prenota

Anno 6°

venerdì, 30 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Politica

"Criticità su riapertura scuole": Del Ghingaro scrive al provveditore regionale

domenica, 23 agosto 2020, 12:45

Il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha incontrato nei giorni scorsi i dirigenti scolastici delle scuole superiori e dei comprensivi (materne, elementari e medie) di Viareggio. 

«Riunioni interessanti che mi hanno spinto a scrivere al Provveditore Regionale, portando alla sua evidenza le varie questioni aperte e che necessitano di pronte risposte - commenta il primo cittadino -. Le scuole presto riapriranno, ma tante sono ancora le cose da chiarire e da risolvere. Non penso sia giusto che migliaia di bambini e ragazzi, le loro famiglie, i tanti insegnanti e il personale ausiliario, meritino questa incertezza. Il Covid10 ha portato regole nuove per evitare i contagi: le scuole si stanno adeguando, ma c'è necessità ed urgenza in particolare di nuovo personale e di risorse aggiuntive, perché in caso contrario si rischia che il sistema scolastico imploda».

«Io mi preoccupo per il Comune che rappresento - conclude Del Ghingaro -, ma penso che le criticità che evidenzio nella lettera siano purtroppo Comuni all'Italia intera».

Sotto la lettera:

"A Ernesto Pellecchia Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana
E p.c. a Donatella Buonriposi Dirigente Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Carrara via pec

Gentile Direttore,

questa Amministrazione, nei giorni scorsi, ha incontrato i dirigenti delle scuole superiori e degli istituti comprensivi: l’obiettivo era quello di raccogliere le istanze di tutti i soggetti coinvolti, sondare le criticità e verificare eventuali esigenze per poterle affrontare e risolvere insieme all’ente comunale e alle altre istituzioni competenti. La preoccupazione condivisa da tutti è quella di un rientro imminente senza alcuna certezza: con il contagio che segna nuovi tentativi di avanzamento e l’età sempre più bassa dei contagiati, l’attenzione alla salute e alla sicurezza dei ragazzi deve essere massima. Il principale problema dei Comprensivi e delle scuole superiori è quello della carenza di personale legato alle complessità dovute ai protocolli anti contagio da Covid19: dall’elevato numero di alunni per classe che determina la necessità di utilizzare spazi diversi alla vigilanza all’ingresso e all’uscita, dalle operazioni di controllo e di pulizia dei locali all’attenzione verso gli alunni con bisogni educativi speciali.

Queste sono le principali criticità emerse ed evidenziate. Per tutte queste esigenze, se non arriva l’organico aggiuntivo per docenti e Ata, già richiesto in fase di rilevazione ministeriale, sarà difficile garantire i tempi scuola di ordinamento e una didattica attenta alle specificità degli alunni. Il problema riguarda, in particolar modo le materne, dove non c’è obbligo di mascherina o distanza di un metro ma si prevede un indice di assembramento minore rispetto agli ordini di scuola superiore. Per queste scuole è stato quindi necessario provvedere ad una divisione degli spazi con un conseguente aumento del personale che, in alcuni casi, arriva ad essere pari al doppio del normale. Per le primarie, medie e superiori sono preoccupanti le criticità legate al personale: ad oggi, numeri alla mano, risulta per esempio impossibile garantire una semplice sostituzione. Il tema degli spazi sembra invece interessare maggiormente gli istituti superiori. Infatti, per i Comprensivi gli interventi per la suddivisione dei locali e la definizione dei percorsi interni è a buon punto. I nostri tecnici sono da settimane al lavoro per mettere a norma gli edifici ma anche per sistemare le pertinenze esterne in modo da poterle utilizzare per eventuali attività didattiche. Inoltre, grazie all’interazione con le realtà del territorio, pensiamo sia possibile mettere a norma ulteriori spazi per garantire sia laboratori che attività motoria.

Restano importanti, come detto, le difficoltà legate alla condizione degli edifici che ospitano gli istituti superiori, alberghiero prima di tutto, già precarie in tempi normali, decisamente preoccupanti in tempo di pandemia. Molti istituti hanno rinunciato alle attività di laboratorio, in alcuni casi fondamentali per il conseguimento del diploma, altre hanno già preventivato una rotazione dei ragazzi, metà in classe e metà in didattica a distanza. Permane inoltre il problema dei trasporti pubblici: la mancata garanzia di distanziamento rischia di inficiare molte delle procedure di sicurezza messe a punto dalle scuole. Come sindaco, e come primo responsabile della salute dei cittadini, le chiedo a nome dei dirigenti e di tutte le famiglie coinvolte, risposte certe, e tempi di attesa compatibili con l’inizio della scuola imminente. E’ importante scongiurare ogni incertezza per poter aprire le scuole senza grossi traumi e poter garantire, pur con tutte le difficoltà del caso, un anno scolastico che consenta a dirigenti, docenti, collaboratori e studenti di lavorare in sicurezza e serenità".

Il sindaco Giorgio Del Ghingaro


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

toyota

auditerigi

Prenota questo spazio!

prenota_spazio


Altri articoli in Politica


venerdì, 30 ottobre 2020, 16:41

Dalla Lega e dalla minoranza un atto a sostegno delle attività commerciali

"Larga parte delle categorie economiche, e con loro tutto il background fatto di dipendenti, fornitori e famiglie, già messe duramente alla prova dal lockdown della scorsa primavera, si trovano oggi a dover affrontare una nuova, pesante serie di limitazioni che rischia di condannare definitivamente molte attività": lo affermano i consiglieri...


venerdì, 30 ottobre 2020, 09:04

Zucconi (FdI): "Conte in aula il 4 novembre, stop sciopero della fame"

Lo dichiara il deputato di Fratelli d'Italia Riccardo Zucconi che, insieme a Paolo Trancassini e Salvatore Caiata, annuncia la conclusione dello sciopero della fame che aveva iniziato lunedì


Prenota questo spazio!


giovedì, 29 ottobre 2020, 17:00

Riccardo Cavirani nuovo commissario provinciale della Lega

Il consigliere comunale di Seravezza, Riccardo Cavirani, è il nuovo Commissario provinciale della Lega a Lucca, subentrando quindi ad Andrea Recaldin che si era recentemente dimesso


giovedì, 29 ottobre 2020, 08:52

Filca Cisl: “Ancora una morte bianca, una sconfitta per il mondo del lavoro”

Dopo l’incidente mortale avvenuto ieri pomeriggio nella cava di Borra Larga, sulle Alpi Apuane, è il sindacato Filca Cisl Toscana Lucca e Massa Carrara a prendere la parola


mercoledì, 28 ottobre 2020, 19:18

Riccardo Zucconi non demorde: il digiuno continua

Lunedì il deputato di Fratelli d'Italia aveva annunciato lo sciopero della fame, in segno di protesta contro le restrizioni imposte dall'ultimo dpcm. 


martedì, 27 ottobre 2020, 15:00

Confindustria: "Tamponi, ritardi e norme non chiare rendono difficile la vita delle aziende"

Le aziende stanno risentendo in maniera significativa del forte affanno in cui si trovano le Asl nella gestione dei tamponi per l'individuazione delle persone contagiate dal covid