Anno X

sabato, 23 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Politica

Repubblica Viareggina: “Il carnevale era meglio non farlo”

martedì, 7 settembre 2021, 11:34

Secondo Repubblica Viareggina, un carnevale con le modalità dell’edizione che sta per cominciare non ha senso di esistere.

“Alcuni mesi fa – ricorda Repubblica Viareggina – avevamo denunciato la frettolosa prevendita dei biglietti cumulativi del carnevale e, come volevasi dimostrare, oggi assistiamo ad una grande confusione in merito ai rimborsi visto che è stata ridotta la capienza”.

Inoltre, sostiene Repubblica Viareggina, il carnevale si sta allontanando dalle tradizioni popolari, per diventare solo una macchina finalizzata al profitto: le normative richieste a causa della pandemia non fanno altro che annullare tutto ciò che rende il carnevale una manifestazione così caratteristica.

Queste le loro parole: “Da viareggini abbiamo sempre interpretato questa festa come un momento di socializzazione e coinvolgimento dove, uno dei fondamentali elementi è il contatto fisico tra persone”.

È chiaro che, a causa delle sedute obbligatorie e del distanziamento, il contatto fisico non sarà possibile. Per questo, Repubblica Viareggina ritiene che il carnevale sarà spoglio e lontano da quello che la tradizione richiede, e che quindi sarebbe stato meglio non farlo.

In merito alle manifestazioni correlate al carnevale, Repubblica Viareggina denuncia un certo interesse da parte della fondazione: in particolare si riferisce alla canzonissima dei rioni e al festival di burlamacco, costretti ad avere luogo nel comune di Camaiore.

“Disinteresse che ci fa riflettere su quando sia inadeguata questa fondazione – conclude Repubblica Viareggina – in particolare chi la rappresenta, nel gestire un evento unico come il carnevale di Viareggio e nel tenere vivo lo spirito comunitario e anarchico che ci ha reso unici nel nostro genere”.

Mara Gemignani


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

auditerigi

Prenota questo spazio!

prenota_spazio


Altri articoli in Politica


venerdì, 22 ottobre 2021, 18:20

PalP Versilia: "Pizzeria 'Il mulino', perché innescare un fumo simile sotto campagna elettorale?"

Potere al Popolo Versilia mostra l’altra faccia della medaglia inerente alla vicenda della pizzeria ‘Il mulino’, a Camaiore. Sembra essere presente, in tutta questa vicenda, un velo di ipocrisia


giovedì, 21 ottobre 2021, 12:13

Christian Marcucci (FdI): "Da tempo chiediamo la sistemazione del tratto di Aurelia a Bicchio, purtroppo teatro di una recente tragedia"

Christian Marcucci, responsabile del Dipartimento Tutela del Territorio per il Circolo di Viareggio Fratelli d'Italia, lancia alcune proposte dei cittadini per dare spunti di lavoro all'amministrazione


Prenota questo spazio!


mercoledì, 20 ottobre 2021, 18:36

Giorgio Del Ghingaro, il Pd dice basta col 'turismo politico': sindaci e buoi dei paesi tuoi

In un documento approvato in vista del congresso dal Pd di Viareggio si delinea chiaramente la linea del partito che è anche quella ribadita da Tambellini e Panchieri: Giorgione resti a casa sua nel Compitese e mai più sindaci foresti. E poi saremmo noi i razzisti?


mercoledì, 20 ottobre 2021, 18:05

Centrodestra, senza unità a rischio... estinzione: come prima, più di prima

Un'analisi personale, superficiale, modesta e riferita al quadro nazionale, ma con sottese preoccupazioni locali. Anche in considerazione delle involuzioni del cdx sulla scelta, ormai urgente, del candidato sindaco di Lucca: così stando le cose andrà a finire come a Milano, Roma e altrove. Che peccato...


martedì, 19 ottobre 2021, 16:45

Annale: “Politeama, ancora in alto mare”

Il comitato “Salviamo il Politeama”, rappresentato dal portavoce Paolo Alessio Annale, manda una lettera al sindaco di Viareggio e al comandante della capitaneria di porto riguardante il cinema e teatro Politeama e in particolare la sua chiusura che, a detta del comitato, è un danno molto grave alla città, motivo...


sabato, 16 ottobre 2021, 17:09

Cisl Fp Toscana: "Con Green pass vengono al pettine problemi segnalati ma ignorati dalla Regione"

Lo dichiara Mauro Giuliattini, reggente regionale CISL Funzione Pubblica. Per il reggente regionale la colpa è da imputare alla Regione e all'assessorato rei di non aver previsto la criticità