simoni
   Anno XI 
Martedì 30 Maggio 2023
  - GIORNALE NON VACCINATO

Scritto da Redazione
Pietrasanta
26 Maggio 2023

Visite: 389

La serata è finita con tutto il pubblico in piedi, in platea e in galleria, a muoversi sul ritmo di “I Like Chopin” e “Dolce vita”. Si è concluso così, festosamente, il cartellone 2023 di “Musica e parole”, lo show ideato e prodotto da Franca Dini. Di scena, nel teatro Comunale di Pietrasanta ancora una volta esaurito, Gazebo, al secolo Paul Mazzolini, il re della disco music italiana degli anni ’80.

Lo spettacolo si è aperto con un omaggio a Tina Turner e con una lezione-lampo del conduttore Carlo Fontana, particolarmente a suo agio, sulla storia della disco music: dalla Marcella Bella di “Nessuno mai” a Moroder, da Donna Summer a Gloria Gaynor, passando da “Saturday Night Fever”. Poi l’entrata in scena di Gazebo, con il suo primo successo, “Masterpiece”. Nella prima parte dello spettacolo Mazzolini ha proposto i suoi brani più famosi in versione acustica, accompagnandosi con la chitarra e avvalendosi del virtuoso pianista Eugenio Valente, in arte Eugene.

Nel colloquio con Fontana, Gazebo – figlio di un diplomatico italiano – ha rievocato la sua vita, dall’infanzia e prima giovinezza cosmopolita (dal collegio cattolico di Amman alla scuola hippy di Copenhagen), fino al successo travolgente di un brano come “I Like Chopin”.

“A volte mi sento un chitarrista fallito”, ha scherzato. E di “I Like Chopin”, ispirato all’amore della scrittrice inglese George Sand per il compositore polacco, ha detto: “Mi ha rovinato piacevolmente la vita”. Merito (o colpa?) dei milioni di dischi venduti.

Dal dialogo (perché “Musica e parole” alterna appunto esibizioni dal vivo e interviste) è emerso un autore colto, che cita la pittura, il cinema e la musica classica. La sua perfetta conoscenza dell’inglese e la pronuncia impeccabile hanno propiziato il successo. L’arco della sua carriera comprende l’immersione nella musica elettronica, l’attività di produttore musicale, il recupero di brani cantati da protagonisti della disco italiana. Tanti applausi per “Dolce vita” (scritta da Gazebo e portata al successo da Ryan Paris), “Lunatic”, “Telephone Mama”, i più recenti “Tears for Galileo” e “The Man at the Window”, quest’ultima dedicata a Karol Wojtyla. E poi gli omaggi a Mike Francis (“Survivor”), a Raf (“Self Control”) e ai Baltimora (“Tarzan Boy”).

Finale con le versioni disco delle sue hit più celebri e pubblico scatenato. “I Like Chopin” ha giusto 40 anni, ma sembra scritta ieri. Alla fine autografi e selfie.

(Servizio fotografico di Fotomania)

Pin It
  • Galleria:

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

GAIA S.p.A. comunica i dati dello sciopero indetto dalle organizzazioni Sindacali USB e FISI per l'intera giornata di venerdì 26…

Summer Campus sarà attivo nei mesi di Luglio e Agosto dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle…

Spazio disponibilie

"La farmacia comunale estiva Luigi Blundo tornerà operativa tutti i giorni il 12 giugno, risolvendo il…

Mercoledì 31 maggio, ore 15, nel Giardino d'inverno di Villa Bertelli a Forte dei Marmi, si parlerà delle conseguenze…

Spazio disponibilie

Da giovedì 1° giugno i due punti di informazione e accoglienza turistica di Pietrasanta (piazza Statuto, in centro storico e…

Soddisfazione da parte del gruppo di minoranza per il finanziamento erogato dal commissario straordinario di 1  milione 469 mila…

"La sentenza del Tar Toscana, a quanto sembra dalle prime reazioni del presidente della regione Toscana e del sindaco di…

Zero Waste Italy ha sottoposto ai candidati alla carica di Sindaco di Pietrasanta Alberto Sefano Giovannetti e Lorenzo Borzonasca , un protocollo d'intesa mirato ad…

Spazio disponibilie

C’è tempo fino al 4 giugno per fare l’iscrizione, anche online. Tre i percorsi storico-naturalistici (da 12-8-6 km) che uniscono…

Mercoledì 31 maggio, saranno effettuati lavori sulla rete dell'acquedotto servente il Comune di Pietrasanta. Pertanto, nel suddetto giorno, dalle ore…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO