prenota

prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 6°

domenica, 26 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Politica

Nicolini: “118, servizio basiliare per l’emergenza urgenza territoriale"

sabato, 23 marzo 2019, 09:11

100 mila interventi l’anno e migliaia di chiamate nel comprensorio Alta Toscana. Questo il sintetico bilancio fatto dal dottor Andrea Nicolini, direttore della centrale operativa 118 Alta Toscana h 24, che comprende la provincia di Massa-Carrara, Lucca ed il comprensorio di Viareggio in occasione del convegno interregionale sull’Ecmo che si è tenuto nella sala convegni dell’ospedale del Cuore – Fondazione Monasterio Massa.   

Il dottor Nicolini ha fatto un bilancio sull’attività del 118 in Alta Toscana: "Il 118, come è noto funziona attraverso una Centrale operativa alla quale afferiscono tutte le chiamate di emergenza di competenza del nostro comprensorio - In centrale operano professionisti: medici, infermieri ed operatori tecnici ciascuno con il proprio ruolo e, ovviamente con la propria responsabilità. Ogni chiamata di soccorso è gestita inizialmente da un infermiere che, attraverso un sistema computerizzato  è in grado di effettuare un triage telefonico e di assegnare alla missione un “codice colore” che corrisponde alla gravità del caso. Successivamente la chiamata è passata agli operatori tecnici che sono quelli che movimenteranno i mezzi ovviamente più vicino al luogo della chiamata di soccorso. Giova sottolineare che nel  territorio i mezzi a nostra disposizione sono suddivisi  su tre livelli  di soccorso quello più elevato è rappresentato dall’auto medica a bordo della quale c’è l’infermiere 118 ed il medico. Abbiamo poi l’ambulanza infermieristica senza medico a bordo ma che ha i soccorritori di livello avanzato delle associazioni che attualmente è presente nel territorio di Lucca e nel Comune di Massarosa. L’infermiere 118 a bordo ha effettuato un percorso particolare e può operare all’interno del sistema di emergenza con protocolli specifici deliberati dalla Regione alcuni anni fa e che attualmente sono in utilizzo. In particolari occasioni l’ infermiere è in grado di gestire il paziente.“ 

Il direttore della Centrale operativa 118 è categorico e precisa che “l’infermiere non può fare la diagnosi in nessun caso .Infine abbiamo  le ambulanze con a bordo i soccorritori di livello avanzato  delle varie associazioni di volontariato che sono comunque sono in grado di effettuare alcune “manovre”di stabilizzazione del paziente  soprattutto quelle di carattere di rianimazione cardio polmonare con l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico e questo ha portato ad un grosso passo avanti nel nostro territorio. Valore aggiunto del sistema toscano è che all’interno della Centrale 118 c’è un medico  h24 che  ha la funzione sia di consulenza che di supporto a tutti gli equipaggi infermieristici ed eventualmente ai soccorritori di livello avanzato”. 

Parlando, poi, dell’attivazione del’elicottero di base a Cinquale Nicolini dice che “questa avviene attraverso protocolli specifici che si basano su tutta una serie di condizioni  e cioè sulla gravità dell’evento, sulla patologia del soggetto interessato e dall’altra anche sul luogo  dove si è verificato l’evento. Non bisogna dimenticare che abbiamo la gestione delle Alpi Apuane e qui l’intervento dell’elicottero può essere particolarmente efficace  Il Direttore della Centrale conclude dicendo che “ la figura del medico 118 è cardine che nel nostro comprensorio e  ha il vantaggio di essere stata affiancata dall’infermiere”. In che consiste la collaborazione  Ospedale del Cuore  il 118 Alta Toscana? ” 

“Collaborazione con l’ospedale del Cuore anche attraverso “Il progetto Ecmo” – dice il dottor Andrea Nicolini -  attraverso il quale abbiamo la possibilità di salvare tanti bambini. Come 118 sono felice di dare il mio contributo-“ una volta allertati dall’Ospedale del Cuore il nostro compito è quello di trasportare con un’ambulanza h 24 per 365 giorni all’anno ovviamente con autista   tutto  lo strumentario ecmo portatile e l’equipe là dove dovremo andare in pratica in tutta la Regione e viceversa per riportare il paziente, equipe ed attrezzature all’Ospedale del Cuore.”. Quanto tempo passa dall’allertamento all’operatività? “Un tempo relativamente breve , circa 30 minuti . Come è noto l’ossigenazione extracorporea dell’ecmo è davvero salvavita!”


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


ughi


auditerigi


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Altri articoli in Politica


sabato, 25 maggio 2019, 11:45

Elezioni europee, quando e come si vota

Si vota domenica 26 maggio dalle 7 alle 23. Gli elettori votano nel seggio elettorale in cui sono iscritti e che risulta dalla tessera elettorale


venerdì, 24 maggio 2019, 16:05

Fridays For Future, il sindaco ha incontrato gli studenti: "Le istanze saranno prese in carico dalla Commissione ambiente"

Il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha ricevuto questa mattina, venerdì 24 maggio, un gruppo di studenti delle scuole superiori di Viareggio che hanno aderito alla campagna Fridays for Future


Prenota questo spazio!


giovedì, 23 maggio 2019, 14:42

Lega Viareggio: "Via Paladini senza gas e acqua calda"

"Su sollecitazione della cittadinanza ci siamo recati in via Paladini per riscontrare la situazione delle case ex Viareggio Patrimonio, ancora una volta private di gas e acqua calda" questo è quanto affermano i consiglieri della Lega di Viareggio Pacchini, Baldini, Santini e Trinchese


mercoledì, 22 maggio 2019, 10:29

Sicurezza nelle scuole, la regione non attua la mozione Marchetti approvata in consiglio: "C'era anche il Marconi di Viareggio"

Dopo l'approvazione da parte del parlamento toscano, adesso arriva dalla giunta regionale la nota di attuazione che però... non attua


martedì, 21 maggio 2019, 23:02

Lega: Baldini assume il ruolo di capogruppo in consiglio comunale

Massimiliano Baldini è il nuovo capogruppo della Lega in consiglio comunale a Viareggio. Ecco le sue parole di ringraziamento e non soltanto, dopo la nomina


martedì, 21 maggio 2019, 17:30

I Care, PCI di Viareggio; "Questa città per ripartire ha bisogno di tutte le sue migliori risorse"

L’acquisizione da parte di I Care della proprietà della Viareggio Porto sta suscitando un elevato interesse fra i partiti politici, i lavoratori e i cittadini. Tra i vari commenti sulla questione vi è quello del PCI il quale valuta l’operazione di per sé in maniera positiva, ma non nega di...