prenota

Anno 6°

sabato, 8 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Politica

Terrazza della Repubblica, bada troiaio

domenica, 2 agosto 2020, 19:01

di rossella martina

La Terrazza della Repubblica a Viareggio è completamente disfatta. Dal Principe di Piemonte fino alla Fossa dell’Abate. Ma non come era fino a un paio di anni fa semplicemente malridotta, oggi è un’unica lunga maceria che va dal Principe di Piemonte alla Fossa dell’Abate fatta di strisciate casuali di cemento di colori diversi, calcinacci, buche, ghiaia ora bianca ora rossa e sporca, catrame, polvere, cordoli disfatti, scalini sbriciolati, panchine distrutte, tombini rialzati, vasche da fiori trasformate in discariche.

Come è potuto accadere che una pavimentazione che andava sostituita sia diventata un terreno post-bellico nel giro di pochissimo tempo? La storia, che nessuno ha ancora raccontato ai viareggini, è assai interessante e merita qualche minuto di attenzione. Il sindaco uscente Del Ghingaro all’inizio del 2017 promise “Terrazza rifatta entro l’estate”.

Non accadde nulla. L’anno dopo rifece la stessa promessa, nel 2019 idem con patatine e nel gennaio scorso il vicesindaco Alberici reiterava la promessa mancata affermando perentorio che per l’estate 2020 la Terrazza sarebbe stata pronta.

Ma è accaduto proprio il contrario: invece di essere ripavimentata la Terrazza è stata distrutta definitivamente! Cosa è accaduto in questi anni? In primo luogo l’amministrazione di Del Ghingaro quando ha cominciato a pensare ai lavori per la Terrazza ha ‘dimenticato’ di interpellare la Soprintendenza come era suo dovere per regolamento e quando gli è stato fatto notare si è dovuto ricominciare tutto da capo e si sono persi mesi e mesi.

Intanto l’amministrazione del sindaco ora uscente faceva un altro errore grossolano che definire da incompetenti è eufemismo: i lavori di rifacimento della pavimentazione della Terrazza, infatti, sono stati affidati alla Mover (con uno scambio intricato di “carte” di cui abbiamo parlato in un articolo precedente sui parcheggi interrati).

Ora nello sciagurato contratto Mover che lega il comune al socio privato Del Pistoia si dà facoltà alla Mover di affidare al socio privato lavori di ordinaria manutenzione, inizialmente fino a un milione e cinquecentomila euro, successivamente fatto salire a un milione e novecentomila euro. E questi lavori possono essere fatti senza che ci sia bisogno di fare bandi di gara.

E’ l’accordo stabilito col socio privato Del Pistoia dall’amministrazione Lunardini nel 2012. Ma questo accordo non vale per i lavori straordinari come sono quelli per la ripavimentazione della Terrazza. Dunque l’amministrazione non poteva e non può affidare questo lavoro a Mover, anzi era ed è obbligata per legge a fare un bando di gara europeo in modo che diverse imprese possano partecipare e in modo che l’amministrazione stessa possa scegliere con cognizione di causa l’impresa che offre maggiore qualità a minor prezzo. Niente di tutto ciò è stato fatto.

Con delibera 19 aprile 2017 il consiglio comunale su proposta del sindaco approvava un incarico alla Mover per la “realizzazione di un intervento di ricostruzione dell’area pedonale della Terrazza della Repubblica”.

La Mover ha celermente presentato un progetto che prevede una spesa di cinque milioni circa. Il sindaco che si vanta abile contabile pubblico non lo sapeva che serviva la gara? Lo ha dimenticato? Eppure questa è una regoletta del codice anticorruzione che conoscono anche i più distratti tra i consiglieri comunali… Sta di fatto che si è cercato di andare avanti su questa via (la delibera di affidamento del progetto è stata votata dalla maggioranza del sindaco in consiglio comunale con il solito stolido entusiasmo) finché qualcuno dall’esterno del Comune non ha fatto notare i rischi che si sarebbero corsi, legalmente parlando, in caso di affidamento diretto dei lavori al socio privato.

E’ immaginabile che sarebbero fioccati ricorsi clamorosi. Intanto il socio privato, ovvero le ditte di Del Pistoia, avevano già cominciato a rifare i sottoservizi della Terrazza. A causa di questi lavori si è perso anche il tradizionale Festival Europeo del Cibo che da anni si svolgeva sulla Terrazza in primavera (migrato al Lido).

Il sindaco però, allertato e temendo un ricorso a pochi mesi dalle elezioni, a questo punto ha tirato il freno a mano e, senza nulla spiegare ai cittadini, ha portato in consiglio comunale un cambio di rotta: la Terrazza non la rifarà Mover, il Comune farà un bando di gara.

La sua maggioranza, con la solita esaltata cieca fedeltà, ha approvato allegramente la capriola carpiata. A questo punto Mover, privata dell’incarico, è costretta a richiudere in fretta e furia gli scavi aperti sulla Terrazza e lo fa con quel capita: asfalto alternato a travertino spezzato, ghiaino, strisce orizzontali, strisce verticali, cemento, catrame.

Il risultato è quello che si può vedere oggi e che abbiamo cercato di descrivere ma che merita una visita in gramaglie, non foss’altro per farsi una foto sotto uno dei numerosi cartelli che l’amministrazione ha fatto spudoratamente posizionare alle varie entrate della Terrazza: “attenzione marciapiedi sconnessi”.

Ovviamente il complesso bando di gara ad oggi non è uscito ancora e questo ci dà la certezza che grazie all’amministrazione Del Ghingaro la Terrazza è condannata a restare in condizioni di sfacelo miserabile e scandaloso per chissà quanto tempo ancora


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

toyota

auditerigi

Prenota questo spazio!

prenota_spazio


Altri articoli in Politica


venerdì, 7 agosto 2020, 19:39

Giani a Viareggio presenta la candidatura di Del Ghingaro

Eugenio Giani, candidato alla presidenza della Regione Toscana, ha presentato la candidatura a sindaco di Viareggio di Giorgio Del Ghingaro


venerdì, 7 agosto 2020, 18:05

Spreco di acqua in città, Viareggio Civica chiede chiarimenti

la lista Viareggio Civica chiede chiarimenti all’amministrazione sull’utilizzo di acqua potabile per irrigare alcune aree verdi


Prenota questo spazio!


venerdì, 7 agosto 2020, 15:47

Viareggio Democratica si ripresenta al fianco di Del Ghingaro, svelata la lista

Oggi come cinque anni fa. Viareggio Democratica decide di ripresentarsi alle elezioni amministrative al fianco del sindaco uscente Giorgio Del Ghingaro


venerdì, 7 agosto 2020, 14:33

Vitiello (Europa Verde): "Porto di Viareggio, grande opportunità per lo sviluppo della città"

Il tema del porto di Viareggio sarà oggetto di molte discussioni in campagna elettorale. Europa Verde, con il candidato Giuseppe Vitiello, ne esamina i possibili impatti sul patrimonio ambientale della città


venerdì, 7 agosto 2020, 14:09

Baldini (Lega): "Preoccupazione per la situazione di Perini Navi"

"La situazione deve trovare una soluzione e non può continuare a rimanere nello stallo attuale mentre si avvicina il termine del 30 settembre per realizzare un piano di salvataggio serio e scongiurare il rischio del fallimento". Così interviene Massimiliano Baldini, capogruppo della Lega a Viareggio


giovedì, 6 agosto 2020, 13:55

Montemagni e Recaldin: "Lega da sempre al fianco dei balneari"

Così in una nota il capogruppo della Lega in regione Elisa Montemagni ed il commissario provinciale della Lega, Andrea Recaldin