Anno XI 
Lunedì 22 Luglio 2024
  - GIORNALE NON VACCINATO

Scritto da Redazione
Pietrasanta
05 Luglio 2024

Visite: 192

È un nuovo ritorno a casa dello scultore romano che vive e lavora in Versilia. Dopolinstallazione in Ucraina, a Leopoli (Lviv), di Mr. Arbitrium e le mostre di Firenze,Brescia,Parma, Venezia, San Quirico d'Orcia, Siena, Ortigia (Siracusa), Emanuele Giannelli apre unpercorso espositivo di grande suggestione composto da un nucleo di opere monumentali.

Allinterno del campanile del Duomo di Pietrasanta, un capolavoro architettonicocaratterizzato da una scala elicoidale in mattoni dalla particolare torsione ascendente chevede avvolgersi su sé stessa e intorno al vuoto centrale la scalinata, è installata loperaGravitydellaltezza di 4 metri. In questo spazio, dove lagravità è lelemento costruttivosorprendente, trova spazio lopera di Giannelli, un telamone che sorregge la sua stessafigura capovolta e che della gravità coglie diverse accezioni: regge con forza il suo doppiosovrastante ma con unespressione di solenne e austera compostezza.

Nella piazzetta san Martino, o piazzetta del Duomo, sono installateTotemtooth(3,30mt), altra scultura recente e fortemente emblematica del lavoro di Giannelli raffigurante un enorme molare con in cima una piccola figura, qui Giannelli ribalta decisamente ledimensioni per raccontare come luomo, prepotente e preponderante, abbia occupato troppo spazio nel pianeta terra e se ne è reso, arbitrariamente e unilateralmente, proprietarioe legislatore assoluto e totalitario. Il molare, nelle sue dimensioni mastodontiche, scelto daGiannelli come forma per evidenziare questo gioco del ribaltamento delle dimensioni, è uninvito a dimensionare noi stessi rispetto alluniverso.

Mr. ArbitriumfacingMr. Arbitrium, ovveroMr. Arbitrium Mirrored, è il doppio dellapiù colossale e universalmente nota scultura di Emanuele Giannelli che qui, nel suospecchiarsi, ricorda i gesti e i movimenti degli atleti dellantica Grecia, il cui corpo a corpodisegnava immagini di bellezza e perfezione. In questopera, anchessa come Gravity frutto di uno sdoppiamento, emergono gli ideali di armonia e proporzione della plastica attica,canoni di bellezza a cui Giannelli ricorre in talune sue creazioni, solo che in questa millenarialezione di estetica ideale Giannelli introduce luomo contemporaneeo, che con lo sguardo nascosto negli occhiali da saldatore è immerso in quellavisionarietàche è uno dei temiportanti della poetica e dellestetica di Giannelli. Lopera che dà il titolo alla mostraThe Watcher è una scultura inedita, creataappositamente per la mostra di Pietrasanta. Anchessa, di dimensioni monumentali è altacinque metri.

The Watcherè un uomo in cammino ma con lo sguardo e con la mente, la sua posa con imuscoli in estrema tensione mette in evidenza il suo scrutare luniverso.The Watcher, coluiche guarda, è dotato di unbinoculus, unestensione drammatica dei propri occhi, unapparato fantastico attraverso il quale si può cercare linfinito per proiettarsi in unadimensione spirituale, filosofica. Cè anche in questopera quellassetto che Giannelli demanda ad altre sue figure: astrarsi dalla realtà per volgere lo sguardo altrove. In questo, la filosofia e la poetica di Giannelli sono costanti: ampliare lo sguardo e lorizzonte attraverso il binocolo di The Watcher, come attraverso il visore di Korf, significa scandagliare luniverso, restare in esercizio nel cercare lo sconosciuto o il soprannaturale, ma senza lanecessità di fabbricare risposte.

E Giannelli ha sempre detto di non avere rispost
e ma, come tutti, solo domande.The Watcher nasce per essere un anello di congiunzione tra luomo e la sua ricerca spirituale e religiosa, una parola, questultima, che in questepoca storica piuttosto checontinuare a determinare unappartenenza assume sempre più una connotazione ideologica e politica, generando distorsioni incontrollate e guerre epocali.Gli uomini di Giannelli sono visionaricosì come larte è figlia della visionarietà e diquello spazio libero del pensiero in cui un artista come Giannelli costruisce nuove visioni perraccontare luomo del suo tempo. Un uomo fortemente ibridato dalla tecnologia, dalla virtualità, ma ancora disperatamente ancorato alla sua dimensione umana.

La mostra è gratuita. Le opere nella piazzetta sono sempre visibili e lilluminazione notturna rende lo spazio e le opere particolarmente suggestive. Il campanile,straordinariamente aperto per la visione di Gravity è visitabile tutti i giorni dalle 18:00 alle 24:00. La mostra è resa possibile grazie al Comune di Pietrasanta, alla Galleria d'Arte Enrico Paoli e allo sponsor PiùMe

Pin It
  • Galleria:

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Plm in tour al Podere Lovolio a Quiesa. Mercoledì 24 luglio alle ore 18.00 la vincitrice del Premio Letterario…

"Nel contesto della seconda riunione della speciale Commissione d'inchiesta sugli eventi alluvionali dell'autunno 2023, è stato definito un ampio calendario…

Spazio disponibilie

Torna a Pietrasanta in Concerto per la grande serata conclusiva uno dei migliori quartetti d'archi del mondo, il Michelangelo, formato dai grandi…

L'Amministrazione Comunale attiverà anche per l'anno scolastico 2024/2025 i servizi integrati con finalità educativa, 

Spazio disponibilie

Per il quinto anno consecutivo, al Caffè de La Versiliana sarà ospite la Fondazione Ragghianti di Lucca. Lunedì…

Per scongiurare la sostituzione tecnica dell'IA sull'uomo serve una resistenza psicologica e culturale, supportata dalla forza dei classici della filosofia.

Alla Versiliana dei Piccoli si va di nuovo in scena! Domenica 21 luglio l'arena esclusivamente dedicata al teatro…

Domenica 21 luglio alle 18.30 "Agricoltura e ambiente: verso un'Europa sostenibile"

Spazio disponibilie

Sabato 21 Luglio alle ore 18.30 presso lo spazio…

Nell'Auditorium Simonetta Puccini di Torre del Lago proseguono le Conversazioni sull'opera, gli incontri ideati dalla Fondazione Simonetta Puccini per promuovere e…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO