostro. Tra i relatori i procuratori di Lucca e Tribunale dei Minori di Firenze, legali e psicologi, rappresentanti della Polizia Postale e provveditorato)


sabato, 16 marzo 2019, 15:22

Turismo: +3 per cento di arrivi nel 2018, mezzo milione di presenze a Pietrasanta

Pietrasanta si conferma tra le principali mete turistiche toscane per italiani e stranieri anche nel 2018 sfondando il tetto del mezzo milione di presenze


sabato, 16 marzo 2019, 15:19

Miccio Canterino, Giovannetti alla Cervia: "Trionfo biancoazzurri meritato"

Così il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti, accompagnato dal Capo di Gabinetto, Adamo Bernardi, si è complimentato con il presidente della contrada, Fabrizio Tommaso e con i membri del consiglio in occasione della visita alla sede a Montiscendi