prenota

Anno 6°

venerdì, 30 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Politica

Menesini scrive a Giani: "Abbassare percentuale riempimento bus"

giovedì, 15 ottobre 2020, 12:58

«Abbassare la percentuale di riempimento dei bus, al fine di tutelare la salute pubblica, soprattutto in un momento, come quello attuale, caratterizzato purtroppo da un nuovo aumento della curva dei contagi». Questo è quanto ha chiesto il presidente della Provincia, Luca Menesini, nella lettera al presidente della Regione, Eugenio Giani, scritta proprio per illustrare la situazione del trasporto pubblico in provincia di Lucca.

«Sappiamo che, soprattutto con l'apertura delle scuole e delle aziende – ha scritto Menesini –, si stanno evidenziando diverse problematiche sul trasporto pubblico, soprattutto per il rischio di eccessivi assembramenti sui mezzi pubblici. Come Provincia, stiamo svolgendo un lavoro di controllo, grazie alla presenza di 'facilitatori' che ci hanno segnalato come l'attuale percentuale di capienza autorizzata (80%) per i pullman sia eccessiva e metta a rischio la salute degli studenti e dei cittadini che, quotidianamente, usufruiscono del servizio».

Quello evidenziato da Menesini è un problema che non riguarda tutte le tratte: laddove, infatti, si sia predisposto un raddoppio dei mezzi, spesso tale criticità non si presenta.

A fronte di una situazione di potenziale pericolo, quindi, il presidente ha chiesto alla Regione affinché proceda, di concerto con il Governo nazionale, all'abbassamento della percentuale di riempimento: «La sicurezza – commenta Menesini – è e resta prioritaria e, in questo modo, intendiamo tutelare la salute pubblica. Contestualmente, quindi, chiedo di garantire l'efficienza del servizio di trasporto, cercando altri mezzi da utilizzare, ad esempio i bus turistici, che, tra l'altro, in un momento come quello attuale, sono sottoutilizzati».

Menesini conclude sottolineando l'impegno dell'amministrazione provinciale a contribuire alla soluzione di questa problematica: «Sono momenti – dice – in cui è necessaria una stretta cooperazione tra enti e la Provincia farà tutto quello che è in suo potere affinché la questione sia risolta quanto prima e nel migliore dei modi».


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

toyota

auditerigi

Prenota questo spazio!

prenota_spazio


Altri articoli in Politica


venerdì, 30 ottobre 2020, 16:41

Dalla Lega e dalla minoranza un atto a sostegno delle attività commerciali

"Larga parte delle categorie economiche, e con loro tutto il background fatto di dipendenti, fornitori e famiglie, già messe duramente alla prova dal lockdown della scorsa primavera, si trovano oggi a dover affrontare una nuova, pesante serie di limitazioni che rischia di condannare definitivamente molte attività": lo affermano i consiglieri...


venerdì, 30 ottobre 2020, 09:04

Zucconi (FdI): "Conte in aula il 4 novembre, stop sciopero della fame"

Lo dichiara il deputato di Fratelli d'Italia Riccardo Zucconi che, insieme a Paolo Trancassini e Salvatore Caiata, annuncia la conclusione dello sciopero della fame che aveva iniziato lunedì


Prenota questo spazio!


giovedì, 29 ottobre 2020, 17:00

Riccardo Cavirani nuovo commissario provinciale della Lega

Il consigliere comunale di Seravezza, Riccardo Cavirani, è il nuovo Commissario provinciale della Lega a Lucca, subentrando quindi ad Andrea Recaldin che si era recentemente dimesso


giovedì, 29 ottobre 2020, 08:52

Filca Cisl: “Ancora una morte bianca, una sconfitta per il mondo del lavoro”

Dopo l’incidente mortale avvenuto ieri pomeriggio nella cava di Borra Larga, sulle Alpi Apuane, è il sindacato Filca Cisl Toscana Lucca e Massa Carrara a prendere la parola


mercoledì, 28 ottobre 2020, 19:18

Riccardo Zucconi non demorde: il digiuno continua

Lunedì il deputato di Fratelli d'Italia aveva annunciato lo sciopero della fame, in segno di protesta contro le restrizioni imposte dall'ultimo dpcm. 


martedì, 27 ottobre 2020, 15:00

Confindustria: "Tamponi, ritardi e norme non chiare rendono difficile la vita delle aziende"

Le aziende stanno risentendo in maniera significativa del forte affanno in cui si trovano le Asl nella gestione dei tamponi per l'individuazione delle persone contagiate dal covid