Anno 6°

venerdì, 4 dicembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

prenota

prenota

Pietrasanta

Discarica cava Fornace: Fantozzi (FdI) interroga la Regione

sabato, 21 novembre 2020, 12:17

"Ho chiesto alla Regione quali verifiche intenda avviare per capire se l'impianto fognario sia in grado di reggere la grande quantità di percolato di rifiuti speciali nella discarica di cava Fornace. E se i depuratori possano smaltire in modo sicuro rifiuti speciali quali amianto e marmettola -annuncia il vice-capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio regionale, Vittorio Fantozzi, che ha presentato un'interrogazione alla Giunta regionale- Il sito di stoccaggio di rifiuti, situato nel territorio tra i Comuni di Montignoso e Pietrasanta, da tempo suscita molte preoccupazioni tra i cittadini. Preoccupazioni che hanno trovato conferma nelle decisioni dell'Asl Toscana Nord Ovest che, nell'aprile 2019, ha classificato la discarica di cava Fornace come "industria insalubre". Il Presidente Giani si è impegnato ad appoggiare la richiesta dei membri del comitato Cave Fornace di Pietrasanta ed a chiudere la discarica una volta raggiunta la soglia dei 43 metri -ricorda Fantozzi- Oggi il percolato viene raccolto nelle vasche per poi essere caricato su camion cisterna che lo trasferiscono a impianti di depurazione a Prato e Pontedera. Ma tra gli obiettivi strategici dei prossimi mesi, stabiliti dal Consiglio di amministrazione di Programma Ambiente Apuane Spa che gestisce la discarica, è prevista la possibilità di conferire direttamente in fognatura i reflui prodotti dal dilavamento delle acque meteoriche, che, secondo la società, "originano un percolato assolutamente non pericoloso". Noi monitoreremo la situazione, intanto chiediamo verifiche e chiarimenti alla Regione deputata a difendere la salute dei cittadini e l'ambiente".


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

Prenota questo spazio!

gesamgaseluce

auditerigi

prenota_spazio


Altri articoli in Pietrasanta


giovedì, 3 dicembre 2020, 16:21

Arte: workshop di scultura a Pietrasanta, la Piccola Atene chiama artisti da tutto il mondo

Un workshop di scultura a Pietrasanta con gli artigiani più bravi del mondo. La capitale internazionale della lavorazione artistica del marmo e della scultura contemporanea, continua nel suo percorso di promuovere l'alta formazione in campo artistico rivolta a tutti coloro che vogliono apprender l'antica arte della scultura


giovedì, 3 dicembre 2020, 16:21

Covid-19: il comune regala 300 saturimetri portatili ai cittadini più a rischio, saranno distribuiti dai medici di base

Il comune di Pietrasanta regalerà 300 saturimetri portatili ai suoi concittadini più fragili e ritenuti più a rischio contagio. La distribuzione sarà gestita direttamente dai medici di base


Prenota questo spazio!


giovedì, 3 dicembre 2020, 15:52

Festività: acquisti in sicurezza, orario continuato e parcheggi gratuiti dalle 12.30 alle 15.30 nel centro storico, l'iniziativa di Comune e commercianti

Quattro ore di sosta gratuita dalle 12.30 alle 15.30 e negozi aperti con orario continuato per tutto il periodo delle festività nel centro storico per favorire lo shopping in sicurezza ed evitare assembramenti durante la corsa ai regali


mercoledì, 2 dicembre 2020, 13:17

Eternit a Valdicastello, il Pd a Giovannetti: "Le soluzioni ci sarebbero"

Si sarebbe già dovuta concludere la rimozione dell'amianto nell'ex Edem di Rezzaio a Valdicastello e invece è ancora lì. A denunciarlo il Pd di Pietrasanta che ricorda le promesse della maggioranza


mercoledì, 2 dicembre 2020, 12:35

Primaria Forli e Rodari, nuova pavimentazione per refettorio e rampe esterne

24 mila euro per l'intervento di rifacimento delle pavimentazioni del refettorio della Scuola Primaria Forli e della pavimentazione delle rampe esterne della scuola d'infanzia Rodari che oggi risulta usurata in molteplici punti


martedì, 1 dicembre 2020, 12:45

Festa della Toscana, municipio illuminato di rosso e bianco

La Toscana non rinuncia alla sua festa. Nell'anniversario dell'abolizione della pena di morte, il 30 novembre, 1786, ad opera del Granduca Leopoldo di Toscana, monumenti ed edifici del territorio si sono illuminati di rosso e bianco, in omaggio alla nostra regione