Anno 6°

giovedì, 13 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

prenota

Pietrasanta

Un altro venerdì di vita e divertimento al Seven Apples

sabato, 4 luglio 2020, 16:02

di diego venturini

Ti accoglie con il suo inconfondibile logo giallo, ti coccola per tutta la serata e poi ti lancia nella meravigliosa pista da ballo a bordo piscina. Il Seven Apples ha fatto divertire generazioni di versiliesi e non solo e anche quest'anno le aspettative non sono state deluse. La festa è cominciata ovviamente con qualche ritardo, obbligato e doveroso, rispetto alle scorse stagioni, ma con la stessa energia e vitalità a cui la discoteca ci ha abituati da decenni.

Il venerdì è solo Seven Apples. Un raffinato aperitivo a bordo piscina con finger-food e drink, per poi spostarsi sulla spiaggia, allestita elegantemente per la cena. Grandi teli beige sopra i tavoli a mo' di gazebo donano alla location un'atmosfera chic e molto estiva, oltre a fungere da riparo per la pioggia che, ieri sera, è stata clemente e non ha voluto rovinare la serata a quelle persone che non si sono volute piegare alla paura, purtroppo ancora molto diffusa, della vita sociale.

Ovviamente le precauzioni sanitarie erano tutte ben rispettate: tavoli distanziati, sia per l'aperitivo che per la cena, gel igienizzante dovunque e camerieri muniti della tristemente nota mascherina.

La serata è proseguita nel migliore dei modi. Durante la cena la musica era già presente: i grandi classici italiani cantati in coro da tutti i commensali, brindando alla vita e alla felicità, per poi cominciare a sgranchirsi le gambe con il clima di festa creato da Mirko Saya e Lorenzo Torelli, i due ragazzi in console che hanno animato il pre-serata.

Verso mezzanotte il Seven cambia volto e assume quelle vesti con cui è entrato nel cuore di migliaia di persone. La discoteca diventa tale al cento per cento, e la notte vive: la musica, le luci, la straordinaria location a bordo piscina, i sorrisi sui volti delle persone che celebrano la voglia di vivere e divertirsi. Perché sì, in Versilia, durante l'estate 2020, ci si può ancora divertire.

Foto di Alfredo Scorza


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

Prenota questo spazio!

gesamgaseluce

auditerigi

prenota_spazio


Altri articoli in Pietrasanta


giovedì, 13 agosto 2020, 16:44

Covid in discoteca, negativi gli 11 contatti stretti

Le prenotazioni per l’effettuazione del tampone orofaringeo sono salite a 726. Perché tutto proceda in modo scorrevole, senza creare code, in queste gli il personale sta organizzando il lavoro e preparando  le liste per i diversi territori


giovedì, 13 agosto 2020, 14:40

Presentati al MuSa i due spot video prodotti dall'Ambito Turistico Versilia

Unanime entusiasmo nella platea che ha assistito stamani mattina al MuSa di Pietrasanta alla presentazione dei primi materiali prodotti dall'Ambito Turistico Versilia. Presenti i rappresentanti dei comuni, delle categorie economiche, la società affidataria della realizzazione del sito e dei video


Prenota questo spazio!


giovedì, 13 agosto 2020, 14:27

Asl: "Seven Apples, nessun ritardo nella messa in atto di tutte le azioni necessarie ad arginare il contagio"

 La direzione aziendale interviene dopo che sulla stampa locale sono apparsi diversi articoli a sostegno della tesi del ritardo


giovedì, 13 agosto 2020, 12:50

Covid, Giovannetti: "Non si può militarizzare l'estate, ma inasprimento su discoteche tardivo"

Così il sindaco di Pietrasanta, Alberto Stefano Giovannetti tornando a parlare del caso della ragazza pisana risultata positiva dopo una vacanza in Grecia 


giovedì, 13 agosto 2020, 12:45

Stefano Massini in scena per il 41° Festival La Versiliana con il suo “Alfabeto delle emozioni”

La Versiliana prosegue successo dopo successo il suo lungo percorso tra grandi nomi del teatro e spettacoli di alto livello artistico


giovedì, 13 agosto 2020, 11:20

Al Caffè de la Versiliana uno speciale appuntamento dedicato all'arte e alla passione del gelato

Nell’immaginario globale il gelato rappresenta libertà, felicità e aggregazione. Ma il gelato artigianale è molto di più: un fatto di cultura, un’arte tipicamente italiana e nello specifico toscana, un ritorno all’infanzia sempre più sdoganato da sensi di colpa, un alimento interessante dal punto di vista nutrizionale