prenota

Anno 6°

mercoledì, 26 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Politica

Festival Pucciniano, Marchetti (FI): "La Regione vuole essere del gioco"

giovedì, 12 settembre 2019, 13:34

«Sì: la Regione Toscana conferma di avere tutte le intenzioni di entrare nella governance del Festival Pucciniano e di star facendo quanto necessario per ottenere il risultato. Lo scrive l'assessore regionale Monica Barni in risposta alla mia interrogazione del luglio scorso in cui appunto invitavo la Regione a uscire allo scoperto chiarendo le proprie intenzioni sulla kermesse torrelaghese, purtroppo sempre più chiacchierata che applaudita»: ad annunciarlo è il capogruppo di Forza Italia consiglio regionale Maurizio Marchetti che dalla giunta toscana ha appena ricevuto la nota di risposta alla sua interrogazione.

«In realtà io chiedevo anche una proposta di interventi di marketing volti al riposizionamento reputazionale della manifestazione, cameo lirico dell'estate versiliese di cui però purtroppo a ogni stagione si parla più per gli apicali che vanno via a grappoli che non di musica. Su questo però la giunta non scrive un rigo. Auspicherei che l'ingresso nella governance non si limiti all'occupazione di uno strapuntino per qualcuno, ma che dietro esista un progetto. Il fatto che si sia glissato sulla mia domanda di merito saltandola a piedi pari – osserva Marchetti – mi suscita delle perplessità».

Ecco il testo della risposta siglata dall'assessore Barni: «In merito ai quesiti posti, si specifica, in merito al 1° quesito: 'se rispondano a verità le indiscrezioni riportate dalla stampa circa l'intenzione, da parte della Regione Toscana, di acquisire un ruolo diretto nella governance della Fondazione Festival Pucciniano' che è intenzione della Regione Toscana entrare nella governance della Fondazione Festival Pucciniano e che, a tale proposito, si stanno approfondendo gli aspetti giuridico formali atti ad assicurare la concreta possibilità di realizzare tale intenzione».


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania


auditerigi


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Altri articoli in Politica


lunedì, 24 febbraio 2020, 14:46

Filcams Cgil e Uiltucs: "Pam Viareggio, direzione aziendale dia risposte"

Filcams Cgil e UilTuCS, per voce di Sabina Bigazzi e Giovanni Sgro, intervengono sulla chiusura del negozio Pam di Viareggio


lunedì, 24 febbraio 2020, 11:34

Marcucci (FDI): "Ci arrivano segnalazioni sullo stato dei parchi giochi pubblici di Viareggio: totalmente abbandonati"

Christian Marcucci, dipartimento Sociale, Scuola e Disabilità Fratelli d'Italia Viareggio: A quanto pare Viareggio non è proprio una città per i bambini


Prenota questo spazio!


lunedì, 24 febbraio 2020, 11:28

Successo raccolta firme di Fratelli d'Italia per le proposte di legge lanciate dalla Meloni

Grande partecipazione sabato e domenica in tutta la provincia di Lucca ai banchetti di Fratelli d'Italia: in tanti hanno firmato le proposte di legge di iniziativa popolare richieste da tempo dal partito di Giorgia Meloni


sabato, 22 febbraio 2020, 21:28

Matteo Salvini fa tappa a Torre del Lago

Che cosa ne pensi di Matteo Salvini? Se dovessi fare una critica al capo della Lega, cosa gli diresti? Che cosa condividi del suo pensiero? Giusto il tempo di porsi alcune domande che arriva il leader del Carroccio.


sabato, 22 febbraio 2020, 21:03

Sardine in piazza, niente di nuovo sul fronte occidentale

"La Toscana non si lega!", iniziano così le Sardine, con Miguel Fiorello Lebbiati, attivista per i diritti umani per l'associazione Kethane rom e sinti per l'Italia, manifestando a Viareggio in piazza Maria Luisa


sabato, 22 febbraio 2020, 19:31

I Care, dichiarato stato di agitazione. Bindocci e Pialli: "Basta risparmiare sul personale scolastico"

È con queste parole che Simone Pialli (Cisl Toscana Nord) e Massimiliano Bindocci (Uil Versilia) denunciano l'attività di "I Care", una delle società più complesse del Comune di Viareggio che, accanto a molte altre funzioni, si occupa della collaborazione scolastica coinvolgendo circa 50 addette